1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Fabrisco74

    Fabrisco74 Ospite

    Salve a tutti,

    Sono nuovo del forum e ho deciso di scrivere perché non ho trovato risposta alla mia situazione.

    Ho la possibilità di comprare la casa attigua alla mia. L'obiettivo immediato e' quello di avere più spazio, per il futuro quello di avere una seconda casa da dare a uno dei miei 2 figli.
    Quindi intendo unire fisicamente i due appartamenti (basta abbattere un muro). Ovviamente vorrei cercare di Non incorrere in tutti gli oneri di una seconda casa. Inoltre sono disposto a pagare i costi fissi delle doppie utenze, ma vorrei pagare le aliquote per KWh (luce), m3 ( acqua e gas) ai prezzi della prima casa.
    La mia idea sarebbe quella di lasciare le 2 case catastalmente separate, così come le utenze e di intestare la casa ai miei 2 figli (50 e 50) in modo da pagare tutto: tasse di acquisto, Tari, Tarsi e utenze come prima casa.
    È' fattibile? Qualcuno mi sa dire pro e contro di questa soluzione?

    Grazie
     
  2. Fabrisco74

    Fabrisco74 Ospite

    Una precisazione: i due figli sono piccoli, lontani dalla maggiore età
     
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Premessa della separazione catastale è che i due immobili restino separati dal muro. In tal caso la casa acquistata sarà un'abitazione a disposizione con tutte le conseguenze del caso: energia elettrica e gas con contratto come non residente.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  4. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La mia seconda figlia l'ha fatto col risultato che siamo stati costretti
    a passare dalle classe 2 ( i dieci alloggi del condominio sono tutti in classe 2) alla classe 3 con un risvolto di poco conto, per ora.
    Ti consiglio come segue:
    1) Compra pure l'alloggio attiguo uniscilo e tutto diventa prima casa,
    2) Quando il primo dei tuoi figli potrà abitarlo, dividendolo solo
    con una parte mobile di cartongesso o anche un mobile qualsiasi,
    ve ne starete tutti tranquilli...
    3) Quando passerai dall'altra parte se lo divideranno con o senza testamento...
    4) Se una volta abbattuto il muro, vuoi affittarlo ( mia figlia l'ha fatto...) basterà la parete di cartongesso per la privatezza dei due gruppi e per la registrazione del contratto aspetta i pareri degli altri
    propisti più addentri nella materia...
    Aguri. Quiproquo.
     
  5. propens

    propens Nuovo Iscritto

    Professionista
    Per unire fisicamente i due appartamenti (abbattendo il muro) credo che occorra l'assenso del condominio, in quanto il muro di confine rappresenta una delle parti comuni del condominio.
     
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo di no...una volta acquistato l'alloggio confinante mia figlia
    ha fatto intervenire solo un geometra per la progettazione, l'assistenza e l'accatastamento indispensabile e obbligatorio.
    Al Condominio (amministratore) è stata fatta solo una comunicazione nei modi e nei termini previsti dalla legge o dalla prassi. Vedrai che ci saranno altri interventi più specifici del mio.
    Saluti. Quiproquo.
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Come no, occorre rifare le tabelle dei millesimi!
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non esiste un prezzo del gas per uso residente e un altro prezzo per uso non residente.
     
  9. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Era scontato...ciò...quiproquo...!!!
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Vero, mi sono confuso con l'acqua.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è detto che esistano tariffe differenziate per l'uso domestico residente o non residente.
     
  12. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Infatti in alcuni Comuni esistono.
     
  13. propens

    propens Nuovo Iscritto

    Professionista
    Le tabelle dei millesimi dovrebbero essere a carico del condomino che ha realizzato la fusione delle due unità. Sapete dirmi se l'amministratore ha l'obbligo di invitare lo stesso condomino alla nomina di un tecnico per la redazione delle nuove tabelle?
     
  14. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La nomina deve essere fatta con delibera dell'assemblea, quindi il condòmino ha il diritto di essere convocato.
     
  15. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non credo che ci sia un obbligo specifico dell'Amministratore di incaricare un tecnico. Credo sia la parte interessata a farsi carico di un geometra per l'accatastamento e successivamente sulla base del nuovo valore catastale computare i nuovi millesimi che a lume di naso dovrebbe essere la somma dei due millesimi precedenti...Tale somma credo sia di competenza dell'Amministratore che aggiornerà il registro
    dei millesimi...Mia figlia questo fece. qpq.
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il muro sarebbe condominiale solo se fosse portante o perimetrale al fabbricato. Generalmente i fabbricati con oltre tre piani hanno una struttura in cemento armato e le murature interne sono di spessore adeguato per separare le unità immobiliari, cm 20, 25, mentre quelle che separano gli ambienti interni sono costituite da tramezzi di spessore ridotto, 10 cm.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  17. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Perchè? Non c'è un aumento della superficie o modifiche tali da interessare il condominio. Basta semplicemente sommare i millesimi delle varie tabelle.
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non ne sono certo, anche se sembra plausibile. E certamente si può dire che i millesimi del nuovo immobile non possono essere tanto lontani dalla somma dei due vecchi uniti.
     
  19. Fabrisco74

    Fabrisco74 Ospite

    Provo a riassumere i punti salienti di mio interesse.

    1. Nessuna autorizzazione condominio perché non è muro portante solo divisorio tra i 2 appartamenti che sono miei.
    2. Necessità di rifare le tabelle millesimali. Da capire se basta sommare i millesimi dei 2 appartamenti oppure servono complicati calcoli e bisogna pagare qualcuno per farlo.
    3. Il punto per me principale. Come non pagare oneri da seconda casa. Accatastamento come unico appartamento. Chi è in grado di seguire questa pratica? L'architetto?
    4. Utenze. Ho capito che per Enel, dovrebbe bastare collegare le utenze su unico contatore e eventualmente aumentare l'impegnato. Non mi è chiara la situazione per gas ed acqua. Considerate che i contatori gas sono vicini in quadro condominiale a piano terra, mentre i contatori acqua sono distanti ognuno nel suo appartamento. Secondo me per il gas chiedo alla società di fare una derivazione per usare un solo contatore. Per l'acqua nessuna modifica, pago la somma delle letture dei 2 contatori. Che dite?

    Grazie
     
  20. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Paghi una fattura per ogni contratto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina