1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ezec

    ezec Nuovo Iscritto

    il quesito riguarda la cessione della quota di proprietà pari ad 1/4 -immobili residenziali (abitazione e 2 garage) - di un fratello a favore dell'altro fratello (sono quote derivanti da successioni precedenti ed ora il fratello di "minoranza" vorrebbe cedere la propria quota all'altro che ci abita)

    il cedente vorrebbe evitare la donazione (ci sono figli e nipoti) e pensavo di proporre la vendita;

    trattandosi di beni ereditati, ed in virtù di pattuizioni accettate fra le parti, si intendeva procedere alla determinazione del valore "minimo" dichiarabile non trattandosi di vendita a fine speculativo ma semplice divisione della proprietà di fratelli evitando di incorrerere in accertamenti successivi all'atto;

    è corretto procedere alla rivalutazione della RENDITA CATASTALE + 5% X 120 ? nel caso non si tratti di 1^ casa (eventualmente se lo fosse il parametro da utilizzare è 110 ?)

    se così fosse, in base a quale disposizione è stato determinato il valore 120 come coefficiente da utilizzare (finanziaria ?) ?

    ringrazio per i vostri graditi chiarimenti
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dovendo regolarizzare l'intestazione dell'immobile, anche l'acquisto di 1/4 di quota dal fratello, è una "compravendita" con obbligo di stipula di atto presso un Notaio, che applicherà, trattandosi di immobile intestato a privati, la tassazione sul valore catastale rivalutato, valore minimo dichiarabile per essere esenti da verifica da parte delle Agenzia delle entrate. Il corrispettivo che tra fratelli vi vorrete riconoscere, potrà essere dichirato in atto a prescindere dal valore catastale rivalutato sulla quale pagherete le tasse di registro.
     
    A ezec e esimbad piace questo messaggio.
  3. ezec

    ezec Nuovo Iscritto

    mi chiedevo se era corretta la rivalutazione (+5% x 120) e se per caso fosse reperibile il riferimento normativo che pone i limiti per non incorrere nell'accertamento
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina