1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno e grazie a chi vorrà chiarirmi la situazione proposta in discussione, in quanto anche leggendo la circolare dell'AdE i dubbi rimangono.

    Mio padre è deceduto in aprile 2015, gli eredi siamo in 3, il coniuge superstite e 2 figli.
    I costi di manutenzione riguardano nello specifico lavori edili alle pareti esterne e manutenzione centrale termica di una palazzina, quindi NON RIFERIBILI AD UN IMMOBILE SPECIFICO.
    La palazzina è in asse ereditario pro quota per 1/3, composta da n. 5 appartamenti + 1 capannone.
    Due degli eredi risiedono in due dei suddetti appartamenti, i restanti 3 sono locati ed il capannone al momento è a disposizione.
    Domande:
    1) la quota spettante per il 2015 viene inserita nell'UNICO/16 del defunto o viene persa?
    2) visto che i costi non sono riferibili né ad un immobile libero o locato o utilizzato come abitazione, ma ad uno stabile, le quote rimanenti vanno perse?
    3) se così non fosse come ripartirle fra gli eredi per gli anni dal 2016 fino ad esaurimento?
    4) nel caso un degli eredi non avesse capacità fiscale per usufruire della detrazione può trasferirla agli altri eredi?
    Grazie
     
  2. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Intanto suggerirei di leggere la guida alle detrazioni per ristrutturazione della AdE.

    I lavori riguardano parti comuni dell'edificio, come tali dovrebbe conservarsi la detrazione.
    Se fossero attribuibili ad una u.i. specifica per assurdo gli eredi che non ne detengono il possesso, perderebbero il diritto.
    Domanda 1) Non so rispondere: tendenzialmente mi verrebbe da rispondere che occorre parametrare la quota per i mesi di possesso rimasti. Ma temo invece che occorra sapere se il diritto matura al 1 gennaio o a fine anno.
    2) Direi che le quote residue rimangono detraibili dagli eredi
    3) in funzione della % di possesso.
    4) Non so: temo di no.
     
  3. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per le risposte, anche se ritengo sia meglio andare all'AdE e chiedere lumi.......
    Posto che sia necessario saper se la quota 2015 viene ripartita fra gli eredi e soprattutto nel proseguo in quanto nel 2016 l'immobile è in comproprietà per 1/3 fino ad aprile poi a seguito divisione i locali saranno destinati al 100% fra gli eredi..............quindi il conteggio si complica.

    Grazie comunque
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina