1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' ufficiale la proroga dei versamenti imposte di cui a Unico 2016 dal 16 giugno al 6 luglio per i contribuenti soggetti agli studi di settore.
    Questa proroga era stata concessa anche gli anni scorsi, e io ne ho beneficiato in quanto dichiaro un reddito di partecipazione (quadro RH di Unico) in una s.a.s. soggetta appunto agli studi di settore. Su questo reddito pago l'IRPEF e utilizzo la quota di mia pertinenza delle ritenute d'acconto subite dalla società partecipata.
    Inoltre dichiaro in Unico dei redditi di fabbricati (quadro RB), in parte tassati con cedolare secca.

    La domanda è la seguente:
    la proroga riguarda solo il versamento di IRPEF e relative addizionali, il cui calcolo dipende anche dal reddito di partecipazione nella s.a.s. soggetta agli studi di settore?
    oppure riguarda anche la cedolare secca, che è essendo un'imposta sostitutiva non ha nulla a che fare con gli studi di settore e relativa IRPEF?

    L'anno scorso ho usufruito della proroga per tutti i versamenti: IRPEF e addizionali + cedolare secca.
    Quest'anno mi è venuto il dubbio. Penso sia meglio pagare entro domani 16 giugno la cedolare secca, e usufruire della proroga solo per le imposte il cui ammontare dipende anche dalla partecipazione nella società soggetta agli studi di settore (per la quale non ho ancora i dati definitivi).

    Vi pare un ragionamento corretto?
    Grazie per eventuali risposte!
     
  2. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    Sono anche io un contribuente soggetto a studi di settore, pago ogni anno in sei rate le imposte derivanti da unico; io credo che la discrimina stia proprio nella qualifica del contribuente e quindi il ragionamento corretto a mio parere è quello dello scorso anno, naturalmente con interessi.
     
    A uva piace questo elemento.
  3. clemente

    clemente Membro Attivo

    Professionista
    P.S. naturalmente se si sceglie la soluzione in 6 rate.
     
  4. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie per la risposta.
    Io preferisco pagare in un'unica soluzione alla scadenza indicata, attingendo dai risparmi accantonati durante l'anno.
    Effettivamente ho sentito alcuni pareri secondo i quali se il contribuente è soggetto agli studi di settore (perché ha redditi di partecipazione, di impresa, ecc) può usufruire della proroga per tutti i versamenti connessi al suo mod Unico. Quindi anche per la cedolare secca. Infatti negli anni passati mi ero comportata così.
    Però quest'anno mi sono chiesta: cosa c'entrano i redditi da locazione soggetti a cedolare secca con gli studi di settore?!? Proprio nulla!
    Allora ieri ho pagato il dovuto per la cedolare secca (saldo 2015 e primo acconto 2016). Mentre pagherò IRPEF e addizionali (che calcolo anche sul reddito di partecipazione in una società soggetta agli studi di settore) entro il 6 luglio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina