1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gemmina

    gemmina Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,

    mi chiedo come sia possibile che in condominio di 40 condomini in cui il costruttore ha conservanto la proprietà di unità immobiliari che rappresentano più della metà del valore del fabbricato (per la precisazione 520 mm. circa) possa in ogni assemblea (solitamente in seconda convocazione) decidere da solo?
    Grazie a chi mi chiarirà questo dubbio :)

    Aggiunto dopo 29 minuti :

    volevo aggiungere....

    ai fini del raggiungimento del "terzo dei partecipanti al condominio" previsto dall'art. 1136 c.c. 3 comma, si intende il condomino per "testa", indipendentemente dal numero delle unità immobiliari che possiede?

    può prevalere la volontà di un solo condomino con 520 mm. su quella di altri 39 che complessivamente non raggiungono mai il valore della metà del fabbricato?

    Ancora grazie!
     
  2. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    se non ci sono al meno il terzo dei partecipanti del condominio,l'assemblea e nulla e non si può deliberare.
    su 40 teste 13,33 ciao;)
     
    A gemmina piace questo elemento.
  3. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    La democrazia condominiale è organizzata in modo che sia tutelata sia la proprietà, sia la comunità residenziale.

    Infatti, i quorum deliberativi previsti dal codice civile prevedono il calcolo delle maggioranze per testa e per millesimi.

    Nella vostra comunità residenziale, evidentemente, esiste un eccesso di potere della proprietà, che rende difficile il governo del condominio.

    Vi suggerisco di organizzare la maggioranza di teste, di nominare un rappresentante, e di organizzare un incontro con il proprietario della maggioranza delle quote millesimali.

    All' incontro il vostro rappresentante deve chiarire al costruttore che, da ora in poi, le decisioni comuni dovranno essere concordate prima dell' assemblea.

    In mancanza di accordi, avrete cura di far mancare il numero legale (almeno 1/3 dei condòmini), in modo che sia impossibile prendere qualsiasi delibera.

    Una volta che arriverete ad una posizione di stallo, potrete cercare di trovare delle soluzioni condivise, magari facendovi aiutare da un conciliatore.
     
    A gemmina piace questo elemento.
  4. gemmina

    gemmina Nuovo Iscritto

    Grazie per le Vs. risposte e i consigli

    Nel caso specifico, l'amministratore è stato imposto dalla società costruttrice e non si riesce a mandarlo via, perchè viene sempre confermato dal costruttore.
    Le delibere sono nulle o no per mancanza del quorum deliberativo per teste?
    Ci sono gli estremi per chiedere la nomina di un amministratore giudiziario?
     
  5. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    La situazione è tecnicamente la seguente:

    Se manca il quorum le delibere non possono essere approvate (compreso il rendiconto consuntivo e preventivo).

    L' amministratore, pertanto, non ha titolo per richiedere le quote condominiali ai condòmini; di fatto il condominio diventa ingestibile.

    L' amministratore in questo caso, se è in buona fede, dovrebbe fare una circolare ai condòmini esponendo la situazione; chiedere degli acconti sapendo già che i condòmini potranno non pagare; fare quello che può per tirare avanti.

    Con questa situazione, piuttosto che richiedere un amministratore giudiziale (così rischiate di cadere dalla padella alla brace), io al posto vostro mi farei assistere da un professionista per trattare con il costruttore, in modo da poter arrivare a nominare un amministratore di vostra fiducia.

    Se la vostra comunità residenziale si organizza, avete buone possibilità di far valere le vostre ragioni su chi ha la maggioranza dei millesimi.
     
    A gemmina piace questo elemento.
  6. gemmina

    gemmina Nuovo Iscritto

    Grazie !!!! sei fantastico:daccordo:
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il costruttore può avere la maggioranza dei mm. di pp. ma non ha la maggioranza dei presenti pertanto non può approvare un bel niente, ne deliberare spese inerenti alla condu:daccordo:zione del condominio, se l'amministratore è stato imposto dal costruttore e dimostra di essere di parte, rivolgetevi al giudice onorario, che vi risolerà tutto con una nuova assunzione dell'amministratore giudiziale.
     
    A gemmina piace questo elemento.
  8. gemmina

    gemmina Nuovo Iscritto

    Grazie mille!!!! la tua risposta ha contribuito a levarmi tutti i dubbi.
    :fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina