• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Maresca

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ciao a tutti, vi riporto una storia assurda successa a mio fratello che ha appena comprato una casa nuova e vorrei aiutarlo.

Palazzo costruito 4 anni fa, mio fratello lo ha comprato ancora in costruzione e si è trasferito subito appena terminati i lavori.

Lui ha un trilocale più taverna.
Fin dal primo giorno ha sempre pagato correttamente le spese condominiali.

Dopo 4 anni, finalmente il costruttore ha finito di vendere tutti gli appartamenti, e si è accorto di un errore!

Praticamente, la taverna di mio fratello era conteggiata come cantina e nelle spese condominiali risultava ancora assegnata al costruttore.
Mio fratello pensava che la taverna fosse conteggiata nei millesimi dell'abitazione e, non avendo una cantina, non si era mai interessato delle cantine.

Ora che il costruttore ha venduto tutto, si è accorto che gli era rimasta questa cantina a suo nome e quindi si è scoperto l'errore.


Ora il costruttore vuole che mio fratello gli rimborsi tutte le spese relative alla cantina di questi 4 anni.

Io ritengo che se le spese ogni anno sono state approvate da tutti (compreso il costruttore), non si possono richiedere soldi relativi al passato. L'errore è stato del costruttore e non è giusto che a rimetterci sia mio fratello (un conto è pagare ogni anno, un altro è dover pagare tutto di colpo).


Chi ha ragione?

Inutile dire che nelle nuove spese condominiali, la cantina gli è stata assegnata correttamente e quindi sarà lui a pagare le prossime spese come è giusto che sia.
 

Maresca

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
forse ho formulato male la domanda, non chiedevo un'opinione ma chiedevo chi ha ragione a livello legale dato che ogni anno le spese sono sempre state approvate in assemblea.

se il costruttore non fosse praticamente scappato lasciando un sacco di lavori non finiti e ai quali ho dovuto contribuire io stesso per aiutare mio fratello, probabilmente l'atteggiamento sarebbe stato diverso, ma in questo caso la situazione è particolare
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Bisognerebbe mettere sul piatto tutto quanto è avvenuto con il costruttore se avanzi dei crediti li puoi compensare con il costruttore
 

uragano

Membro Attivo
Professionista
le spese approvate con il bilancio non sono suscettibili di modifiche se non nei termini di ricorso contro la delibera.in questo caso solo la bonta d'animo del proprietario puo' riconoscere il rimborso,altrimenti il costruttore non rivede nulla.inoltre l'errore e suo e poi mi sembra che i lavori non siano fatti a regola d'arte,( da come scrive )quindi soggetto ad eventuali cause civili per i lavori fatti male.io personalmente non pagherei nulla. aspetterei eventuali rogne, ma per tutelarmi contesterei tutti i lavori fatti non corretti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
buonasera..allo stato attuale abito con mia madre ..sono disoccuppata.
Quando mia madre sarà defunta questa casa dovrò dividerla con mio fratello.
Mio fratello percepisce una pensione di invalidità e ha un amministratore di sostegno.
Nel corso di questi anni mia madre ha accumulato debiti e quindi in caso di successione si ripercuoterà sugli eredi.
io posso decidere di pensarci se accettare l'eredità?quanto tempo?
Alto