1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    dunque trattasi di successione di un appartamento,siccome la sorella ha avuto già la sua casa quando la mamma era in vita ora venendo a mancare la signora la casa dove abitava dovrebbe andare solo al fratello come da accordo verbale tra la mamma e i figli cioè fratello e sorella,ora se la sorella in fase di successione rinuncia alla sua parte questa va automaticamente al fratello che accetterebbe?o magari conviene fare un atto a parte dal notaio dove la sorella dichiara di rinunciare alla sua quota?spero di essere stato chiaro nel mio modo di esprimermi e vi ringrazio già da ora
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    La rinuncia all'eredità, ai sensi dell'art. 519 c.c., deve farsi per atto pubblico (notaio) o con atto ricevuto dal Cancelliere del Tribunale.
    E' opportuno fare la rinuncia prima della presentazione della denuncia di successione o comunque prima di dividere l'eredità.
    saluti
    jerry48
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Scusa alfonso, ho omesso di citare la cosiddetta "rappresentazione", cioè se tua sorella ha figli, è più problematica la rinuncia, cioè subentrano i figli.
    saluti
    jerry48
     
  4. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    anche se minorenni?
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì, pensa che possono ricevere per testamento i figli di una determinata persona vivente al tempo della morte del testatore, benchè non ancora concepiti.
    saluti
    jerry48
     
  6. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Conviene che la sorella accetti e susseguentemente si cosigli con un notaio per il tipo di rogito da stipulare per la cessione della quota, ponderando il minor spreco di soldi e la migliore soluzione per non avere problemi futuri di ricorsi e vari diritti spettandi ai rappresentanti (8figli 9) della sorella.

    Ciao salves
     
  7. erwan

    erwan Membro Attivo

    no, qui la rappresentazione non c'entra
    qui si parla di trasmisione del diritto di accettare una successione legittima
     
  8. erwan

    erwan Membro Attivo

    in questo caso è chiaro che la rinuncia da parte dei figli minori della sorella non potrebbe essere autorizzata dal giudice;

    è quindi necessario procedere come ha risposto salves.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina