1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    in un condominio comprendente un negozio con ragione sciale S.a.S. costituita da un Socio Accomandatario e 3 Soci Accomandanti, il Socio Accomandatario ed un Accomandante possiedono rispettivamente anche 2 appartamenti a loro singolarmente intestati e regolarmente affitati.
    La sommatoria dei millesimi di proprietà tra l'S.a.S. ed i 2 appartamenti supera abbondantemente il 50% mentre gli stessi sono in netta minoranza come numero di teste, condizione non certamente ideale per nessuno, questi ultimi intervengono alle riunioni condominiali ognuno di essi in rappresentanza del proprio appartamento e con un terzo Socio Accomandante dellla S.a.S. in rappresentanza dell'esercizio.
    La domanda è se corretto nel conteggio del numero delle teste considerare in termini di validità delle delibere i 3 dell'S.a.S. come 3 teste o devono essere considerate solo 2 essendo presenti gli altri 2 (Accomandatario ed Accomandante) e quindi il terzo rappresentante pur avendo il diritto di partecipare non ha diritto d'intervenire nelle discussioni e decisioni.
     
  2. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Si tratta di 3 teste diverse, ognuna di esse ha la sua singola autonomia: il socio accomandatario ha il diritto di rappresentare e decidere nelle delibere assembleari per la Sas; le 2 proprietà immobiliari saranno rappresentate ciascuna di esse dai suoi singoli proprietari.
    Riassumendo: 3 teste che se deliberano in conformità di pensiero sommano i loro millesimi.
     
  3. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Una porecisazione: la S.a.s. non possiede nessun appartamento nel palazzo ma è sola titolare dell'esercio, nella realtà il socio accomandatario partecipa in rappresentanza del proprio appartamento (suo privato) e non per la S.a.S., gli altri due accomandanti invece uno parteciap per il secondo appartamento (suo privato) ed il secondo per la S.a.S.., è questo che mi suona strano poiché lo stesso socio Accomandatario è presente per entrambe le realtà: S.a.S. ed appartamento ma fa presenziare il terzo accomandante con delega a rappresentare se stesso (che però è presente) e quindi che veci fa per la S.a.S. che tra l'altro è già anche l'altro accomandatatrio? Confermi che anche così sono sempre 3 le teste da conteggiare? Grazie anticipate per la pazienza.
     
  4. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Essendo la Sas solo conduttrice e non proprietaria, la partecipazione all'assemblee sarà della sola proprietà, il fatto che dia delega ad un terzo socio accomandante in rappresentanza della proprietà condotta dalla Sas è ininfluente, in quanto il delgato rappresenta e delibera per conto del delegato, ne consegue che le teste sono 2 per la sommatoria delle 3 parti di millesimi che esse rappresentano.
     
  5. geomarchini

    geomarchini Nuovo Iscritto

    infatti le teste non contano contano i millesimi.
     
  6. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Come le teste non contano? Non per tutte ma per alcune importanti decisioni necessita sia la maggioranza in millesimi che il numero di teste e quindi solo in questi casi 1 testa in più o in meno potrebbe avere la sua naturale significanza, un esempio è la conferma dell'amministratore dove i soli millesimi non bastano e si potrebbe verificare anche una condizione di stallo in questi casi dove si raggiunge la maggioranza dei milesimi ma non delle teste.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina