1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gerardo schiavone

    gerardo schiavone Membro Attivo

    Durante una regolare assemblea condominiale succede che ad un certo momento, al primo punto dell' ordine del giorno, per diverbi tra amministratore e presidente dell' assemblea, quest' ultimo abbandona l' assemblea, senza firmare il verbale.
    L' assemblea rimane valida?
    In questi casi i condomini cosa dovrebbero fare per poter ugualmente decidere sull' ordine del giorno?
    Grazie a quanti interverrano.
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Tecnicamente, il segretario dovrebbe verbalizzare l' uscita del presidente dall' assemblea.
    Una volta constatato l' evento, l' assemblea dovrebbe nominare un' altro presidente, che prosegue la riunione e firmi il verbale.

    Le delibere prese dall' assemblea in assenza del presidente sono valide nella misura in cui sono state assunte nei modi legittimi e con le maggioranze previste dalla legge.
     
  3. gerardo schiavone

    gerardo schiavone Membro Attivo

    Grazie Antonio, penso anch' io cosi.
    E' quello che pensi tu o sai se esiste qualche norma di legge in merito?
    Ciao.
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L' ultimo comma dell' art. 1136 del Codice Civile, si limita a disporre che "delle deliberazioni dell' assemblea si redige processo verbale da trascriversi in un registro tenuto dall' amministratore".
    Secondo la prevalente opinione giurisprudenziale il verbale di assemblea non è un requisito di validità della delibera assembleare ma soltanto un elemento probatorio, perché il legislatore ove ha considerato la verbalizzazione come necessaria ai fini dell’esistenza dell’atto lo ha espressamente previsto come, ad esempio, nel settore societario (art. 2375 c.c.); l’omessa verbalizzazione, perciò, produce soltanto l’inopponibilità della delibera al condòmino che era assente alla riunione assembleare, ma non impedisce a questo stesso condòmino di chiederne l’esecuzione ove egli ne abbia preso conoscenza (Cass. 3-4-1970, n. 882);

    Se secondo la giurisprudenza il verbale stesso è solo un mezzo di prova della deliberazione, figurati se la mancanza del presidente può essere causa che invalida la deliberazione.
    Per altri approfondimenti sul verbale di assemblea leggi quì:
    La Community AziendaCondominio; Verbale di assemblea
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina