1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Panketty

    Panketty Nuovo Iscritto

    Il mio fidanzato vive con la madre, in una casa indipendente, di cui è erede con la madre e la sorella in parti uguali. Sono in previsione delle spese straordinarie e la sorella che vive fuori casa afferma di non doverle pagare in quanto lui avrebbe dovuto corrisponderle una parte di affitto perchè vive in nella casa anche di sua proprietà. La madre ha 71 anni ha una pensione di 800€ mensili, il mio fidanzato si occupa di tutte le spese di consumo di casa, luce gas acqua e riscaldamento, non potrebbe vivere in quella casa senza il suo aiuto economico, e praticamente non gli rimane un soldo dato che percepisce uno stipendio di 1300€. Ora è saltato l'impianto elettrico molto vecchio e non a norma e la spesa non è rimandabile.
    Doveva davvero corrispondere un affitto alla sorella pur essendo proprietario anche lui?
    Ringrazio anticipatamente
    Caterina
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Direi che il figlio è ospite della madre e come tale non deve nessun affitto.
    Direi che la presenza di un figlio vicino alla madre anziana è un sensibile aiuto e giovamento per la madre.
    Direi che così rappresentata, la richiesta della sorella è incomprensibile.
    Al decesso, il più tardi possibile, della madre, potrebbe essere chiamato a pagare l'affitto del 50%, quota spettante alla sorella.
     
    A Antennaria, Panketty, Franca68 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    PER PANKETTY
    Sulla Carta , sono proprietari in 3 , e se alla Sorella , in questi anni niente e' stato corrisposto,
    Mi sa che (fiscalmente e NON Umanamente), Tutti I Torti La Sorella NON Ce Li Ha, Le quote Saranno O Il 50% Della Mamma ed il restante 25% e 25% ai 2 Fratelli oppure il 33% a Testa. quindi Moltiplicato per gli anni ,dalla Morte del Padre NON e' Pochissimo.. o No..? Quando c'e' un Usufruttuario ed un NUDO Proprietario Le Spese Straordinarie Spettano in Toto a quest'ultimo, Ma NON e' questo Il Caso qui i Proprietari sono 3 e L'affitto di Norma ci dovrebbe essere stato
     
  4. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sono pienamente d'accordo con Betty Boop. Un coerede che gode dell'immobile deve agli altri eredi un "tot" per tale godimento. A parte i casi umanitari.
     
  5. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Io ho sotto inteso, ma forse ho sbagliato, che la madre sia in quella casa con il diritto di abitazione in forza del fatto di essere vedova del marito che era il proprietario originale. Quindi la madre ha diritto di abitare tutta la sua vita. Il figlio, ho pensato, essere ospite della madre.
     
    A Panketty piace questo elemento.
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    la mamma in casa sua può ospitare chi vuole. e poi un terzo di quale canone vorrebbe la sorella? se l'appartamento fosse stato libero e quindi affittabile, sarei d'accordo con lei il fratello unico a godere del bene le dovrebbe l'affitto ma in questo caso nell'appartamento c'è la mamma e dunque lei non ne avrebbe potuto ricavare alcun canone. a prescindere dal contributo in casa la sorella (?) dovrebbe esser contenta di sapere la mamma assistita in tutti i sensi. altro che affitto!
     
    A Panketty e SANDRAPAGANIN piace questo messaggio.
  7. Antennaria

    Antennaria Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    per PanKetty, fai un giretto di ricerca nel forum ... troverai tante indicazioni sulla domanda che hai posto...
    se l'abitazione dove vive il tuo fidanzato con la madre è la casa familiare, la madre ha in ogni caso il diritto d'uso (o come usufruttuaria o come diritto di abitazione) pertanto trovo corretta la risposta di "Adriano Giacomelli" : può ospitare chi vuole
    e nessun affitto è dovuto alla sorella.
    Non dici se la casa può essere divisibile, e quindi essere idonea o meno ad ospitare più nuclei familiari. :domanda:
     
  8. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a Tutti
    Chiedo Lumi e quindi ,domando, La Mamma ha 71 anni NON e' Matusalemme, oppure e' sulla Carrozzina a Rotelle, dal Momento che alla Sorella Viene chiesto un Contributo per Le spese dell'impianto elettrico nuovo, rifletto e dico. chi e' che paga L'ICI e tutte le spese relative per La Manutenzione..? Dato che Fino ad oggi ci sono stati in Due( Madre + Ospite NON Pagante,che si fa lavare e stirare La Camicie da Mamma') a Godere del Bene che e' di tutti e Tre..? Scusate Ma avere un immobile in Eredita' , anche se per quote, Vuol dire solo farne Le spese..? Non sono di questo avviso ,Mi spiace . Se Vogliono Il Contributo Pagassero L'affitto per 1/3 altrimenti pagatevi L'impianto Voi Due, Mammina e L'ospite
     
    A Ide piace questo elemento.
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sela mamma è restata, come forse sbagliando ho capito io, nella casa coniugale sulla quale ha un evidente diritto di abitazione cosa dovrebbe pagare? in quanto alle spese se sei proprietario di qualcosa vanno di conseguenza. secondo te pagano tutto mamma e ospite e poi lei alla morte della mamma si becca tutti i benefici? ci vorrebbe correttezza da entrambe le parti, secondo te la sorella pagava quando in casa c'era anche lei e la casa non era la sua? per come la vedo io il fratello provvede a tutte le necessità di tipo organizzativo (che so accompagnamento a visite mediche, spesa e/o altro) della mamma e la sorella lascia tutti in pace fino al momento in cui i proprietari saranno due e divideranno di conseguenza. ragionando per assurdo se il fratello se va lei è pronta a sostenere economicamente la madre?
     
    A Panketty e SANDRAPAGANIN piace questo messaggio.
  10. mtr

    mtr Membro Attivo

    Per prima cosa, la legge permette ad un proprietario di abitare la 'quota spettante' dell'immobile in comproprietà. Dunuqe il fratello può affermare di occupare gli spazi a lui pertinenti -immagino: una stanza, parte della cucina, bagno.
    Parlo per esperienza diretta di un mio cliente, tanto per precisare.
    In secondo luogo, essendo sua proprietà, non deve riconoscere un affitto ad alcuno.
    Terzo, le spese straordinarie sono SEMPRE a carico della totalità dei proprietari.
    Ultimo non meno importante: la Signora, mamma, viene accudita con costante presenza e spese sostenute dal figlio: come mai la sorella non si è posta il problema di essere lei a dover partecipare alle spese di mantenimento eaccudimento della mamma?
     
    A Panketty, Franca68 e funkyman63 piace questo elemento.
  11. Panketty

    Panketty Nuovo Iscritto

    Grazie mille per le risposte, preciso alcuni dubbi, la madre è abile, ma non potebbe stare in quella da sola e mantenersi con una pensione minima, quindi il figlio contribuisce al mantenimento suo e della madre e tutti agli altri doveri come è giusto che sia, inoltre finchè ha potuto ha sostenuto spese straordinarie da solo, ma ora la spesa per un intervento importante e improrogabile ai fini della vivibilità della casa è fuori dalla sua portata. La casa è stata l'abitazione coniugale ereditata alla morte del padre proprietario originale. La casa come è al momento non può essere idonea a sostenere più nuclei famigliari se non dopo una ristrutturazione in toto.
     
  12. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Cosa vuol dire che non sei di questo avviso? Leggiti quello che hanno scritto con cognizione di causa gli altri partecipanti. Dal tono del tuo messaggio mi viene il sospetto che tu sia...la sorella e figlia.
     
    A arianna26 e SANDRAPAGANIN piace questo messaggio.
  13. mtr

    mtr Membro Attivo

    Appunto.. quindi mi sentirei di sostenere ulteriormente la parte del fratello.
    Mi tengo sempre possibilmente cauta nelle risposte, ma sappi che non è necessario che l'abitazione sia divisa fisicamente: al mio cliente è bastato sotenere di occupare solo parte dell'immobile, il suo 33% -nella fattispecie è proprio la stessa quota...
    La sorella a mio avviso deve rivedere il proprio desiderio -mi permetto..- di deresponsabilizzarsi economicamente. A tutti fa piacere sentire il portafoglio gonfio.. però se un bene è di tua proprietà, hai dei doveri.
     
    A Panketty piace questo elemento.
  14. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per Mtr
    Chiedo , se Il Fratello occupa come e' suo diritto il 33%, ma alla sorella non tocca Nulla..?Lei parla di doveri OK ma diritti nulla..? Cioe ' solo le spese di Manutenzione..? ed il il Mancato godimento della Sua Quota ,Nessuno ,Lo considera..? O meglio ..se e' giusto pagare per Mantenere in buone condizioni ,ed a Norma questo Immobile , ma, averne un riscontro..anche Minimo No?:soldi:



    PER Giafranco Elly .
    Le rispondo sul grado di Parentela ,che pareva incuriosirla , Infatti e' vero Io sono sia figlia che sorella , Ma della Mia Mamma che e' autonoma ed indipendente ( Per fortuna ) , sono Io ad occuparmene, pur vivendo vicina e Non con Lei, ho una Sorella, che ogni tanto, si ricorda di Telefonarle , quindi La situazione NON e' La stessa
    Mi scusi , Lei afferma che gli altri hanno scritto con cognizione di causa, immagino sia d'accordo con Loro, siamo in democrazia, (spero ancora per qualche tempo) ha riflettuto sul fatto che anche La sorella che Non abita la casa, ha diritto ( come gli altri due) a godere della propria quota del suo immobile,oltre ovviamente , a doverne sostene i costi di Manutenzione, e nessuno ha considerato questo..? Ma i " Bamboccioni":shock: di Padoa Schioppa quanti sono..?
     
  15. Panketty

    Panketty Nuovo Iscritto

    Se il mio findazato se ne andasse di casa, la sorella avrebbe dei doveri che ora non ha, altro che diritti ! Le toccherebbe contribuire al mantenimento e pagare la spese straordinarie, dato che ambedue sono concordi per farla riamanere nella casa di famiglia più a lungo possibile, su queste questioni personali non entro in merito. Ma svincoliamo dal personale su cui non siamo concordi io non sono un'esperta quindi rivolgo a chi lo è per capire cosa dicono le leggi.
    Grazie a tutti
     
  16. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per PanKetty
    Riguardo all'immobile , infatti si Parla, Nel Codice Civile,riguardo alla proprieta', in piu' Parti ,sia di Diritti che Di Doveri e
    di questi Ultimi Infatti Fanno Parte Le Spese di Manutenzione del Proprio immobile per mantenerlo in Buono Stato, Ma Gentile Signorina , sono citati molto chiaramente,anche I Diritti , a mettere a frutto La propria quota, nei termini di legge,e Mi Pare di avere Capito ,Pur Non entrando nel Merito del Personale , che La Sorella del Suo Ragazzo , Non riscuota nemmeno un centesimo dalla Sua Quota di Proprieta' , quindi , Per Le Spese :soldi:La Chiamate in Causa e per riscuotere quanto Le spetterebbe ,invece, No ?:domanda:
     
    A maidealista piace questo elemento.
  17. mtr

    mtr Membro Attivo

    Capisco i dubbi, il desiderio che un bene 'renda'.
    Ma credo che l'unica soluzione sia quella di metterlo in vendita e dividere in 3, se proprio non si vuole fare l'investimento per mantenerlo -che poi è obbligo di legge- e si desidera 'lucrare'.
    Ripeto: il fratello mi sembra che 'paghi' più di un affitto, occupandosi atempo pieno della madre e devolvendo i propri introiti per il proprio e di lei mantenimento.
    La sorella non mi sembra che accudisca alcuno e inoltre non 'scucia una lira', per una 'mamma' che è pure lei un 'bene comune' - e che bene!
    Allora: vogliamo mettere sul piatto un po' tutto? Altrimenti facciamo un ragionamento parziale, mi sembra.
     
  18. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    PER Mtr
    Per Favore , puo' leggere meglio , vedra' scritto a chiare Note che La Mamma e' perfettamente autonoma e NON Ha alcun bisogno di assistenza, ne' di pietismi. A Panketty, Mtr. Lei ha comunque risposto, il 33% e' senza alcun dubbio della Sorella. OK
    Quindi , per rientrare nell'argomento "Legge" al quale, parte interessata Panketty,che desidera, con ragione , espressamente delle risposte chiare , vogliamo dire ,una Volta per Tutte ,che insieme ai Doveri ci sono anche i Diritti (della Sorella) che vanno rispettati..?
     
  19. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    i diritti di godimento cominceranno quando cesserò il diritto di abitazione della mamma.



    non credo che la sorella sia stata cacciata fuori, dunque se ha rinunciato a quanto aveva in precedenza trasferendosi altrove deve pagare il fratello che assiste la mamma godendo della sua "ospitalità"? la sua quota di casa però la mantiene.. troppo comodo.. a me questa tipa sembra tanto una persona egoista. se uno dei miei fratelli assistesse i miei io gli farei ponti d'oro!
     
  20. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per Betty Pop La democrazia non vuol dire non rispettare le leggi (anche se oggi è di moda). Antennaria e Giacomelli parlano del DIRITTO di abitazione della madre perchè è la casa coniugale. Tutte le altre affermazioni ("il fratello deve pagare perchè ritengo che sia giusto così") sono pareri che non servono per risolvere la domanda di Panketty
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina