1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Unità arredata data in locazione, il flessibile perde, si rende necessario sostituirlo. Non è una grossa spesa, ma è di competenza del conduttore o del proprietario?
     
  2. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Credo che tutto quello che vada sostituito sia competenza del locatore mentre quello che va mantenuto sia competenza del conduttore. Salvo diversi accordi contrattuali o danneggiamenti dolosi del conduttore.
     
  3. pierkest

    pierkest Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    L'art. 1576 c.c. prevede, come criterio generale, che il locatore (proprietario) deve eseguire tutte le riparazioni necessarie, ad eccezione di quelle di piccola manutenzione, che sono invece a carico del conduttore (inquilino). Tutte le spese ordinarie sono quindi a carico dell'inquilino, mentre il proprietario è tenuto solo ad intervenire in caso di manutenzione straordinaria.
     
    A Gianco e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    A Alehandro59 e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  5. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Quello che scrivi e' valido per i raccordi in gomma i quali tra l'altro riportano scritta la data di scadenza ma non per i flessibili in acciaio.
    Questi ultimi non riportano stampigliata la data di scadenza e vanno solo controllati periodicamente per sicurezza.
    Vedi qui:
    http://www.genovaretigas.it/faq.asp
    Adriano non scrive di che flessibili si tratta.
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Se leggi attentamente il link all'UNI (che ho postato) vengono citati proprio i flessibili in acciaio. UNI 11353:2010 è la norma di riferimento. Le norme UNI sono le stesse che vengono poi prese dai vari fornitori per la stesura dei loro progetti. Infatti andando a cercare trovi le norme UNI dedicate alla posa delle utenze (gas, elettricità, acquedotto e fogna) e le relative profondità nel terreno, distanze dalle altre utenze, e come dovrebbero essere ricoperte. L'unico neo delle norme UNI è che sono a pagamento (e non costano neanche pochino). Ne trovi alcune da un 100€ circa.
     
  7. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    .... ma non viene riportato che hanno una scadenza per la sostituzione, Leggi attentamente la faq relativa nel link che ho postato
     
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Certo è proprio leggendo il tuo link dove si parla di: "Collegamento apparecchi" il tubo in gomma deve essere sostituito ai primi segni di deterioramento e comunque non oltre i 5 anni dalla data di produzione. Sul tubo deve essere stampigliata la dicitura " da sostituire entro il...". La norma di riferimento per i flessibili in gomma per il gas è la UNI 7140. Come volevasi dimostrare tutti i fornitori di servizi si rifanno alle norme UNI.
     
    Ultima modifica: 3 Gennaio 2015
  9. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ... tu parlavi di flessibili in acciaio e non di tubi in gomma. Leggi la faq relativa a "flessibili in acciaio " ovvero :

    Domanda: Quando l'idraulico ha installato il tubo flessibile in acciaio per il collegamento del piano cottura da incasso mi ha garantito che è certificato per l'utilizzo su gas metano. Anche per il tubo flessibile in acciaio è prevista la sostituzione alla scadenza dei cinque anni come per il tubo in gomma?
    Risposta: Il tubo flessibile in acciaio inox certificato per il collegamento degli apparecchi a gas non è soggetto a scadenza temporale, la norma UNI EN 14800 che ne regolamenta la costruzione prevede comunque la sostituzione ai primi segni di deterioramento o corrosione, da parte di un installatore abilitato.
    La verifica periodica di tutte le parti dell'impianto del gas e non solo degli apparecchi o componenti per i quali è prevista la manutenzione periodica a scadenza, deve essere vista come una buona abitudine ed una garanzia di maggiore sicurezza.
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Io parlavo di flessibili in acciaio perché le norme UNI sono differenti (hai sia UNI EN 14800) ma anche la UNI 11353:2010 (vedi il mio link). Tutte queste per i flessibili in acciaio. Se invece hai bisogno di flessibili in gomma (vedi il caso di alcuni fornelli da cucina) la norma è la UNI 7140.

    PS: le norme UNI sono soggette a continue revisioni per cui ti conviene andare sul sito dell'UNI digitare la parola che ti serve e richiedere (previo pagamento) l'ultima norma disponibile riguardante quella particolare installazione. Troverai tutto ciò che cerchi.
     
  11. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo, contrariamente a quanto dicono tutti, che tale spesa, seppur minima, sia a carico del proprietario in quanto l'affitto è di un appartamento ARREDATO. Di conseguenza, insieme ai mobili ci sono anche gli accessori di proprietà del locatore.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Ma adriano non ha detto a cosa serve il flessibile, se del gas o del bagno o altro sarebbe importante sapere ha cosa serve, per poter dare una risposta adeguata
     
  13. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Trattasi del fusibile che collega la piastra fornelli. La risposta di Luigi mi ha fatto riflettere ma direi che trattasi di un componente che si debba istallare a prescindere dall'arredamento presente.
     
  14. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ma rimane una manutenzione periodica poichè sul flessibile assieme alla norma UNI di riferimento dovrebbe essere stampigliato anche "da sostituirsi entro il..." che poi nessuno lo faccia possiamo anche essere d'accordo. Ed una manutenzione periodica è una manutenzione ordinaria. Esattamente come il cambio d'olio, il cambio pastiglie freni o il cambio filtri in un'auto.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  15. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A casa mia il tubo flessibile è in rame e non l'ho mai cambiato da circa 16 anni. Che rischio ci può essere ? Che entrino in casa i rom per fregarmelo. come fanno con i cavi della ferrovia ?
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Credo di essere una nota stonato nella discussione. Tutte queste manutenzioni o sostituzioni programmate mi sanno tanto di imposizione che permettono agli addetti ai lavori di lucrare.
    Mi spiego meglio. Premesso che la sicurezza va sempre salvaguardata, per esperienza personale, dopo avere notato che i tubi in gomma del gas si deterioravano con facilità ho optato per la sua sostituzione con un volgarissimo tubo in plastica trasparente dal costo irrisorio e praticamente, eterno. Quello ho messo a casa mia ha oltre trent'anni senza manifestare alcun cedimento. L'unico accorgimento è evitare che sia esposto alla luce diretta ed al sole . A chi contesterà che quello in vendita regge pressioni elevate, rispondo che la pressione di esercizio all'uscita dell'erogatore ha una pressione di 0,0035, 0,0050 atm, corrispondente alla pressione di una colonna d'acqua alta da 35 a 50 cm.
    Vero è che la manutenzione sempre nel rispetto della sicurezza la deve eseguire una persona competente. Io da amante del fai da te mi ritengo all'altezza, probabilmente molto più di certi garzoni che con molta approssimazione e senza avere le cognizioni si limitano a fare gli interventi da protocollo senza esaminare e risolvere le problematiche che si possono incontrare nella manutenzione.
    Ah, quanti soldi sborsati per niente!
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  17. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il conduttore ha chiamato l'Azienda erogatrice del GAS che ha bloccato l'erogazione, prescrivendo la sostituzione del flessibile. Il conduttore ha acquistato il cavo da Leroy Merlin a € 28,46, poi ha chiamato un idraulico che ha istallato il cavo a € 70+IVA = 77 compilando attestato di montaggio per far riattivare il servizio all'azienda di erogazione GAS. Totale € 105,46.
     
  18. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sempre il mio pensiero: se hai affittato l'immobile arredato ed hai curato che il flessibile del gas non fosse scaduto (sempre se era del tipo in gomma che riporta la data di scadenza sull'involucro, quello in acciaio non riporta data di scadenza), la sostituzione e' a carico del conduttore (trattasi di manutenzione ordinaria alla stessa stregua della manutenzione della caldaietta a gas se esistente). Se quando hai affittato il flessibile in gomma non era nuovo la sostituzione e' a carico del locatore.
    Comunque nella maggior parte dei vasi il flessibile in gomma non perde anche se scaduto solo che si impregna del l'odore del gas e nelle vicinanze l'odore fa presumere che ci sia una perdita. Probabilmente quando sono venuti i tecnici del gas non hanno neppure verificato che ci fosse una perdita ma avendolo trovato scaduto hanno decretato la sua sostituzione. Se quello acquistato dal tuo inquilino e' in acciaio starai tranquillo pressoché' per sempre perché' non riporta una data di scadenza e non si impregna e quindi non si sente odore di gas. Se invece è' di gomma andrà sostituito a scadenza anche se non perde e non emana odore ..... a meno che non faccia entrare addetti del'azienda erogatrice del gas per controlli o idraulici interessati alla sostituzione.
     
    A Daniele 78, alberto bianchi e Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non c'è stata nessuna penale applicata per lo stacco e la riapertura del contratto?? In genere quando viene chiuso o sospeso un contratto e poi riaperto si paga una penale.
    Molto meglio se non si paga niente.
    Concordo con @Gianco sulla tubo in gomma/platica e sulla manualità (bassa) richiesta per questo semplice intervento ma purtroppo andrebbero sostituiti da personale autorizzato ( SOLO l'idraulico in possesso di determinati requisiti) potrebbe farlo.
     
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Certo, se l'impianto è soggetto a controlli è necessario seguire le regole fatte apposta per incrementare i balzelli a carico del cittadino. Ma se uno è in grado di risolversi i problemi domestici, idrici, elettrici, gas, manutenzioni edili, oltreché di meccanica in generale, perché dovrebbe necessariamente rivolgersi al personale autorizzato, sovente, abilitato per corrispondenza?
    Mi sento più sicuro quando intervengo in prima persona o se, per mancanza dell'attrezzatura necessaria, posso seguire il sui intervento.
    Vi racconto due casi nei quali mi sono fidato dell'operato dell'artigiano.
    Circa trent'anni fa, ho portato dal meccanico la mia auto per sostituire le testine dello sterzo. Quelle che con il movimento dello sterzo trasmettono la rotazione alle ruote anteriori. Eseguito il lavoro e ritirata la macchina, andando su strada mi sono accorto che sentivo in gioco sullo sterzo e dei rumori strani sull'avantreno. Tornato i officina e messa l'auto sul ponte il meccanico dipendente aveva eseguito il lavoro ed aveva dimenticato di stringere i dadi sulle testine, per cui se si fossero svitati e fosse saltata una testina, l'auto sarebbe stata ingovernabile.
    Recentemente, dopo aver forato una gomma, anteriore, destra, sono riuscito a portare il mio fuoristrada dal gommista, pochi istanti prima che chiudesse per il fine settimana. Essendo un cliente assiduo, sono stato assistito. Ritirata la macchina, dopo l'intervento eseguito a bordo strada, sono partito su un rettilineo di circa 400 m all'interno dell'abitato al termine del quale con una svolta ad angolo retto dovevo imboccare un'altra strada. Fatti i primi metri ho sentito uno scricchiolio, in curva ho visto la ruota staccarsi dalla sua sede e proseguire per la tangente, contemporaneamente l'auto si è inclinata sulla destra. Meno male che non c'era traffico. Rientrando a piedi verso il gommista ho trovato diversi bulloni della ruota. Evidentemente dalla fretta si era dimenticato di stringerli. Dopo le inevitabili scuse è intervenuto per rimediare alla sua leggerezza.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina