• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
buongiorno a tutti
ho un vecchio casolare in campagna in parte inagibile
pochi gg il comune mi chiama in maniera ufficiosa e mi dice che dovrei regolarizzare la mia posizione relativamente ad un pozzo per il quale ho il collegamento.

esso è relativamente utile... in genere fornisce si e no 500 litri di acqua giornalieri
nei periodi più buoni e la metà o meno ancora nei periodi di "secca"

la casa ovviamente non la sto utilizzando e l'acqua non viene usata ad uso domestico
solo raramente viene usata per innaffiare qualche pianta, ma ultimamente nemmeno questo

ora mi dicono che la pratica di uso alla provincia/regione non mi costa nulla e se l'uso è "privato" non si paga nulla

la regione marche e provincia di macerata

qualcuno sa info più dettagliate?

altrimenti cerco di svincolarmi all'uso di questo pozzo, visto e considerato che ho comunque una servità attiva che me ne fornisce molta di più e per la quale non credo dovrò mai pagare nulla
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
il comune mi chiama in maniera ufficiosa e mi dice che dovrei regolarizzare la mia posizione relativamente ad un pozzo per il quale ho il collegamento.
In cosa consiste la regolarizzazione? Se è limitato al solo censimento senza altro onere, ti consiglio, visto che esiste ed a suo tempo è costato realizzarlo, di metterlo in sicurezza e tenerlo d'acconto per i periodi siccitosi o di inefficienza della condotta attuale. Una pompa sommersa è un attimo attivarla.
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Ciao Gianco

la cosa che mi risulta molto strana è questa...
praticamente il pozzo non è nel mio "terreno" ma è collocato su terreno comunale

sono andato a vedere gli atti di acquisto della casa e risulta una servitù per me attiva (cioè posso avere l'acqua) da parte del comune

ora però non sò se riguarda questo pozzo per il quale stanno parlando visto che sò da quello che mi aveva detto mio padre che ce ne erano più di uno (purtroppo lui non c'è più e non me le può dire queste cose... che alla fine saranno cmq risolvibili)

non ho nemmno idea di chi lo abbia realizzato credo lo abbia fatto il comune a suo tempo
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
la regione marche e provincia di macerata
ogni regione/provincia ha la sua autonomia decisionale in fatto di gestione delle acque sotterranee ma tutto è disciplinato dal DLGS 152/2006 "testo unico in materia ambientale". Tale decreto ha sostituito la Legge 36/1994 detta "Legge Galli" (Disposizioni in materia di risorse idriche).
Regolarizzare la posizione potrebbe significare integrare i dati che l'ARPA di solito chiede richiede: posizione ed ubicazione del pozzo sulla Carta Tecnica Regionale, data di esecuzione, dimensioni e profondità, stratigrafia, livello statico, livello dinamico, posizione dei filtri, modello e tipo di pompa, analisi delle acque, contatore ecc.. ecc... .
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
grazie Luigi, è che praticamente non ho nessun dato ... forse li ha l'UTC
visto che il pozzo è sul loro terreno e probabilmente questo pozzo costituisce la servitu per me attiva (idrica)
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Per avere informazione più certe, devi avere più notizie certe, altrimenti si va su supposizioni che non portano a nulla, vedi con il Comune cosa e perché esiste questo vincolo
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
il vincolo l'ho letto negli atti
si dice chiaramente che ho una servitu da parte del comune

comunque a breve andrò al comune per capire bene di cosa si tratta
l'impiegato mi ha detto che non pago nulla
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
E' proprio per questo Gianco che non vorrei essere "fregato"
il pozzo me lo "cedono" ma con tutte le incombenze...
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
riporto le testuali parole:

Atto precedente al mio acquisto (usato dal notaio per trascivere la servitù)
"Le parti danno atto che a favore dell'immobile compravenduto esiste la servitù di presa d'acqua per usi domestici da prelevare dalla sorgente esistente sulla limitrofa proprietà del comune di ............... e potrà essere esercitata come per il passato"

Atto di acquisto "mio"
"Tenuto presente che la casa colinica è servità di acqua che proviene da una sorgente che nasce dalla residua proprità delle Ente Comunale e che è stato convenuto di far continuare detta servitù da esercitare come nel passato."

Senza aggiungere altro
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
è stato convenuto di far continuare detta servitù da esercitare come nel passato."
ma tu la usi l'acqua di sto pozzo? Se sì dormi tranquillo se no cerca di ricordare quando è stata l'ultima volta che hai usato l'acqua del pozzo. Sul pozzo c'è il contatore per vedere quanta acqua viene prelevata?
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
la uso molto saltuariamente
non c'è nessun contatore è roba vecchissima c'è una valvola si apre e riempe una cisterna nella quale poi c'è una pompa
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Allora, vai tranquillo, l'importante è che saltuariamente utilizzi la servitù, prelevando l'acqua dalla pozza o sorgente, nel senso che fra un prelievo e l'altro documentabili non trascorra più di vent'anni. Da quanto scrivi, riportato sugli atti l'unico tuo problema è mantenere attiva la tua condotta.
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
finalmente ho trovato un documento con il quale ho le idee più chiare...
nella zona limitrofa ci sono 4 pozzi
il pozzo n.4 nella mia proprietà (un pozzo freatico credo, visto che ha portata quasi nulla) nel quale confluiscono il pozzo n.3, n.2 e n.1

il pozzo n.1 e il pozzo n.2 su terreno comunale che portano acqua a me ma dei quali non ho servitu attiva

il pozzo n.3 (sempre su terreno comunale) è quello interessato da servitu

ora quando andrò in comune vediamo di quale pozzo parleranno
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Importante è, di non cadere nel pozzo, di risposte te ne sono state fornite, vai tranquillo che nessuno ti potrà dire il contrario al tuo diritto
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
il pozzo n.4 nella mia proprietà (un pozzo freatico credo, visto che ha portata quasi nulla) nel quale confluiscono il pozzo n.3, n.2 e n.1
più che pozzo è una cisterna. Io non ho mai visto pozzi freatici che ricevono acqua da pozzi artesiani. Sarebbe come ricarica la falda freatica.
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
si infatti ha la forma di un pozzo ma io lo definirei cisterna...
boh il geologo lo chiamo pozzo... ma effettivamente...
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Cisterna è un serbatoio dove si accumula l'acqua per utilizzarla nei momenti di necessità. Mentre il pozzo attinge l'acqua presente nella falda freatica presente sopra il primo strato di terreno impermeabile, si distingue dal pozzo trivellato che raggiunge falde più profonde e che talvolta la pressione presente nella falda proveniente da zone alte sulle colline circostanti provoca l'uscita spontanea dal pozzo. In tal caso siamo in presenza di pozzo artesiano.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buona sera a tutti, volevo fare una domanda.
Volevo sapere se un bene bcnc può essere donato?
iole ha scritto sul profilo di Pignata.
ho letto che hai accatastato molte piscine, puoi inviarmi qualcosa iolebenevento@gmail.com?
Alto