1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve,
    vi spiego la mia questione.

    Dal 2002, anno del decesso di mio nonno e dell'introduzione dell'euro, delle cose (diciamo soldi) di mia nonna si occupava una figlia, la quale già ad inizio 2003 iniziò a chiedere fondi agli altri due figli senza dimostrare il reale stato di necessità.

    Mia nonna è stata interdetta nel 2005 e da tale data la tutrice è rimasta la figlia.

    Già dal rendiconto del primo anno presentato al tribunale sollevammo delle perplessità al Giudice Tutelare, ma questi non prese nessun provvedimento. Con i rendiconti degli anni successivi anche le nostre perplessità crebbero e dietro grande insistenza venni nominato protutore e il Giudice ad aprile 2011 mi autorizzo a verificare la situazione dei conti correnti bancari di mia nonna.

    Dalla verifica degli stessi (ricevuti nel mese di agosto) si evince che le entrate di mia nonna sono superiori di circa € 6.000,00 annui, che le uscite sono superiori di molto alle necessità di mia nonna (la quale sta in una casa di cura).

    Che la rendicontazione presentata al tribunale è FALSA, sia negli importi che nella documentazione allegata.

    Che la verifica degli estratti conti anteriori all'interdizione conferma che la cosa era così anche in precedenza, uscite non per esigenze di nonna!

    Dato per scontato che il Giudice Tutelare appena verificherà quanto da me affermato li "denuncerà" per appropriazione indebita e falso in atto pubblico per la rendicontazione, mi chiedo se e come è possibile rientrare delle somme sottratte precedenti all'interdizione. Aggiungo solo che le richieste di denaro dal 2003 in poi riportavano esattamente per oggetto e per importo le spese sostenute per nonna e che queste sono nettamente inferiori alle uscite da conto corrente.

    Nella speranza di essere stato chiaro vi saluto e ringrazio chiunque mi sottoporrà la propria esperienza in casi del genere.
    Luigi
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina