1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. edocappa

    edocappa Membro Attivo

    E' stata fatta una assemblea nel mio condominio con le seguenti maggioranze: 15 condomini presenti su un totale di 45 e 510 millesimi su un totale di 1054. Sono stati approvati all'unanimità i bilanci, la parcella ad un professionista ed è stato introdotto al posto dell'amministratore come persona fisica una Srl(società di capitale) di cui l'amministratore è la stessa persona con fatture emesse da altra persona. La parcella al professionista è stata deliberata dallo stesso professionista presente all'assemblea con 9 deleghe con quelle maggioranze. Alla ricezione del verbale ho contestato con raccomandata la suddetta assemblea e le delibere straordinarie eccependo la nullità per difetto di maggioranze in quanto secondo la mia interpretazione per essere valida l'assemblea ordinaria di seconda convocazione dovevano essere presenti almeno 23 condomini per un totale di almeno 527 millesimi. Ho contestato inoltre che non si possono chiedere ai condomini di anticipare la parcella al legale per recuperare la quota dei morosi. Desidero sapere se le mie contestazioni sono legittime e se le fatture false posso portarle come condomino alla finanza. Ringrazio per la risposta e saluto.
     
  2. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Prima o seconda convocazione? Il regolamento di condominio cosa prevede per le deleghe (di norma l'amministratore non ne potrebbe ricevere...nè accettare e comunque ci dovrebbe essere un limite sul numero delle stesse date ad una medesima persona...) e per i termini di impugnazione delle delibere? Non ho compreso il "movimento" delle, fatturazioni.
     
    A piace questo elemento.
  3. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Per la vostra assemblea di condominio ,che penso sia stata indetta in seconda convocazione, e per le materie trattate ,dovete scrpolosamente osservare le seguenti maggioranze :
    - Per la validità della assemblea : almeno 1/3 del valore (333,3 mill ed almeno 1/3 dei dei condomini ( di tutti).
    Maggioranze necessario per assumere delibere :
    - Bilanci sia Preventivo che consuntivo : 1/3 dei condomini (di tutti) ed almeno 333,3 millesimi;
    - Nomina,revoca,o conferma dell'Amministratore : 1/2 degli intervenuti ed almeno 500 mill di proprietà sia in prima che in seconda convocazione.
    Delibere assunte con maggioranze inferiori non sono valide.
    Per le fatture esse devono essere emesse dai singoli creditori a nome del condominio con tanto di codice fiscale di entrambi i soggettoi e di ritenute obbligatorie.
    Ciao

    Ciao
     
    A piace questo elemento.
  4. edocappa

    edocappa Membro Attivo

    Ho capito che la delibera che approva i bilanci in seconda convocazione è valida, mentre invece non sarebbero valide per difetto di maggioranza millesimale le delibere della nomina della società amministratrice Srl e le parcelle agli avvocati. Dico bene? Voglio meglio precisare il movimento delle fatture. L'amministratore non ancora società mi ha consegnato per il suo compenso una fattura intestata ad altra persona per un importo assai ridotto e senza firma. L'intestatario neppure risulta titolare di partita IVA. Dei due avvocati, il primo presente in assemblea si è votato lui stesso con nove deleghe su quindici un considerevole anticipo di parcella per una causa di risarcimento danno richiesto dall'inquilino e non dal proprietario, di questo mi è stato dato una fotocopia di assegno bancario dell'amministratore e la ricevuta firmata dall'avvocato senza la fattura; il secondo avvocato presente per delega si è fatto anticipare una lauta parcella per recuperare le quote di un condomino moroso divenendo lui proprietario ma del recupero non si è ancora visto nulla, per quest'ultima c'è la fattura ma senza firma con allegato f24 illeggibile e per importo non corrispondente. Vi chiedo se faccio bene a portarli alla finanza e cos'altro posso fare?Vorrei sapere se c'è la sospensione di 45 giorni feriali dei termini per impugnare e se i termini non scadono mai per una delibera nulla. Saluto e ringrazio per una rapida risposta.
     
  5. felixgiovanni

    felixgiovanni Nuovo Iscritto

    Insisto nella necessità "propedeutica" di consultare il regolamento di condominio nella parte in cui prevede la rappresentanza per delega all'assemblea, se può essere conferita anche all'amministratore e se esiste un limite numerico delle stesse allorquando vengono rilasciate a un medesimo soggetto.... La situazione descritta è senz'altro meritevole di approfondimenti per fare chiarezza .... l'unica cosa certa, al momento, è che ci si trova ancora una volta di fronte allo squallido comportamento di taluni soggetti allorquando vengono investiti di poteri di amministrazione, anche a questi livelli ove, per giunta, per una serie di motivi, è ancor più facile farla franca! solidali saluti
     
    A piace questo elemento.
  6. edocappa

    edocappa Membro Attivo

    Purtroppo ho visto che il regolamento redatto dal costruttore e primo amministratore con numerose riserve di proprietà ad esempio il diritto di appoggio sui muri senza nulla corrispondere al condominio, non pone alcun limite alle deleghe. Voglio precisare che l'amministratore non aveva nessuna delega ma se le ha prese per intestarle soprattutto ai suoi amici avvocati che hanno approvato la loro parcella. Ma il problema non è quest'astuzia dell'amministratore, è che non gli è bastata quella maggioranza per nominare una società al posto suo di cui è sempre lui l'amministratore unico. L'altro grosso problema come dicevo è che le fatture non sono a posto e certamente si evade l'IVA pagata dai condomini . A questo punto vi chiedo se faccio bene a segnalare l'evasione alla Tributaria considerato che il condominio è anche sostituto e responsabile d'imposta. Alcuni condomini da me informati rispondono che è un problema dell'amministratore e non dei condomini, io penso che saremo tutti coinvolti nell'evasione e sono sicuro che si protrae da molti anni. Consigliatemi per favore!. Grazie.
     
  7. edocappa

    edocappa Membro Attivo

    Mi scrivete che fine ho fatto. Vi rispondo che sono sano e partecipativo. Vi avevo chiesto un consiglio con il messaggio precedente, ma non è arrivato. Comunque la segnalazione alla Tributaria l'ho fatta e mi è stato riferito per iscritto mediante un pvc che per la stessa vige il segreto di ufficio e non può essere applicata la legge 241/90 per conoscere l'esito del procedimento. Tutto questo io credo che non incoraggia il condomino a segnalare ad esempio una evasione dell'IVA da parte dell'amministratore oppure la parcella di un consulente scaricata al condominio comprensiva di tassa ma senza la fattura. La truffa è doppia: Condomini e Stato. La Guardia di Finanza potrebbe anche archiviare a mia insaputa, ma è normale tutto questo ? Mi rivolgo per la risposta alle persone esperte. E' una domanda che merita una risposta, anche perchè una volta feci una denunzia penale contro un ente e me l'archiviarono ma ebbi una risposta, mancava il dolo, mentre qui vogliono la collaborazione per stanare gli evasori e poi ti dicono che non c'è nessuna possibilità di conoscere l'esito, ma dove siamo nel paese dei matti . Se uno truffa lo Stato, truffa anche me!
     
    A Maratrieste piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina