1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Come da altro mio post, dovrò rifare il tetto di un bilocale di 40 mq netti. Trattasi di struttura terratetto libera su 4 lati (nessuno sopra e nessuno sotto). In passato c'era stato qualche problema di umidità forse dipendente dalle cattive abitudini dell'inquilina che vi abitava, ad oggi non ne ho riscontrata con il cambio inquilino avvenuto oramai da 2 anni, comunque in inverno la casa dicono che è freddina. Poichè probabilmente dovrò dismettere anche le travi in cemento armato e le tabelle, pensavo di cogliere l'occasione per fare un cappotto termico al tetto, non pannelli solari in quanto il tetto è totalmente esposto a nord. La prossima settimana dovrei incontrare l'ingegnere ma vorrei saperne di più da voi, quindi vi porgo alcune domande:
    1) Quanto potrà incidere indicativamente il risparmio di gas in inverno, avevo letto per un immobile del mio tipo circa 25%, oltre che più fresco in estate
    2) E' preferibile un cappotto in piano al solaio, o nella copertura del tetto (tetto inclinato circa 30% con unico spiovente)
    3) spessore (8 cm?) e materiale consigliato
    4) un tetto fatto nuovo rispetta obbligatoriamente le regole antisismiche delle nuove costruzioni o va esplicitamente richiesto?
    5) a fine lavori andrebbe fatto un nuovo APE? Non occorre nessuna variazione catastale?
    6) avete un'idea molto indicativa di costo aggiuntivo? Il tetto in piano è 40 mq ed è bordato su 3 lati da grosse spalle non oggetto di lavori (quindi inclinato saran 45 mq..)
    Scusate le tante domande ed i termini sicuramente non appropriati ma vorrei andare all'incontro un pò più preparata grazie al vostro eventuale aiuto.
     
    Ultima modifica: 19 Giugno 2015
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    1) la valutazione precisa è impossibile farla poiché dipende da troppi fattori (locazione, esposizione ecc) tuttavia per fare questo lavoro dovrai per forza chiedere ad un ingegnere sul risparmio energetico che saprà consigliarti adeguatamente su tipologie di isolanti, costi e tempi di ritorno dell'investimento.

    2)Dipende come intendi usare il sottotetto. Se vuoi usarlo come locale di sgombero potrebbe anche andar bene, se invece pensi di farci qualcosa come una piccola mansarda te lo sconsiglio. Io nel dubbio lo farei comunque sul tetto (fosse casa mia) perché anche solo usato come locale di sgombero avresti un locale veramente caldissimo, dove appena accedi vieni investito o da un caldo asfissiante d'estate o un freddo pungente d'inverno.

    3) lo spessore lo si vede con il progettista ed è in funzione della località e della classe energetica che si vuole raggiungere. Più è alta e più alta sarà lo spessore richiesto.

    4) un tetto nuovo DEVE rispettare le regole sismiche, ma hai intenzione di cambiare anche puntoni e trave di colmo??

    5) Sicuramente si perché cambia abbastanza radicalmente il fabbisogno d'energia primaria richiesta.

    6) devi farti fare un sopralluogo comunque dalle mie parti un tetto in legno coibentato e con perline ti viene richiesto mediamente 130/150 € al mq più un prezzo dai 15 ai 18€/mq per i ponteggi necessari.
    Comunque dipende tanto anche dalla tua zona. L'unica è avere un po' di preventivi.
     
    A cec piace questo elemento.
  3. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie Daniele del tempo che mi hai dedicato posso dirti che 2) al sottotetto si accede mediante una piccola botola dove si passa solo se "magri" ed accoglie il deposito acqua dell'appartamento, non si può utilizzare per altro 4) i puntoni (ho visto ora cosa sono da google) dovrà essere l'ingegnere a dirmi se dovranno essere sostituiti o no, la trave di colmo credo che non sia presente in quanto il tetto ha una sola inclinazione 6) la tua indicazione di spesa mi pare mooolto ottimistica, dalle mie parti si viaggia molto più in alto, cmq chiederò 4 preventivi, cmq credo che si metterebbero travi in ferro non in legno. Grazie
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    2) immagino la classica botola con scala retrattile, le conosco le installo anch'io
    4) non necessariamente li sostituisci dipende dallo stato in cui sono ma sarà l'ingegnere a dirtelo oltre altri eventuali rinforzi sul cordolo.

    6) come ti dicevo dipende dal posto. Tieni conto che se dovessi sostituire colmi e tetto dovrai richiedere una gru auto montante per il sollevamento dei carichi in altezza; e tieni conto che il prezzo che ti ho indicato non è comprensivo di demolizione, ma quella la valuti solo con un sopralluogo.

    Per quanto riguarda il tetto dipende dalla presenza o meno di trave di colmo in lamellare o meno, e dalla tipologia di tegole (in cemento colorato normali o anticate; o in argilla normali o anticate); sulla presenza o meno dei ferma neve ecc.

    Diciamo che esistono un bel po' di varianti.
    L'unico consiglio valido che posso darti è quello di farti fare un progetto della stratigrafia del tetto da un tecnico e farti fare dei preventivi mirati su quello dalle Imprese. Avrai dei prezzi a pari condizioni.
     
    A cec piace questo elemento.
  5. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie di nuovo, sì la prossima settimana vedrà la casa un ingegnere strutturale (giusto ?) per predisporre il piano d'intervento e su quello far fare i preventivi
    no, no, devo proprio appoggiare una mia scala
     
  6. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    L'ingegnere dovrebbe occuparsi anche del risparmio energetico, innanzitutto perché dovresti proprio fare un progetto legato alla SCIA e ti fai fare anche la stratigrafia del muro così dai alle Inprese disegni e compiti metrici precisi su come e dove intervenire e per avere la v possibilità di avere un trattamento uniforme.

    Ormai nella ristrutturazione (come avviene nel nuovo) il disegno strutturale si fonde con quello architettonico e con quello derivato dal risparmio energetico.
     
    A cec piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina