1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabrizio

    fabrizio Membro Attivo

    Buongiorno a tutti... meglio di me sapete che le cose semplici non sono di questo paese...ora vi pongo questo quesito :
    Dicembre 2014 ho dato un acconto per la sostituzione degli infissi..bonifico per detrazione 65% pensando di saldare ultimati i lavori e di conseguenza trasmettere all'enea tutta la documentazione relativa....
    I lavori si stanno prolungando per migliorie in corso d'opera quindi la posa in opera dei serramenti avverrà circa a fine Aprile..
    Il caf però per trasmettere la detrazione relativa all'acconto da me versato nel 2014 pretende tutta la documentazione relativa alla trasmittanza e ricevuta di avvenuta comunicazione all'enea ... io non posso comunicare all'enea qualcosa che non ho ancora ultimato...unica soluzione che mi viene in mente è il saldo di tutto ..soluzione nel mio caso più semplice in quanto il serramentista è una persona seria di fiducia...ma se non lo conoscessi come potrei uscire da questa situazione...?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il CAF sbaglia.
    Per i lavori eseguiti a cavallo di due periodi di imposta e relativi al medesimo intervento, la trasmissione all'ENEA della documentazione necessaria per fruire della detrazione fiscale va effettuata nei 90 giorni dalla data di fine lavori, che non necessariamente deve cadere con il termine entro il quale devono essere sostenute le spese per godere della detrazione.
    Quindi per esempio per lavori relativi al medesimo intervento eseguiti nel 2014 e nel 2015, il contribuente potrà detrarre le spese sostenute entro il 31/12/2014 anche se al momento della presentazione della dichiarazione non ha ancora inviato la documentazione all’ENEA in quanto i lavori non sono conclusi.
    Riferimenti di prassi: Circolare del 09/05/2013 n. 13 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa (risposta 2.1).
     
    A Gianco e fabrizio piace questo messaggio.
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Si confermo anch'io ciò che dice @Nemesis , i dati all'ENEA li mandi a lavori conclusi (entro i 90). Anche perché come faresti a certificare un lavoro non finito?? Poi c'è da dire che un cambio di serramenti comporta quanto meno un cambio di classe energetica dall'esistente (si nota meglio se già prima si aveva un APE) e anche se lo avevate già dovrete rifarlo!
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    CAF...Centro Apprendisti Fiscali ??? :confuso::birra:
     
    A fabrizio piace questo elemento.
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ???
    per qual motivo? Non mi risultano obblighi di far certificare la classe energetica...per un privato proprietario...salvo si intenda vendere (e poche altre amenità).
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No la classe energetica ogni volta che vengono cambiate le trasmittanze dell'edificio (e i serramenti comportano un cambiamento notevole delle trasmittanze) comporta sempre il rifacimento dell'APE anche quando già presente.
    Ho chiesto anche all'ingegnere che conosco che fa le certificazioni.

    Allego comunque tutti i casi per cui non è richiesto l'APE: Certificazione energetica, ecco i casi in cui non serve allegare l'APE
     
    Ultima modifica: 3 Marzo 2015
    A fabrizio piace questo elemento.
  7. fabrizio

    fabrizio Membro Attivo

    Nemesis....grandissimo....grazie ancora
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mi pare che si arriva a delle conclusioni partendo da presupposti sbagliati...ed un Ing. dovrebbe comprendere i contesti.
    Se tu (privato o impresa) possiedi una casa/edificio non hai alcun obbligo di ottenere un APE
    Se tu (privato o impresa) costruisci una casa/edificio allora hai obbligo (dal 2005) di ottenere APE.
    Se tu (privato o impresa) intendi vendere una casa/edificio (o inserirla in determinatie tipologie di contratto) allora hai obbligo di allegare APE (e di conseguenza averlo prima ottenuto)

    In tema di ristutturazioni poi non è nemmeno individuabile un obbligo al rinnovo (per migliorato coefficente) qualora già si possieda tale certificato.

    Meglio che dai lettura di quando è obbligatorio...piuttosto che altre eccezzioni.

    Certificazione energetica, ecco quali edifici devono avere l'APE

    E' riportato che è sempre e comunque un "parere"...autorevole...ma "parere".

    Ps.
    Fai fare una certificazione a 10 "professionisti" diversi...e ottieni 10 APE differenti.
    E questo la dice lunga sulla "necessità" di un simile strumento.
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non ho capito se non HAI LETTO ciò che posti perché Praticamente TUTTI gli edifici sono soggetti ad APE (basta leggerlo). Le esclusioni te le avevo messe già io e se guardi il post prima le vedi. Sempre su Ediltecnico visto che anche tu ha postato trovi un'altro bel articolo, leggi anche PER FAVORE.
    Ripeto che se cambi elementi che influiscono sulla trasmittanza (serramenti e o ci fai il Cappotto, oppure coibenti il tetto) cambia completamente l'edificio.

    Ottieni 10 APE un po' differenti si perché cambiano i programmi e le persone diciamo che se un immobile calcolato ha una classe in F non è che può diventare una B o una C ma F ci rimane. Poi se conosci anche le classi saprai che ci sini dei termini (da ad esempio da 50 a 100 sei in B da 100 a 150 sei in C) è così via.

    I Comuni, posso dirti quelli che ho visto perché ci opero (ma è sempre più diffusa la cosa), (anche se sei proprietario) nel momento in cui ristrutturi e modifichi elementi del fabbricato e fai anche piccoli ampliamenti (la classica stanza in più o solo il bagno in più) per TE (quindi non per vendita o affitto) ti richiedono espressamente per ottenere l?AGIBILTA' (in questo caso per aggiornarla) di
    Presentare un progetto per il risparmio energetico relativo al pezzettino in più e alla fine ti richiedono anche l'APE dell'immobile.
     
    Ultima modifica: 3 Marzo 2015
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ti pongo una semplice domanda a titolo di esempio:
    in qualità di proprietario (privato cittadino) di un edificio adibito a civile abitazione costruito nel 1970, in cui ho residenza e nessuna intenzione di vendere o affittare:
    1-ho obbigo di avere/farmi rilasciare l' APE ?
    2-se sostituisco i serrramenti originari ma non modifico di una virgola tutte le alte condizioni (proprietà) e nemmeno faccio richiesta di benefici fiscali ho obbligo di farmi rilasciare APE o qualora già lo avessi devo ripeterlo?

    Ps
    non mi servono spiegazioni sulle diverse classificazioni /o valori limite.
    Sono "coinvolto" nel settore :innocente:
     
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No se NON lo tocchi
    ma se pensi di ristrutturarlo (e senza necessariamente l'ampliamento) i Comuni richiedono all'interno dell'agibilità (come già previsto tra al'atro dal testo unico dell'edilizia) di realizzare il calcolo del risparmio energetico e in seguito della sua certificazione (l'APE) pena il NON rinnovo della tua agibilità, (oltre al catasto e agli altri allegati necessari).

    Noi nell'anno 2009/2010 nella ristrutturazione di una villa anni 70 di un privato (dove è stata anche predisposta una sopraelevazione per un secondo appartamento diviso anche catastalmente dal resto della casa) abbiamo dovuto depositare sia il progetto del risparmio energetico dell'immobile sia gli APE non solo della parte sopraelevata (nuovo ampliamento) ma anche l'APE della parte vecchia (dove erano stati cambiati gli infissi e dove erano state fatte opere interne senza aumento di cubature) pena la SOSPENSIONE dell'AGIBILITÁ.

    Credo di averti risposto adeguatamente.

    Sotto allego il Vademecum ENEA proprio per la sostituzione degli infissi.

    P.S io nel settore ci sono coinvolto 2 volte: come Professionista (sono un Geometra iscritto al Collegio) come imprenditore (lavoro ANCHE per l'impresa edile mia), non era mia intenzione darti lezioni o spiegazioni, se ti sei sentito tirato in ballo per questo ti chiedo scusa.

    Saluti.
     

    Files Allegati:

  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi vedi che era questione di interdersi...perche quando qui scrivevi:

    tu ti riferivi necessariamente al caso dove (vendita e/o ristrutturazone con ampliamento e benefici fiscali) ...mentre io mi ero fissato sulla parte evidenziata e avevo inteso che la mera sostituzione imponesse la richiesta del certificato se non il ri-facimento.
    Con questo andazzo non ci sarebbe più da stupirsi se ogni volta che vai al bango devi presentare un certificato:shock:

    Ps.
    Non servono scuse...mica ero offeso. Sono dell' avviso che non si finisce mai di imparare.
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Diciamo che il titolo del thread: "Trasmissioni Enea prima del saldo dei lavori" e il contenuto fa presagire che non c'è solo un problema di cambio serramenti in quanto si parla sia di acconto a dicembre 2014 per posa serramenti ma anche il protrarsi degli stessi (per la posa dei serramenti) previsti per aprile di quest'anno legati a delle migliorie (appunto prima della posa). Forse ho interpretato male io ma mi sembra che l'intervento vada un po' oltre alla mera posa dei serramenti, quindi ecco il collegamento.

    Ormai non c'è da stupirsi se arriveremo alla domanda in carta da bollo per andare in bagno. Sempre più assurdo ma è così.
     
  14. fabrizio

    fabrizio Membro Attivo

    Ringrazio Dimaraz e Daniele...
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  15. fabrizio

    fabrizio Membro Attivo

    @Daniele 78 scusa mi spiego meglio, io ho ristrutturato completamente l'alloggio praticamente è stato sventrato , sono state apportate modifiche ai vani interni e nel mentre ho rifatto i serramenti e ho dato un acconto di anticipo.
    I lavori si sono un po' prolungati perchè in corso d'opera ho dovuto rinforzare le arcate delle finestre, ho deciso di fare igloo sul pavimento e quindi la posa dei serramenti è slittatata di qualche mese. Adesso se riesco entro fine mese a posarli il problema non sussitse in quanto avrei tutta la documentazione inerente alla presentazione del 730 , il problema sussisterebbe allorquando per qualche imprevisto la posa dei serramenti si potraesse a Maggio.
    Cmq ho girato la circolareal caf e attendo notizie vi informerò dello sviluppo....
    Grazie ragazzi/e
     
    Ultima modifica: 9 Marzo 2015
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Quindi credo proprio che tu rientri nei casi di cui parlavo io sopra sull'APE comunque la panoramica generale sul risparmio energetico attualmente presente da noi è questa: Normativa
     
    Ultima modifica: 9 Marzo 2015
    A fabrizio piace questo elemento.
  17. fabrizio

    fabrizio Membro Attivo

    Ragazzi/e mia vicissitudine riguardo detrazione 65% conclusa....avevo mandato una mail al caf con allegata la circolare e ieri mi hanno risposto che ho ragione e si erano sbagliati..........
    UN GRAZIEEEEEE a tutti
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina