1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Obligatorieta di installare sui radiatori le valvole termostatiche e elemento di teleletura , ci si può opporre a tale installazione ? Considerando che la telelettura invade la proprieta privata e che dovrebbe essere applicata
    esclusivamente su nuove costruzioni .
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se la maggioranza prevista ha approvato la contabilizzazione del calore non ci si può opporre. D'altronde questo sistema:
    - dal 1° settembre 2017 sarà obbligatorio per legge.
    - consente un risparmio più o meno consistente.
     
  4. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A me risulta che l'obbligo di installare le valvole termostatiche per la contabilizzazione del calore scatta dal 1° gennaio 2017 (salvo ulteriori proroghe, che per ora non sono state annunciate). Quindi i condomìni dovranno provvedere prima dell'inverno 2016 - 2017 facendo i lavori entro settembre/ottobre 2016, prima dell'accensione del riscaldamento centralizzato.
    Non mi sembra che la telelettura "invada la proprietà privata": viene fatta appunto con un sistema telematico e non è necessario entrare negli appartamenti. A meno che si consideri una "invasione" l'intervento del tecnico che monta le valvole e i contabilizzatori sui termosifoni!
     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il postante si lamenta di questo intervento. Rimostranza inutile se i lavori sono stati approvati.
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    trovo la telelettura il sistema più intelligente in assoluto per poter pagare realmente quallo che si utilizza, non vedo come possa ledere la privacy e per quale ragione ci si debba opporre all'intervento
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Più che la telelettura, è la fatturazione basata sul consumo - di cui la telelettura è strumento necessario - la caratteristica positiva del sistema valvole/ripartitori. Chi è assente da casa per ore o per giorni chiude i caloriferi e paga, in detto periodo, solo la quota fissa - calcolata con i millesimi (10%-15% del totale).
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    sempre il solito pignolo! :)
     
  9. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Magari fossi pignolo (il principio di indeterminazione di Heisenberg me lo impedisce). Grazie e auguri!
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ma dopo tante discussioni sull'effettivo risparmio dalla installazione dei contabilizzatori di calore credi ancora che chiudendo per tre/cinque ore al giorno risparmi?
    se è telelettura non c'é bisogno di entrare nell'appartamento. Se è lettura sul posto bisogna acconsentire al tecnico autorizzato l'accesso ai contatori installati sui caloriferi. Chi fa le barricate e non monta le valvole con i contabilizzatori paga la differenza tra contabilizzato e consumato. Immagine 018 (FILEminimizer).jpg
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Al 100%. Provare per credere.
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Come si suol dire: Tanti auguri e 100 di questi giorni:birra:
     
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non hai mai preso il taxi? Paghi la stessa cifra qualunque sia la durata del tragitto? Paghi in base al reddito anziché al tempo? Suvvia!
     
  14. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ragazzi! non ha senso fare queste discussioni, è provato che in inverno chiudere il riscaldamento per qualche ora mentre si è fuori non produce alcun risparmio, infatti per riscaldare adeguatamente al rientro l'impianto dovrà impiegare la stessa energia che avrebbe impiegato a mantenere la temperatura stabile, però se un soggetto vive saltuariamente in casa e pensa di poter risparmiare chiudendo il riscaldamento bisogna permettrgli di farlo e pagherà quello che realmente ha consumato
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    grazie, ancora 100 però mi spaventa un po' :)
     
  16. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Meno spaventano di più.
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'esempio è poco calzante. Il tassametro dei taxi va a ettometri compiuti in base alla velocità (da qui la lentezza dei taxi), ma quando le ruote sono ferme scatta il temporizzatore per cui ogni tot minuti hai uno scatto equivalente all'ettometro.
    Comunque quello che volevo dire io in parte l'ha detto @griz. Volevo solo aggiungere che coloro i quali insistono con il principio di "pagare quello che consumi" è contraddetto dalla prassi che ormai sta prendendo piede di suddividere i costi tra spese volontarie (cioé i consumi) e spese involontarie (cioé le dispersioni in senso lato: quelle dovute alla struttura dell' impianto e quelle dei locali tenuti spenti).
    IL 30%, ma a volte anche il 50%, del costo del riscaldamento viene suddiviso secondo i vecchi m/m di riscaldamento (anche se dovrebbe essere redatta una tabella millesimale che si basa su altri principi) solo il restante 70% (o 50%) secondo i consumi misurati. Inoltre c'é il costo fisso delle letture che viene pagato direttamente dall'utente e non messo nella gestione del condominio: si paga in base al numero delle letture che è proporzionale ai contabilizzatori installati.
    Molta gente, estendendo il principio di pagare solo quello che consuma, pensa di non pagare nulla se chiude completamente la termovavola, io cerco di spiegare che non è così.
     
  18. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se la valvola funziona bene, quando viene chiusa non fa entrare l'acqua calda nel calorifero, quindi il calore non viene erogato nella sala ove sta il calorifero stesso. E' difficile capire questo?
    Se tu tieni sempre chiuso il rubinetto dell'acqua, consumi acqua?
    Ovvio, una parte sia pur minimo di calore passa comunque e inoltre c'è una quota di spesa da pagare a millesimi.
    Magari mi dirai che è una rottura di scatole stare sempre ad aprire e a chiudere le valvole a seconda delle esigenze, ma tant'è.
    Sbalio?
     
  19. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    tra le raccomandazioni scritte che l'installatore ha lasciato a mia sorella, fresca fresca di installazione di termovalvole e contabilizzatori, c'é quella del settaggio della termovalvola. In un altra discussione avevo allegato le raccomandazioni, vedo che non le hai lette per cui inserisco la parte che interessa questa discussione.

    upload_2015-8-4_17-13-9.png
     
  20. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No, però non posso neanche bere.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina