• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

gigasta

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buona sera forumisti,
lo stabile in cui abito è in pieno centro storico, quindi con palazzi e civici a ridosso uno dell'altro con amministrazioni diverse.
Nel mio stabile infatti vi è una porzione di falda di copertura, con relativa gronda, che oltre a raccogliere le acque meteoriche della nostra falda A raccoglie anche quella di altre 2 porzioni di falde che appartengono a 2 condomini diversi B e C, ortogonali al nostro.

Nel mese di settembre si è ostruito l'imbocco del pluviale con conseguente sversamento di acqua e relativo allagamento del vano scale del condominio B, le cui aperture di ventilazione (senza nessun tipo di serramento a chiusura) si trovano immediatamente a ridosso del pluviale otturato.
Il nostro amministratore ha fatto intervenire urgentemente una ditta per risolvere il problema (causato tra l'altro da un manufatto "umano" appartenente ad un residente delle mansarde del condominio C con una finestra che affaccia sulla falda del condominio B.
Il mio dubbio è il seguente: il nostro amministratore ha provveduto a saldare l'intervento, essendo stato richiesto da lui e riguardante la nostra gronda, però è intenzionato a ribaltare il costo sul condominio "colpevole dell'ostruzione" richiedendo inoltre di essere mallevato da una eventuale richiesta danni da parte del condominio B; finora mi risulta che il condominio C non abbia dato notizie e risposte di nessun genere; qualora diventasse impossibile la strategia del nostro amministratore (l'intervento è costato circa 150,00 € e intraprendere una eventuale mediazione mi pare assurdo) a vostro parere il costo dell''intervento è suddivisibile tra tutte e tre le amministrazioni considerando che le altre 2 hanno una porzione di falda che scarica nella nostra gronda e relativo pluviale?
Mi scuso per la lunghezza del post e mi auguro di essere stato sufficientemente chiaro.
Ringrazio anticipatamente chiunque di voi voglia dare risposta al quesito.
giacomo
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Sarebbe gradita una planimetria della copertura, ma ritengo superflua la disamina del problema, vista l'entità del contendere, salvo che non si voglia risolvere un questione di principio.
 

gigasta

Membro Attivo
Proprietario Casa
Si Gianco, grazie per la risposta, indubbiamente la cifra in contendere è quasi irrisoria; per quanto mi riguarda considero il tutto più una questione di principio. Avesse avuto l'intervento anche solo un costo di 20,00 euro se è una cifra che si può ripartire ritengo corretto che così sia, soprattutto considerando che il condominio C richiederebbe anche 1,00 euro qualora gli spettasse. Purtroppo sovente, quando l'entità del contendere è minima, si tende a "lasciar correre", ma non è nel mio modo di essere (mentre invece credo lo sia per il nostro amministratore) . Per la planimetria ..... cercherò tra le carte e vedrò se riesco ad inserirla, non avendolo mai fatto.
giacomo
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non servono planimetrie se il resoconto ė preciso... ma dovresti chiarire la natura del manufatto che ha causato l'ostruzione e se esiste possibilità che si ripeta l'evento.

Se esiste un "colpevole" che ha determinato l'ostruzione il danno gli compete.

Male ha fatto l'amministratore di B a far eseguire un lavoro in cui doveva decidere anche tal condòmino o, al limite il Condominio C.

La questione e se tal soggetto sia disposto a riconoscere la colpa e ripianare l'esborso.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E' sufficiente anche uno schizzo illustrativo che rappresenti i lotti ed i fabbricati con le coperture a falda, il loro senso della pendenza, la grondaia ed il pluviale.
 

gigasta

Membro Attivo
Proprietario Casa
Falde 3 condomini.jpg Manufatto che ostruiva.jpg manufatto rimosso.jpg

Spero che le immagini si carichino e siano intelleggibili.

Diramaz, l'intervento è stato fatto eseguire dal mio amministratore (condominio A, proprietario della gronda che sversava) con una certa urgenza visto le piogge che si sono susseguite in un periodo di settembre, il continuo allagarsi dei pianerottoli del vano scala del condominio B con conseguente insistenza da parte dell'amministratore di tale condominio per risolvere il problema.

Solo ad intervento in atto si è scoperto che la causa dell'ostruzione (si immaginava fossero piume o sterco di piccione, se non addirittura un piccione morto) era il fondo di una bottiglia che residente nel condominio C utilizza per realizzare fiori di plastica. Scoperto ciò l'amministratore ha preferito far rimuovere il tappo comunque, piuttosto che rimandare ad altro giorno la rimozione, per evitare ulteriori sversamenti.
 

gigasta

Membro Attivo
Proprietario Casa
...ed il tutto e causato da una finestra sul muro laterale del condominio C, sul cui davanzale vi sono altri "fiori di plastica" realizzati con scarti di bottiglie. Il mio amministratore ha già richiesto che vengano rimossi per evitare problemi futuri, soprattutto considerando che vi era già un'altra corolla pronta a scivolare nella gronda!

Falde 3 condomini.jpg
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Certamente, avete la prova che il colpevole è l'artista o meglio il condominio al quale appartiene. Sembra strano che queste espressioni artistiche "passeggino" sul tetto ed in occasione delle precipitazioni vengano convogliate in quel pluviale che a percorrerlo fa venire il mal d'auto per cadere nella vostra grondaia. Ma la prova è inconfutabile.
Non sarà che l'artista ha un rivale che gli rema contro? Nei condomini c'è d'aspettarsi di tutto.
 

gigasta

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non credo Gianco, perché in realtà il fondo di bottiglia non arriva dalla falda del condominio C (diversamente avrebbe probabilmente otturato il pluviale che presenta i due gomiti) ma da una finestrotta posizionata nella parete perimetrale, laterale alla facciata in foto e che da sulla falda del B. Sono fiori le cui parti sono incollate tra loro, probabilmente vento, sole e pioggia hanno fatto si che la corolla si staccasse dal gambo ....ed arrivasse a far da tappo al nostro pluviale. Grazie della cortese risposta.
giacomo

Fiori di plastica.jpg
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se prima dell rimozione è stata fatta perizia, documentata prova o esistono testimoni disponibili ...potete presentare il conto o citare in causa.
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ma un po di solerzia e buon senso da parte dei tre amministratori di A-B-C senza rompere i cabassisi ai rispettivi condomini è forse chieder troppo?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto