1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salve. Mi sono messo a fare il confronto i tributi locali da me pagati nel 2011 (ICI + addizionale comunale) e quelli che avrò pagato nel 2015 (IMU + TASI + addizionale comunale).
    Il rapporto tra i relativi importi è circa 1 a 2,5. Vi risulta?
    Grazie.
     
  2. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ....vuoi proprio farti del male andando a rivedere un passato nel quale eravamo, fiscalmente parlando, un po' meno incavolati di oggi. E sicuramente oggi lo siamo sicuramente meno di quanto lo saremo domani. ....
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Luigi, lasciaci vivere con serenità questo momento, convinti in cuor nostro che peggio di così non si può!
     
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Lo scenario può cambiare in meglio, ma dobbiamo darci da fare.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    FARE COSAAAAAA?
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Intendi dire: noi Italia o il Governo?
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Noi cittadini.
    Ho appena segnalato ai vigili di Roma la targa di un'automobile con due persone a bordo che tramite altoparlante offriva servizi di affilatura coltelli, di riparazione ombrelli e di pulizia camini.
     
  8. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Lascia perdere hai un solo fegato.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Potrebbero essere dei fanti veloci che profittano degli anziani, ma potrebbero essere anche persone che cercano di sbarcare il lunario, oppressi da questa interminabile crisi che il governo ci illude di avere intaccato.
     
  10. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    DONNE...! E' ARRIVATO L'ARROTINO...!
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Potrebbero? Sono.
     
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro Gianco, eppure dalla tua foto vedo che hai la mia stessa capigliatura. Nutri ancora speranza che "peggio di così non possa andare?". Io da quando ho l'eta della ragione (si fa per dire.....) ho notato che, al contrario della tua speranza, "il peggio non ha mai fine". O, come si dice a Roma," il peggio non muore mai!".
    Ho ancora un dolore al fianco dovuto al pagamento dell'IMU per la mia "2a casa + quella che la nonna ha donato ha mio figlio (che non può pagare però nè tasse, nè mantenimento della stessa e così indovina un po' a chi tocca?). E poi la TASI per la casa di residenza e poi aspetto l'arrivo delle TARI e poi.......in pratica, ogni anno se ne vanno 3500-4000 euro per ciò che ho detto sopra. E già era un bel salasso (nulla in confronto all'attuale....) quando c'era l'ICI + più la TARSU. Hanno levato, nominalmente, l'IMU sulla prima casa e l'anno trasformata in TASI. Eppure, quando le case le ho comperate (quella di residenza) o costruita (la seconda) non c'è stato nessuno del Governo/Regione/Provincia/Comune ad offrirmi un aiuto, fosse per il mutuo o fosse per aiutarmi a portare "la scimmietta sulla spalla" - e da buon professionista, sai a che mi riferisco-. Anzi, erano tutti lì, pronti a speculare sulle tasse mie presenti e future per mantenersi i loro stramaledetti privilegi.
    Basta! Se no il dolore dal fianco scende fino al fegato con grande rischio di deflagrazione del medesimo.
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Io per natura vedo il bicchiere mezzo pieno, sono un ottimista, generalmente positivo. Credimi che anche io ho molti problemi che non ti sto ad elencare per non tediarti, però non perdo occasione di sorridere, cercando di pensare il meno possibile ai problemi: certo che prima o poi si risolveranno.
     
  14. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Caro Gianco, ho 76 anni e...ne ho vista acqua passare sotto i ponti...! Purtroppo sono "costretto" allinearmi con Luigi Barbero. Sinceramente non condivido il tuo "bicchiere mezzo pieno": evidentemente tu hai una visione restrittiva del futuro che ci aspetta e che, soprattutto, aspetta i nostri figli. Limitarsi all'oggi non è salutare: sa tanto di menefreghismo! Vedo ragazzi e famiglie che non sanno come sbarcare il lunario e non sanno, in alcuni casi, come arrivare a fine mese e, sinceramente, il tuo ottimismo cozza notevolmente contro la realtà che giornalmente si vive. Basta allargare la visuale per vedere e verificare la situazione "reale" che ci circonda.:disappunto::sorrisone::shock:
     
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Negli anni sessanta una certa parte dei ragazzi durante le lunghe vacanze estive:
    - andava a portare i quotidiani nelle case
    - andava a fare la spesa per gli anziani
    - faceva il cameriere nei ristoranti
    - lavorava nei cantieri edili
    - etc.
    Di questi qualcuno grazie a questi lavoretti ha trovato un umile lavoro, poi grazie al titolo di studio ha trovato il lavoro vero.
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    MagoMerlino, quello che vivi tu lo vivo anch'io. Ho 67 anni, 4 figli: il grande, 37 anni lavoricchia Londra; la seconda, 32 anni, diplomata, sposata, due figlie e marito precario; due gemelli di 30 anni, uno nel 2006 ha subito un grave incidente stradale ed è tuttora invalido al 100%, l'altro diplomato geometra, lavora con me, ma sta cercando un impiego che gli dia una certezza nel futuro. Questo non vuol dire che di carattere sia ottimista, sebbene mi confronto giornalmente con la realtà.
     
  17. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro Gianco, allora come puoi vedere il bicchiere "mezzo pieno? ". Mi stupisco del fatto che tu possa già anche solo vedere il bicchiere. Figuriamoci il contenuto eventuale! La vita non ti ha risparmiato botte mica male e, nonostante ciò, ancora vedi qualcosa nel bicchiere? L' unica giustificazione che posso trovarti, o immaginare, è che tu abbia una grande fede che ti porta avanti. Se è così, ti invidio sinceramente. Io la fede credo di averla perduta (se mai l' ho avuta) qualche secolo fa. ......
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dì la verità, in passato hai firmato le tue opere come Giacomo Leopardi e hai scritto della 'natura matrigna'?
     
  19. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se la tua domanda è rivolta a me, allora la risposta è no. Per quanto mi riguarda, dal mio profilo culturale, essendo laureato in Sociologia, sono abituato ad osservare la Società ed i fenomeni sociali, ad analizzarli per quanto possibile ed a fornire, sempre per quanto possibile, spiegazioni "sociologiche". Perciò nella pratica dell'osservazione, non possono entrare fattori emotivi personali, ma solo "realtà osservabili". La natura matrigna di Leopardi non c'entra, così come vnon c'entra il concetto manzoniano dell'esistenza del male affinchè sia sconfitto dal bene.
    Se invece la tua osservazione era rivolta a Gianco, mi scuso per essermi intromesso.
     
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Luigi, ti racconto due episodi accaduti a mio figlio dopo l'incidente. Poi esprimi un giudizio. Allora il 06/02/2006 di pomeriggio mio figlio esce in scooter e percorrendo una strada ha un incidente con una macchina che dal parcheggio parte facendo inversione mentre arriva lui. Indossa il casco, ma subisce un forte trauma cranico. Viene portato all'ospedale e dopo la medicazione lo vediamo passare sulla lettiga addormentato senza lesioni apparenti, per cui ci rincuoriamo. Viene ricoverato in rianimazione e tenuto in coma farmacologico. Appena disponibile parliamo con il primario le cui prime parole sono state: "Non ce la fa, ha il cervello devastato, dall'esame della TAC è una poltiglia e se anche dovesse farcela è meglio che non cela faccia perché sarebbe un vegetale". Conseguente nostra disperazione con contegno. Il giorno successivo l'ematoma non accenna a ridursi e comprimendo il cervello potrebbe danneggiarlo irrimediabilmente. Vien trasferito in neurochirurgia e prima di entrare in sala operatoria abbiamo un colloquio con il primario che interverrà. Le sue parole: "Sappiamo che è unitile, però tentiamo di rimediare al problema". Intervento durato 7, 8 ore. Tutto va bene. Viene portato in reparto, intubato con il sondino per l'alimentazione ed ogni giorno, mattina e sera, io e la mia ex moglie, sua madre, gli stavamo accanto tenendogli ciascuno una mano ai lati opposti del letto, senza che vedessimo alcun miglioramento.
    Dopo tre settimane circa, arrivo in ospedale e vedo davanti alla porta d'ingresso del reparto un giovane frate con il saio, i sandali e la barba lunga. Incuriosito chiedo alla mia ex chi fosse. E lei: "E' fra Manolo dicono che abbia la facoltà di portare via il male alla gente". Io, cattolico, non praticante, sono sempre stato scettico su queste dicerie, però tentare non poteva peggiore la situazione ed ogni spiraglio doveva essere tentato. Mi sono avvicinato e gli ho parlato, incuriosito della sua giovane età. Aveva sentito la vocazione qualche anno prima quando stava terminando gli studi al liceo classico. Al momento delle visite, poiché per ogni paziente potevano entrare solo due persone, gli ho chiesto di prendere il mio posto. Ha rifiutato e dopo mie insistenze è entrato nel reparto. Dopo circa 3/4 d'ora l'ho visto uscire sereno con la mia ex. Mi si è avvicinato e mi ha detto: "Gianfranco stai tranquillo, lo vedo bene". Al che di contro gli dico: "Ma che rapporto hai con quel Signore che sta su"? Con un sorriso: "Stai tranquillo".
    Da quel giorno non l'ho più rivisto. Alcuni giorni dopo, 1 o 2, mentre tenevo la mano destra di mio figlio ho sentito muovere appena il pollice. Ovviamente, sorpreso l'ho riferito alla madre. Il giorno dopo siamo stati a colloquio con il primario: "Mi dispiace, abbiamo fatto i controlli e gli esami, ma non c'è alcuna reazione nervosa e se sulla sinistra ci possono essere ancora delle speranze sulla destra, nel modo più assoluto". La mia risposta: "Dottore, ieri mio figlio ha mosso il pollice destro"! La replica: "Questa è una buona notizia"!
    Da quel giorno ha cominciato a muovere prima un dito, poi la mano, il braccio ed infine ha aperto gli occhi.
    Dopo qualche tempo ha ripreso la vita quasi normale. Per parecchio tempo, non parlava a non era presente. Oggi è totalmente autonomo, esce prende il pullman, va in giro e ritorna a casa regolarmente. Unico problema è che non parla, ovvero emette delle parole con delle sillabe senza alcun senso. Però usa i giochi elettronici dopo aver letto i consigli sulle riviste specializzate, smonta, ripara e rimonta come se fosse normale. Va a fare la spesa per se e per la madre, paga e regolarmente porta lo scontrino per farsi rimborsare.
    Sono fiducioso da un momento all'altro so che dovrà parlare, anche perché in tre occasioni si è espresso compiutamente con la sua voce normale.
    Scusami se ti ho tediato. Se ti interessa l'altro fatto te lo racconto un'altra volta. Anch'esso fa venire i brividi.
     
    A Daniele 78, rita dedè e alberto bianchi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina