1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il caso:
    A fine 2014 avendo deciso di affittare due camere della mia abitazione ho richiesto come da normativa la redazione dell'APE da allegare al contratto d' affitto.
    Il tecnico mi ha richiesto l'allegato II del controllo caldaia ed essendo il manutentore in malattia non ho potuto rinnovarlo e quindi fornirlo.
    L'APE quindi e' stata redatta e registrata il 31/10/2014 con validita' ridotta e solo il 25/11/2014 sono stato in grado di far fare dal manutentore il controllo energetico-fumi caldaia e la redazione dell'allegato II.
    Ora da qualche parte, ma non trovo piu' dove, avevo letto che se si ottempera al controllo caldaia prima della scadenza ridotta dell'APE la sua validita' e' comunque prorogata a 10 anni sempre se si continua ad essere in regola con il controllo energetico della caldaia.
    La domanda :
    E' corretto quanto ho letto? Se si cosa bisogna fare per prorogare la validita' a 10 anni ?
    Grazie anticipate
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No, l'APE vale sempre e comunque per 10 anni al massimo, tuttavia se prima della scadenza si cambia la caldaia, si rifà la coibentazione di muri o tetto o comunque si vaad incidere sui consumi (sulle prestazioni energetiche dell'edificio) l'APE va rifatto anche perchè (vedi il caso della caldaia) va riportato marca, modello e i dati tecnici non di una caldaia generica ma di una specifica.
    Ovviamente anche le variazioni come gli ampliamenti fanno cambiare APE.
    Qui sotto una piccola descrizione: Validità dell'Attestato di Prestazione Energetica (APE)
     
  3. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Forse mi sono spiegato male : ora sul mio allegato c'e' scritto validita' 1 anno scad. 31/12/2015.
    Cosa fare per portare la scadenza a 10 anni ?

    Proprio ora su questo sito : Attestato di Prestazione Energetica APE - Steag.it ho trovato scritto :
    La validità di massimo 10 anni potrà essere nel caso confermata allegando, anche successivamente, la documentazione comprovante la regolarità dei controlli termici degli impianti di climatizzazione invernale/estiva.
     
  4. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ... non c'e' scritto come si fa. Si allega solo sulla copia in mio possesso e si mostra ad eventuale controllo ?
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Devo cercare degli aggiornamenti , comunque il CTI il comitato termotecnico italiano, (con cui vengono decise queste normative) dovrebbe essere più esaustivo: CTI Comitato Termotecnico Italiano - . Considera che tutti i software utilizzati per le certificazioni energetiche vengono validati da loro, quindi chi meglio di loro può aiutarti?
     
  6. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Daniele ho sottoposto il quesito al CTI tramite la form sul sito.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  7. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Daniele il CTI ha risposto che le informazioni tecniche vengono date solo agli associati. Se sei associato puoi proporre tu per me il quesito? Grazie
     
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No non lo sono associato, mi spiace! Mi sono venuti in mente loro perché ai tempi del Corso da Certificatore venivano spesso nominato. Come ti dicevo analizzano le varie norme e fanno direttamente le proposte al ministero oltre a validare i vari software che producono gli APE. Però poi visto come si stava mettendo il mercato è vista la mia singolare posizione non avrei quasi mai potuto farlo, quindi non ho dato l'esame. Indi per cui conosco abbastanza bene la questione pur non essendo un Certificatore.
     
  9. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho oggi proposto il quesito alla Regione Lazio - relazioni con il pubblico - sede di Roma

    urp@regione.lazio.it

    ed attendo fiducioso.
     
  10. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Nel frattempo che attendo fiducioso la risposta della Regione Lazio ho avuto la seguente da un utente di Ediltecnico :
    L'utente Renzo ha lasciato un nuovo commento a 'Nuovo APE Unico, è ufficiale la partenza al 1° ottobre 2015':
    Nuovo APE Unico, è ufficiale la partenza al 1° ottobre 2015

    Commento:
    E' sufficiente allegare all'APE il libretto d'impianto e conservargli insieme, se farai anche i successivi controlli alla caldaia la validità dell'APE sarà automaticamente di 10 anni.

    Permalink: Nuovo APE Unico, è ufficiale la partenza al 1° ottobre 2015
    Gestisci le tue iscrizioni: Gestisci iscrizioni - Ediltecnico

    Mentre il referente Steag mi ha contattato telefonicamente per dirmi :
    " la validità e' estesa solo se l'attentato di controllo caldaia e' stato rilasciato in data precedente a quella dell'APE e non era stato prodotto in fase di redazione"

    Comunque mi ha detto che non era sicuro e di fargli avere la risposta della Regione Lazio qualora mi pervenga.
     
  11. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Volevo annullare il messaggio duplicato ma in modifica del secondo e' impossibile l'operazione di annullamento che chiedo di fare alla gestione.
     
    Ultima modifica: 7 Ottobre 2015
  12. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi esprimo meglio : il messaggio contenente le risposte al mio quesito era stato registrato due volte sono quindi andato in modifica della seconda copi per annullarlo ma non è previsto l'annullamento . Chiedo pertanto alla gestione di annullare questi due ultimi miei messaggi ovvero il presente ed il precedente che nulla hanno a che fare con la discussione
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @happysmileone quella del nuovo APE la sapevo anch'io. Non potresti fare più nulla per spostarlo a 10 anni, in quanto al momento del sopralluogo avresti dovuto dare tutti i documenti completi dell'impianto, e Il rapporto di controllo.
    Ogni Ape viene mandato in Regione ed è contrassegnato da una matricola, modificandolo modificheresti la matricola (identico al catasto).
    Purtroppo devi rifarlo.
    Validità dell'Attestato di Prestazione Energetica (APE)

    Fai attenzione inoltre (te lo dico perché lo so) che tutto corrisponda sempre tra Comune (concessioni) e accatastamento e la situazione dell'immobile, questo perché oltre al dlgs 78/10 che lo impone avresti pure il problema dell'APE.

    Esempio stupido: piccolo abuso a catasto (differisce dalla Concessione e dal Comune) oltre a doverli far corrispondere allo stato di fatto, una modifica al catasto comporta quasi sempre (almeno nel 98% dei casi) un cambio di estremi catastali, sai cosa vuol dire?

    Dover rifare l'APE anche se regolare in quanto è legato al numero catastale dell'immobile e diventa l'unico modo per identificarlo e sapere dove si trova (la Toponomastica del Comune può variare anche per cause che non dipendono dal proprietario, ma i numeri catastali variano SOLO se c'è una pratica del proprietario).
     
  14. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si ma e' una Babele ! Nel documento che hai per la seconda volta allegato c'e' scritto :

    Allegare i Libretti di impianto o di centrale
    Ad ogni APE deve essere allegato libretto d'impianto o di centrale (sempre che l'immobile abbia un impianto di riscaldamento con caldaia). Questa disposizione è valida sia per l'Attestato originale che viene tenuto dal proprietario dell'immobile, sia per la copia che va consegnata alla Regione entro 15 giorni dall'emissione.

    Ma il tecnico che mi ha fatto 15 gg fa un altro APE ha allegato alla copia consegnata in Regione (Lazio) solo una dichiarazione ma non il libretto di cui ha preso solo visione
     
  15. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ... e la matricola viene forse messa sulla copia che si trattiene la Regione perche' su quella che mi e' stata restituita c'e' solo un timbro a secco con la dicitura
    " REGIONE LAZIO Dipartimento Istituzionale e territorio Struttura Dipartimentale di Staff AA.GG 22 SET 2015 PERVENUTO " oltre al timbro del professionista che lo ha redatto e consegnato.
    Inoltre per la mia richiesta di informazioni alla Regione Lazio circa la validita' e' stato aperto un ticket ed inviato alla "area infrastrutture energetiche" :

    Contact Center Scrivi all'URP
    5 ott (2 giorni fa)
    [​IMG]

    a me
    [​IMG]
    Gentile Utente,
    In relazione alla sua richiesta n.HD0000000181185 la informiamo che abbiamo provveduto ad inoltrare la sua e-mail all'area infrastrutture energetiche.

    Cordiali Saluti
    Ufficio Relazioni con il pubblico.
    Regione Lazio.
     
  16. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    attendo fiducioso risposta che pubblichero'.
     
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    No la matricola dovresti trovarla sul ape (sul retro) perché certifica la consegna dello stesso dal Certificatore energetico alla Regione!
     
  18. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ok, sono curioso perché anche se hanno aggiornato di recente la normativa, non tutte le Regioni si aggiornano con la stessa velocità.
     
  19. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Controllato tutto "l'alveare" in mio possesso della matricola non c'e' traccia solo il timbro a secco e del professionista su descritti ed anzi su una solo il timbro del professionista (lo chiamero' e mi faro' dire perche').
     
  20. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ed ecco la risposta della Regione Lazio ovvero la normativa da interpretare, loro non si pronunciano.

    TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 4 giugno 2013, n. 63 Testo del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 130 del 5 giugno 2013), coordinato con la legge di conversione 3 agosto 2013, n. 90 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 3), recante: « Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla Commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia di coesione sociale.». (13A06688) (GU n.181 del 3-8-2013) Vigente al: 3-8-2013

    Art. 6 Modificazioni al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, in materia di attestato di prestazione energetica, rilascio e affissione. 1. L'articolo 6 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e' sostituito dal seguente: «Art. 6 (Attestato di prestazione energetica, rilascio e affissione………

    5. L'attestato di prestazione energetica di cui al comma 1 ha una validita' temporale massima di dieci anni a partire dal suo rilascio ed e' aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che modifichi la classe energetica dell'edificio o dell'unita' immobiliare. La validita' temporale massima e' subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica (( dei sistemi tecnici dell'edificio, in particolare per gli impianti termici, )) comprese le eventuali necessita' di adeguamento, previste (( dai regolamenti di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 74, e al decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 75 )). Nel caso di mancato rispetto di dette disposizioni, l'attestato di prestazione energetica decade il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui e' prevista la prima scadenza non rispettata per le predette operazioni di controllo di efficienza energetica. A tali fini, i libretti di impianto previsti dai decreti di cui all'articolo 4, comma 1, lettera b), sono allegati, in originale o in copia, all'attestato di prestazione energetica.

    Decreto interministeriale 26 giugno 2015 - Adeguamento linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici

    Il decreto del 26 giugno 2015 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con i Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, delle infrastrutture e dei trasporti e per la semplificazione e la pubblica amministrazione, reca “Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”, ai sensi dell’articolo articolo 6, comma 12, del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, con relativo allegato 1 e rispettive appendici A, B, C e D all’allegato 1 stesso.

    Art. 4 (Elementi essenziali e disposizioni minime comuni del sistema nazionale e regionale di attestazione della prestazione energetica degli edifici) …………………………………………

    comma 3. L’APE, ai sensi dell’articolo 6, comma 5, del decreto legislativo, ha una validità temporale massima di dieci anni a partire dal suo rilascio ed è aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che riguardi elementi edilizi o impianti tecnici in maniera tale da modificare la classe energetica dell'edificio o dell'unità immobiliare. La validità temporale massima è subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica degli impianti tecnici dell'edificio, in particolare per gli impianti termici, comprese le eventuali necessità di adeguamento previste dai regolamenti di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 74. Nel caso di mancato rispetto di dette disposizioni, l’APE decade il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui è prevista la prima scadenza non rispettata per le predette operazioni di controllo di efficienza energetica. A tali fini, i libretti di impianto di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 10 febbraio 2014 e successive modificazioni sono allegati, in originale, in copia cartacea o in formato elettronico, all'APE.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina