1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sebyds

    sebyds Membro Junior

    Buongiorno, prima di tutto chiedo scusa per eventuali errori , non essendo molto pratico...
    spero che possiate consigliarmi sulla nostra scelta: tra una settimana nel nostro condominio ci sarà il cambio di amministratore, (dimissionario) che è anche un condomino. Le sue dimissioni, sono il risultato di numerose liti e ac
    cuse di vario genere nei suoi confronti. Qualcuno di noi ha il sospetto che l'amministratore abbia commesso delle gravi irregolarità. Volevo chiedere nel passaggio delle consegne chi è il proffessionista piu esperto di cui affidarsi facendo si che tutto avvenga il piu trasparente possibile. vi ringrazio per la risposta.
     
  2. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Il passaggio delle consegne avviene tra amministratore uscente e amministratore entrante. Di solito non ci sono professionisti di mezzo...
     
  3. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Posso esprimere un semplice parere? I più esperti sono proprio i condomini che dovrebbero verificare sistematicamente l'amministrazione (di qualunque amministratore), visionando fatture, corrispondenza con movimenti di conto corrente, e conferma quietanza dei fornitori.

    I sospetti ed i "si dice" non valgono nulla. Ed eventuali accordi sottobanco coi fornitori, non sono in genere dimostrabili.

    In ogni caso se chiedete al subentrante una verifica della contabilità pregressa, questo se professionista valido dovrebbe essere in grado, a pagamento, di soddisfare le vostre curiosità.
     
  4. sebyds

    sebyds Membro Junior

    Grazie per il consiglio, ma ho i miei dubbi ghe il nuovo amministr. entrante soddisfi la nostra richiesta.
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Di sicuro non gratuitamente!:risata:
     
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è una richiesta fuori dell'ordinario: un corretto passaggio di consegne presupporrebbe una verifica della situazione contabile, a partire dall'ultimo consuntivo approvato.

    Oltre non è facile andare, nemmeno per un condomino: una volta approvato, non è facile rimettere in discussione il bilancio, a meno che dalle ultime movimentazioni emerga una tale irregolarità di gestione, da intaccare anche le voci già inserite in consuntivi precedenti.

    Certo è che la situazione presenta delle anomalie, il nuovo amministratore è autorizzato a richiedere un compenso straordinario.

    Il vero problema è che sulla stessa piazza difficilmente tra colleghi si sp ut tanano , mi si scusi il termine, quindi potrebbe essere proposto solo un accomodamento plausibile.
     
  7. sebyds

    sebyds Membro Junior

    Nel nostro caso, secondo me ci potrebbero essere delle grosse anomalie, ad esenpio, lavori straordinari per un importo di oltre 2500 euro senza fattura, fatti nel 2010, purtroppo approvati a consuntivo. Nel 2011 la stessa ditta emmette una fattura di 1200+IVA per un altro intervento fatto sempre nel 2010, che malgrado la mia contestazione, in sede di approvazione, il consuntivo e stato approvato. Vorrei precisare, che quest'ultimo lavoro rientrava nella garanzia della polizza globale fabbricati, la quale il nostro amministratore siè dimenticato... difare denuncia presso l'assicurazione, col risultato che dobiamo pagare noi condomini. Qualche anomalia potrebbe esserci?
     
  8. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La spesa non fatturata ed approvata dal condominio non è contestabile da voi: eventualmento lo sarebbe dalla Ag. Entrate!.

    Idem per la successiva fattura di lavori pregressi: se l'assemblea approva l'amministratore è difficilmente attaccabile.

    Da come descrivi le cose, non sembra abbiate un amministratore particolarmente diligente e competente: prova a verificare o far verificare se i versamenti delle ritenute d'acconto sono regolari. Se riesci a convincere gli altri a sostituirlo sarà già un passo avanti: col prossimo stabilite regole ferree: si riconoscano solo fatture, movimenti solo su conto corrente condominiale, esclusione di accettazione di fatture emerse dopo l'approvazione del consuntivo ecc. Stabilite una regola prima, ed auguri.
     
  9. sebyds

    sebyds Membro Junior

    In caso di una verifica della Ag. dell'Entrate, e che riscontrasse delle anomalie, con sucessiva sanzione , chi deve rispondere dell'errore ( se vogliamo chiamarlo cosi' ) l'amministratore insieme ai condomini o soltato lui? e la sanzione e a carico del condominio?.
     
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Pur non avendo il condominio personalità giuridica autonoma, la AdE sanziona il condominio emettendo una cartella di pagamento: pagano quindi i condomini. (Questo ad esempio per mancato o ritardato versamento delle ritenute d'acconto). I condomini a loro volta possono procedere nei confronti dell'amministratore.

    In caso invece di mancate fatturazioni, credo che in prima battuta venga sanzionato il fornitore.
     
  11. sebyds

    sebyds Membro Junior

    Ti ringrazio per i tuoi preziosi consigli, mi saranno molto utili in futuro.
     
  12. cuba49

    cuba49 Nuovo Iscritto

    il nuo amministratore deve subentrare alla stessa assemblea che voterà il consuntivo del bilancio proposto dal vecchio?

    Anche noi speriamo di cambiare amministratore alla prossima imminente assemblea. Mi chiedevo se dobbiamo approvare anche il preventivo prima della nomina (ma nell'ordine del giorno è previsto al terzo punto dopo consuntivo e preventivo dei bilanci (di tre anni!!!) E se il nuovo amministratore può già intervenire nella stessa assemblea, subito dopo la nomina, per affrontare gli altri punti all'ordine del giorno. Grazie!
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Teoricamente si, se esiste un tacito accordo preliminare tra i condomini.
    Di solito non avviene, se le parti mantengono un certo "stile": l'amministratore uscente tende a lasciar libera l'assemblea e rinviare a successivo incontro nomina del nuovo e prosieguo dell'ordine del giorno.
     
  14. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Se volete liberarvi immediatamente dell'amministratore e far passare i bilanci già con il nuovo, nulla impedisce a ll'assemblea di discutere i punti all'OdG in sequenza diversa da quella prevista sulla convocazione. Cominciate con il punto 3 e il gioco è fatto. Tuttavia...

    in questo modo costringete il nuovo amministratore (che ovviamente deve essere presente) a rimandare tutta l'assemblea a nuova data. I bilanci non li avrà redatti lui e, ragionevolmente, vorrà darci un'occhiata prima di presentarli sotto la SUA responsabilità.
    Per poter controllare i bilanci dovrà fare prima il passaggio delle consegne, accumulando un ritardo mostruoso (siete già a 3 anni!)
     
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nella mia risposta temevo proprio quanto suggerito da ergobbo.

    Personalmente ritengo sia opportuno, se non esistono gravi motivi contrari, approvare i vecchi consuntivo col vecchio amministratore, e approvare il nuovo preventivo e riparto rateazioni col nuovo.

    Se ci sono gravi elementi che impediscono l'approvazione, sarà necessario seguire l'iter di ergobbo; ma la cosa migliore sarebbe a mio parere che qualche condomino volenteroso si facesse carico di spulciare fatture, versamenti fiscali, movimenti di c/c, riscontri a consuntivo e richiedere ai fornitori conferma delle quietanze.

    Un errore è anche imputabile a voi: non si attendono tre anni a pretendere i consuntivi.
     
  16. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    A meno che...
    ovviamente è solo un'idea, ma se già sapete chi sarà il nuovo amministratore potreste proporgli quanto segue:

    Andare dall'amministratore attualmente in carica munito di delega firmata da uno o più condomini (più sono e meglio è...) per spulciarsi i bilanci e i relativi documenti contabili PRIMA dell'assemblea (al pari di quanto farebbe un condomino qualunque nel suo pieno diritto).
    Se tutto è a posto, al primo punto all'OdG lo fate subentrare, approvate i bilanci e ricominciate con una conduzione "normale " del condominio.

    Non credo che l'attuale amministratore potrebbe opporsi...
     
  17. cuba49

    cuba49 Nuovo Iscritto

    Pensavo di farlo io il controllo. Sono poche cose, il condominio è piccolo, si tratta di verificare solo il pagamento di acqua, luce, gas e poco altro. Il problema è stato in questi anni il disinteresse totale: Non ha neppure fatto fare le letture dei contatori dell'acqua individuale. Una volta approvato il consuntivo, si potrebbe approvare il preventivo (salvo rettifiche che il nuovo amministratore riterrà opportune, coinvolgendoci in una nuova assemblea), procedere alla nomina del nuovo amministratore e continuare con gli altri ordini del giorno.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina