1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mellowly74

    mellowly74 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Domanda: se il condominio volesse fare istanza di usucapione su un terreno limitrofo, la decisione deve essere presa a maggioranza o all'unanimità?
    Grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Serve l'unanimità. Corte di Cassazione, Sez. II, 24 settembre 2013, n. 21826
     
    A Gianco piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    chi ne ha il possesso quel terreno, e a quale titolo?
     
  4. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se si chiede l'usucapione esiste un proprietario (privato o Ente) del terreno: chi sia e a quale titolo non interessa nessuno ...!
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    per chiedere l'usucapione di un immobile si deve dimostrare di averne il possesso per almeno 15 e addirittura 20 anni ininterrottamente
     
  6. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ... e la libera disponibilità per tutto il periodo, senza il pagamento di alcun corrispettivo ...!
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Non tutti i beni possono essere usucapiti: non lo sono, per esempio, i beni demaniali e del patrimonio dello Stato o di altri Enti territoriali (v. il Comune). Per esempio, non si può usucapire lo spazio di un parcheggio pubblico solo perché lo si è recintato e si è sempre parcheggiato in quel posto, con divieto a qualsiasi altra persona di utilizzarlo.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Condizione essenziale, art. 1158 c.c., è che il possesso sia pubblico, non occulto, incontestato e continuato, senza interruzione superiore all'anno, per vent'anni. Mentre in presenza di un atto trascritto, art.1159 c.c., il limite cala a dieci anni. Se si tratta di terreni agricoli posti in comuni montani nei quali l'estensione di almeno l'80% del territorio si trova sopra i 600 metri sul livello del mare, art. 1159 bis c.c., scende di cinque anni, ovvero quindici in assenza di atto trascritto e cinque con trascrizione.
    Come dice giustamente Jerry non si possono usucapire i beni demaniali e le strade classificate da comunali in su. Si possono, le strade vicinali ed i beni disponibili degli enti pubblici, terreni o fabbricati non di uso pubblico.
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  10. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Noi (6 palazzine da 12 appartamenti = 72 famiglie) prossimamente chiederemo l'usucapione del cortile che, attualmente, risulta essere di proprietà dell'IACP.
    Le palazzine sono state costruite ed assegnate nel lontano 1953; la vendita degli alloggi parte dal 1968 in poi...!
    Spero non ci siano disposizioni legislative contrarie, trattandosi di Istituto Autonomo Case Popolari ...!
     
  11. mellowly74

    mellowly74 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    La situazione è un po complessa. Si tratta di un condominio di 8 appartamenti e io sono la proprietaria di uno. Vi è presente un fazzoletto di terra che mi appartiene di cui pago le tasse ma che viene usato come area verde (c'è solo erba nient'altro) e un altro pezzettino che è tutt'uno con il cortile. Il condominio è nato da tre proprietari (tra cui mio padre)50 anni fa e solo da sette anni con la vendita degli altri appartamenti siamo arrivati a essere 8 proprietari e abbiamo costituito il condominio con tanto di codice fiscale. Ora c'è la diatriba su quel pezzo di terra che i nuovi proprietari vogliono avere. A me sinceramente non interessa quel pezzo di terra (tra l'altro inutile) e ho proposto di "regalarlo" al condominio con una vendita fittizia, ma con la richiesta di essere esentata dal pagamento dell'atto. Il condominio non ne vuole sapere e dice che si va dal notaio, io regalo e pago la mia quota di 160 millesimi dell'onorario e delle imposte. A questo punto gli ho detto che continuo a pagare i miei due euro di IMU all'anno e me lo tengo. ....anche se lo lascio usare al condominio.
    Niente da fare: loro vogliono la proprietà e vogliono fare istanza di usucapione da cui io mi dissocio. Adesso come funziona um usucapione? Se il condominio vuole intestarsi una proprietà non ci vuole la firma di tutti? E se io non firmo chi mi obbliga? il tutto per poco più di 300 euro.
     
  12. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'usucapione può essere richiesta da chi, per oltre un ventennio, utilizza una proprietà altrui senza che venga corrisposto alcun compenso, sia in natura che in moneta. L'usucapione può essere richiesta anche senza il consenso del proprietario, purchè sia dimostrata l'utilizzazione gratuita della proprietà altrui per oltre il ventennio. E' ovvio che per avere diritto alla voltura notarile debbano essere indicati dei nomi e cognomi dei componenti il condominio, i quali devono sottoscrivere l'atto notarile per il trasferimento di proprietà e la voltura catastale. Spero - se pur a grandi linee - di essere stato chiaro. Cordialità!:stretta_di_mano:
     
  13. mellowly74

    mellowly74 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Quindi il singolo proprietario non può usucapire se usa il bene da oltre 20 anni.....ciò vuol dire che solo uno ha il diritto essendo trent'anni che abita qui gli altri sono diventati proprietari da un massimo di nove anni a un minimo di sette, quindi nessun diritto.
    il condominio x usucapire deve esse unanime, quindi mancando i miei 160 millesimi non possono fare nulla.
     
  14. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' esatto quanto da te descritto. A Milano si dice: "attaccati al tram e tira forte!":disappunto:
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Chi ha acquistato di recente subentra anche nel diritto acquisito per l'usucapione del venditore. Mi spiego meglio, se il venditore ha posseduto assieme agli altri condomini, chi acquista somma il periodo del venditore al suo. Pertanto si equipara agli altri condomini.

    Se non ho capito male, tu avresti usucapito un tratto di terreno e "un altro pezzettino". Quindi sarebbero due uniti al cortile comune. Per usucapire bisogna possederlo. Lo puoi usucapire anche recintandolo senza eseguire altro intervento. Poi il fatto che tu ci paghi le tasse non è determinante. Non capisco come possa essere tuo, esclusivo e contemporaneamente unito al cortile condominiale. Da quanto ho capito, a che titolo il condominio vanta diritti di usucapione?
     
  16. mellowly74

    mellowly74 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    No, il terreno è di mia proprietà l'ho ereditato da mio padre.
    Tanto il singolo non vuole usucapire.....troppe grane per un pezzetto (veramente un fazzoletto), semmai è a livello condominiale che vogliono agire, ma senza il mio consenso.
    Il terreno non è stato mai recintato, è un prato verde inutilizzato, ma confinante
     
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Credo di aver capito che il terreno sia tuo perché ereditato, quindi dichiarato nella successione. L'altro tratto adiacente, non si sa a chi sia intestato, è sempre stato posseduto dal condominio che vorrebbe usucapirlo. Evidentemente è necessario che tutti i condomini confermino la volontà comune, posto che sia stato sempre posseduto secondo quanto previsto dalla legge relativa. Un ultimo dubbio: il terreno da usucapire è intermedio fra il tuo ed il cortile condominiale?
     
  18. mellowly74

    mellowly74 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    il terreno da usucapire è il mio
     
  19. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non si può usucapire perché l'immobile è sempre stato nella disponibilità e nell'uso del proprietario. Il fatto che anche gli altri condomini ne godessero non li autorizza a rivendicare l'usucapione. Tuttalpiù era ed è una tua tolleranza.
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  20. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Ricapitolando:
    - per usucapire il terreno, il condominio deve deliberare all'unanimità
    - non ce l'ha, perchè tu ti opponi
    - il condominio non può usucapire il tuo terreno di piena proprietà, di cui hai sempre pagato le tasse e di cui sempre hai dimostrato di essere proprietario e possessore, perchè sempre presente
    - il condominio non l'ha mai recintato, mai rivendicato l'uso esclusivo e possesso
    - come ben evidenziato da @Gianco gli altri condomini hanno potuto godere dell'uso per tolleranza tua.

    Secondo me, non è fattibile l'usucapione.

     
    A Gianco piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina