1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Salve. Vorrei da voi sapere come sono definite nel dettaglio le spese funebri e qual è il massimo da indicare in dichiarazione. Grazie.
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Per le spese funebri spetta una detrazione pari al 19% della spesa sostenuta. La detrazione è consentita solo se l’importo non supera euro 1.549,37 per ciascun familiare deceduto e se l’ammontare della spesa sostenuta è documentato da apposita fattura indicante gli importi corrisposti.
    Sono comunque detraibili solo le spese funebri sostenute per i familiari indicati nell’art. 433 del Codice civile, e cioè:
    il coniuge;
    i figli legittimi e legittimati, naturali e riconosciuti, adottati, affidati od affiliati;
    i discendenti dei figli;
    i genitori e gli ascendenti più prossimi;
    i fratelli e le sorelle;
    i suoceri e le suocere
    le nuore ed i generi.
     
  3. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Vuoi dire che se l'importo supera euro 1.549,37 la detrazione non è consentita? Possibile?
     
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    No, intendo dire che l'importo massimo ammesso in detrazione non può superare il limite di euro 1.549,37.
     
  5. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Grazie, mi sembrava strano. Ne deduco che se la somma degli importi delle fatture è ad es. di € 2.000, nel campo riservato alla spesa indico, arrotondando all'euro, 1.549.
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Se però, nello stesso anno, si verificano nell'ambito familiare due lutti (bi-corna) si possono avere due spese da portare, al 19%, in detrazione (consolazione).
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La norma è l'art. 15, comma 1, lett. d) del TUIR:
    "Dall'imposta lorda si detrae un importo pari al 19 per cento dei seguenti oneri sostenuti dal contribuente, se non deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo:
    (omissis)
    d) le spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone indicate nell'articolo 433 del codice civile e di affidati o affiliati, per importo non superiore a 3 milioni di lire per ciascuna di esse;"
    La detrazione compete quindi nel limite massimo attuale di 1.549,37 euro. Tale limite non deve intendersi riferito al periodo d’imposta, ma a ciascun decesso.
    La spesa funebre va sempre portata in detrazione dal soggetto che l’ha sostenuta e può essere detraibile frazionatamente dall’imposta di più persone, ancorché il documento contabile (ricevuta o fattura quietanzata) sia intestato o rilasciato a una sola persona, a condizione che nel documento contabile originale sia annotata una dichiarazione di ripartizione della spesa sottoscritta dallo stesso intestatario del documento.
    Le spese funebri devono rispondere a un criterio di attualità rispetto all’evento cui sono finalizzate e sono pertanto escluse quelle sostenute anticipatamente dal contribuente in previsione delle future onoranze funebri ad esempio l’acquisto di un loculo prima della morte.
    Sono detraibili le spese somme effettivamente versate nel periodo d'imposta, applicando il principio di cassa, senza tener conto della data degli eventi luttuosi.
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Mi fa ridere quando ancora anche nel cedolino pensioni ti mettono tot. € equivalente a lire....
    Ma chi l'ha più vista la lira?
    Non c'è bisogno di specificare: pensione di 1 milione di lire equivalente a € 516 e rotti...
     
  9. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    La mia domanda invece è questa. Che significa:
    "Tale limite non deve intendersi riferito al periodo d’imposta, ma a ciascun decesso".
    Io avrei scritto: "Il limite è riferito all'anno di imposta e ad ogni decesso".
    Quindi se nell'anno di imposta ho pagato due volte le spese funebri l'anno dopo non posso dichiarare spese funebri per più di 2 * 1.549,37 euro, ossia 3.098,74 euro. O sbalio?
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    In pratica: se nell'anno 2014 si sono verificati 2 decessi, si può, nella dichiarazione dei redditi che si andrà a presentare nel 2015, usufruire della detrazione del 19% della somma totale di € 3.098,74.
    E se si dovessero, nell'anno 2015, verificare altri 2 decessi, nella dichiarazione del 2016
    relativa all'anno di imposta del 2015, si può usufruire della stessa somma.
    Mia interpretazione.
     
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    di una somma NON SUPERIORE a € 3.098,74.
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Implicito.
     
  13. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao Jerry 48, non ho ben capito gli importi. Il 1549.37 è riferito all'importo che si può detrarre (quindi spendo diciamo 8000 euro e al 19% detraggo 1520?) , oppure bisogna fare il 19% di 1549.37 e quindi vado a detrarre euro 294,38? grazie
     
  14. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Nelle istruzioni non deve esserci nulla di implicito.
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il mio "della somma totale di € 3.098,74" era riferito alla deducibilità consentita per ogni decesso, ed ecco il perchè del mio "implicito".
    Le istruzioni devono essere facilmente interpretabili, ma purtroppo i "nostri" godono nel renderle in maniera più difficili da interpretare.[DOUBLEPOST=1411391595,1411391476][/DOUBLEPOST]
    E' così.
     
  16. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Io godo quando non c'è bisogno di interpretare le istruzioni , le stesse quindi possono essere tradotte in varie lingue.
     
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Non posso risponderti altro se non: hai ragione.
     
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E avresti sbagliato. L'anno d'imposta conta solo per il fatto che sono detraibili le spese effettivamente pagate in quel periodo. Anche se quei decessi non si sono verificati in quel periodo.
     
  19. rippley

    rippley Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie mille Jerry
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina