1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. luisa florio

    luisa florio Membro Junior

    Salve, abbiamo un problema che non trova soluzione. Mia suocera viveva in un appartamento con il figlio down grave che aveva acquistato con diritto di usufrutto per lei e figlio. La nuda proprietà e di mio marito, adesso deceduta la madre il cognato down anziano totalmente e incapace di viverci da solo( non parla quasi e deve essere seguito in tutto e per tutto,cammina poco, vede poco ) e noi siamo stati costretti a sistemarlo in una casa per anziani provvisoriamente. Viviamo a 900 km di distanza e vorremmo portarlo vicino in un mio appartamento a pochi passi da noi che si e liberato da poco con l'assistenza di una badante. Il problema sorge sulla possibilità di vendere l'appartamento vuoto troppo lontano da gestire che ci porta altre spese. La mamma aveva sul atto d'acquisto una procura speciale a suo nome. Lui non e interdetto .Come possiamo procede ? Possiamo anche noi fare una procura speciale per il recesso dal usufrutto?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Pensi che così si eviterebbe l'intervento del notaio?
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se il cognato è capace di intendere può capire la situazione e partecipare all'atto di vendita cedendo l'usufrutto con la proprietà, se invece non è in grado di intendere si può procedere all'interdizione, il procedimento sarebbe sottoposto all'autorizzazione di un giudice ma se è una soluzione oggettiva non vedo ostative
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Sarà necessaria una perizia di stima giurata ed essendo voi i suoi tutori di fatto dovrete chiedere al Giudice Tutelare l'autorizzazione alla vendita, indicato le motivazioni e la destinazione che darete alla somma ricevuta dal rogito. A quel punto dovrete rendere conto al GT di tutte le operazioni straordinarie che dovrete adottare nell'interesse dell'assistito, interdetto. Avrete libertà nella gestione ordinaria.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non esiste allo stato nessun "interdetto".
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nel momento in cui il Giudice emette un provvedimento, che deve essere necessariamente richiesto, non so come avvenga, ma automaticamente o dietro certificazione medica, diventa interdetto.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Diventa interdetto, se ne ricorrono le condizioni. Diventa beneficiario dell'amministrazione di sostegno, se ne ricorrono le condizioni. Se mancano le condizioni per l'uno o per l'altro di quegli istituti, conserva la capacità di agire.
    E per la validità degli atti giuridici in senso stretto, non è necessaria la capacità di agire, ma è necessario che il suo autore, nel momento in cui ha posto in essere l'atto, sia capace d'intendere e di volere.
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Da quanto scrive Luisa Florio si desume che la persona non sia in grado di intendere e di volere. Conseguentemente, dovrà essere nominato un tutore,
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che una persona che "non parla quasi e deve essere seguito in tutto e per tutto,cammina poco, vede poco" sia incapace d'intendere e di volere è solo una tua supposizione, basata su meri indizi.
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Può essere, pero se Luisa lo indica "down grave" mi fa pensare che abbia bisogno di un tutore. Se fosse in grado di decidere, che senso avrebbe la richiesta di un consiglio? Resto in attesa di un chiarimento da parte dell'interessata.
     
  11. luisa florio

    luisa florio Membro Junior

    Mi scuso per aver fatto passare tanto tempo. Ho parlato ad al notaio che aveva stipulato l'atto per proporre una permuta di un mio appartamento a Lecco. Cosi passa l'usufrutto da una casa all'altra Il Notaio ha chiesto se e capace di intendere mio marito sinceramente non ha saputo rispondere, e lui ha consigliato di interdirlo. Io mi chiedo ma anche se non intende che differenza fa in ogni modo avrà una altra abitazione con uguale caratteristiche da usare finché campa. Non ci sono altri eredi quindi nessuna contestazione futura. L'unica sarei io a rimetterci bloccando la mia casa per tempo indeterminato ma almeno finisce il sali scendi che diventa sempre più faticoso per noi. Grazie a tutti per le vostre risposte.
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Qualsiasi cosa tu voglia fare devi necessariamente proporre la tua proposta al Giudice Tutelare che autorizzazione se dalla proposta risulterà che è utili all'amministrato.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina