• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

simona cetoloni

Nuovo Iscritto
E' possibile vendere il garage separatamente all'appartamento di cui è pertinenza?
Trattasi di appartamento con garage inserito in un condominio la cui costruzioni è iniziata nel 2005 e terminata nel 2007. In caso negativo qual è la norma di riferimento che lo impedisce?
Grazie
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Se accatastato separatamente e se non ci sono limitazioni espresse nel regolamento di condominio, si può vendere separatamente.
Attenzione alla vendita effetuata entro cinque anni dall'acquisto se si è usufruito dei benefici prima casa, altrimenti vanno restituiti i benefici ottenuti (per la quota del garage) con una sanzione del 30% e degli interessi di mora (la sanzione può essere ridotta se pagata in tempi brevi, non mi ricordo quali).
 

simona cetoloni

Nuovo Iscritto
Ho fatto questa domanda perchè ho dei dubbi visto quanto indicato dall'art. 9 c. 5 della Legge 24 marzo 1989, n. 122 e visto che probabilmente i parcheggi credo siano progettati sulla base di questa norma (dovrei verificare in comune), forse c'è qualcosa che mi sfugge o che interpreto male???
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Giusta osservazione.:applauso: Beh su questo mi fai venire dei dubbi:confuso:
Aspettiamo conferme o smentite da parte di altri utenti e/o esperti.
 

antonella.gb

Nuovo Iscritto
Salve,vi volevo rammendare che se la costruzione, è stata fatta secondo la legge Tognoli,il garage non si può separare dall'appartamento,in merito a quanto detto vi allego un articolo che fa proprio al caso
 

Allegati

Massimiliano Lusetti

Membro dello Staff
Se l'autorizzazione edilizia è stata rilasciata a condizione che il box fosse pertinenza indivisibile dell'appartamento non è possibile vendere separatamente il box dall'appartamento. Per sapere ciò, se non avessi in mano il provvedimento, basta recarsi in comune presso l'ufficio tecnico e richiedere la visione del provvedimento per risolvere tutti i tuoi dubbi.
 

Marco Giovannelli

Membro dello Staff
Professionista
vero, se realizzato in base alla legge tognoli 122/89 (quindi un mq di box ogni 10mc di costruzione) non può essere divisibile in quanto è stato prodotto all'epoca della costruzione un atto d'obbligo che vincolava il box alla costruzione. in tal caso ( ma potrebbe anche non essere il tuo caso, dicci almeno di che anno è la concessione edilizia, dato che puoi reperire sull'atto di compravendita oppure di che anno è l'immobile) non può essere venduto separatamente dall'abitazione!

saluti
 

Ottavio Locatelli

Nuovo Iscritto
con legge tonioli.... il box è pertinente e stop. in caso contrario devi solo verificare se la scheda catastale è solo una (credo proprio di si) e incaricare un geometra di separare il box dall appartamento (costo circa 200 euro) poi puoi procedere alla vendita. rimane ovviamente inteso che vai in plusvalenza! (20%) perche rivendi nei 5 anni
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
norme di riferimento:
--Legge 28 novembre 2005, n. 246
Semplificazione e riassetto normativo per l'anno 2005, articolo 12
Comma 9. All’articolo 41-sexies della legge 17 agosto 1942, n. 1150, e successive modificazioni, è aggiunto, in fine, il seguente comma: «Gli spazi per parcheggi realizzati in forza del primo comma non sono gravati da vincoli pertinenziali di sorta nè da diritti d’uso a favore dei proprietari di altre unità immobiliari e sono trasferibili autonomamente da esse».

--Legge 17 agosto 1942 n 1150 legge urbanistica
41-sexies (art. 18)
1. Nelle nuove costruzioni ed anche nelle aree di pertinenza delle costruzioni stesse, debbono essere riservati appositi spazi per parcheggi in misura non inferiore ad un metro quadrato per ogni dieci metri cubi di costruzione.(comma così modificato dall' articolo 2 della L 122/89)
2.Gli spazi per parcheggi realizzati in forza del primo comma NON sono gravati da vincoli pertinenziali di sorta né da diritti d'uso a favore dei proprietari di altre unità immobiliari e sono trasferibili autonomamente da esse. (comma aggiunto dall' art.12 comma 9 L.246/85)

A mio parere ( ma non mi ostino ) il vincolo di edificabilità esiste ancora, ma non il vicolo di pertinenzialità. Pertanto i box solo liberamente vendibili. Il diverso orientamento del legislatore mi pare di capire si basa su questo ragionamento:
che senso ha abbinare per forza un box ad una abitazione quando magari il proprietario non lo utilizza per esempio perchè è anziano o handicappato; rendendo liberamente vendibile i box ( che pure devono essere costruiti nelle proporzioni di cui al comma 1 della legge urbanistica modificata) risolvo maggiormente il problema di ordine pubblico in quanto cosi facendo un altro soggetto lo acquisterà e non lascerà cosi' l'auto in strada, cogliendo in pieno l'obiettivo della norma
 

bolognaprogramme

Membro Assiduo
Professionista
Esiste anche il caso in cui, essendo un immobile di nuova costruzione, potrebbe avere usufruito della detrazione fiscale del 36 % sul costo di costruzione del garage.
In questo caso, uno dei presupposti per godere della detrazione fiscale è la pertinenzialità del garage all'abitazione e quindi non si può vendere separatamente.

Silvana
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
Vedita del box nel quinquennio : Tenga in buon conto a tal fine che con la risoluzione ministeriale 30/E/2008, l’agenzia delle Entrate ha chiarito che la vendita di una pertinenza (come nel caso di specie, un box auto) nel quinquennio dal relativo acquisto comporta la decadenza delle agevolazioni "prima casa", fruite per l’acquisto della pertinenza, anche se entro un anno si compra un altro box pertinenziale, essendo garantita l’applicabilità di tali benefici fiscali unicamente per l’acquisto di un altro immobile da adibire a propria abitazione principale, ai sensi dell’ultimo periodo del comma 4 della nota II bis dell’articolo 1 della tariffa, parte prima, allegata al Dpr 131/86.
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
mentre ai fini del 36% a mio parere il diritto alla detrazione si ritiene possa trasmettersi all'acquirente sempre che il box resti comunque pertinenziale a un'abitazione anche diversa dall'originaria (sul punto tuttavia non sussiste un orientamento ufficiale dell'amministrazione finanziaria).
 

Enrico2011

Membro Attivo
Salve a tutti e Buon Anno (...anche se siamo già al 9 gennaio).
Licenzia di costruzione rilasciata nel '65, lavori iniziati nel '67 e certificato di abitabilità (fine lavori) nel '69 dell'intero condominio....posso quindi vendere ad un esterno del condominio il mio box? Premetto che:
- il mio box, pur facendo parte del condominio, è svincolato da qualsiasi appartamento;
- io, di fatto, non ho altre proprietà nel condominio e pago regolarmente le spese condominiali sulla base dei millesimi del solo box di mia proprietà.

QUESITO:
sulla vendita del mio box esisterebbe cmq un eventuale diritto di prelazione degli altri condomini proprietari degli appartamenti che costituiscono il condominio?
(o farei loro solo una cortesia avvisandoli preventivamente della vendita del mio box, in caso ce ne fosse qualcuno interessato all'acquisto?).
Grazie per qualsivoglia indicazione, consiglio, suggerimento e/o ulteriore riferimento normativo del caso.
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
farei loro solo una cortesia avvisandoli preventivamente della vendita del mio box, in caso ce ne fosse qualcuno interessato all'acquisto?
Faresti i tuoi interessi, perché i condomini sono quelli che possono avere il maggior interesse, e sono probabilmente disposti a spendere di più, rispetto ad un esterno.
Metti un cartello; raggiungerai facilmente chi vive nel condominio o nella zona circostante, dato che altri difficilmente saranno interessati.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto