• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

avalhon

Nuovo Iscritto
Buongiorno a tutti!
Sono in procinto di acquistare una casa per la mia famiglia pur sapendo che non sarà la casa dei ns sogni, ma al tempo stesso non vogliamo gettare del denaro in un affitto....tra una mezza dozzina di anni, se tutto va bene, potremo guardarci intorno e cercare l'abitazione definitiva.

Oggi ci hanno proposto l'acquisto di un appartamento in Torino (zona Mirafiori sud) ex IACP, parzialmente ristrutturato, di c.a. 100 mq. panoramico, doppi servizi ad un prezzo di 180.000 euro trattabili...(ovviamente dovremo fare un mutuo 30ennale)

Un'amica mi ha sconsigliato di acquistare alloggi ex IACP in quanto ritiene che in futuro sia molto difficile rivenderli e prendere il denaro speso.

Cosa ne pensate??...è questa la realtà oggi degli appartamenti ex - IACP ??

Grazie per le eventuali risposte.
 

Carlo Garbuio

Membro Attivo
affidati ad un professionista che applica gli standard di valutazione immobiliare e/o a agenti immobiliari locali, questi sapranno sicuramente rispondere ai tuoi quesiti
ciao
 

Andrea Sini

Membro dello Staff
Professionista
Ciao,
credo che la tua amica abia ragione.
A Bologna gli immobili ex IACP sono un po' datati quindi rispetto alle nuove normative sul risparmio energetico non sono certo competitivi.
Tra 10 anni ci saranno sul mercato più immobili nuovi che renderanno quelli vecchi ancora meno appetibili.
Inoltre le spese di gestione (riscaldamento in particolare) saranno alte.
Verifica bene e prova ad aumentare un po' il budget iniziale per acquistare un immobile un po' + moderno.
Saluti
Andrea
 

avalhon

Nuovo Iscritto
Grazie ad entrambi! Stamattina abbiamo visitato l'immobile che ci soddisfa dal punto di vista
degli spazi ed apprezzato alcuni piccoli lavori eseguiti dai proprietari come la sostituzione degli
infissi esterni con nuovi in alluminio e doppi vetri nonchè un paio di pavimenti rifatti mentre tutto
il resto è allo stato originale anche se ben tenuto.
Ciò che mi lascia perplesso è che alla domande fatte all'agente immbiliare sull'esistenza della
libertà da vincoli della proprietà (vendita di un immobile IACP) la risposta è stata "In 60 gg
otteniamo la liberatoria" mentre al quesito sull'esistenza di tutti i certificati di conformità degli
impianti dell'alloggio, la risposta è stata che non esistono.
Mi domando: "che cosa comporta oggi acquistare un alloggio senza questo tipo di certificazione"?

Grazie a tutti
Stefano
 

Andrea Sini

Membro dello Staff
Professionista
Se si dichiara in atto di essere a conoscenza del fatto che gli impianti non sono a norma, dopo sei solo tu il responsabile un domani se venderai.
Controlla bene la regolarità urbanistica in comune e in catasto e fatti comunque dare in certificato sul risparmio energetico. Il notaio devrà fare poi un controllo sull'eventuale esistenza di vincoli o vizi...
Saluti Andrea
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto