1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    mettiamo il caso che si trovi qualcuno disposto a comprare la quota di uno dei sette proprietari di un immobile,è facile la prassi o è più difficile rispetto ad un atto con un solo proprietario?
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    No, la prassi è identica come con un solo proprietario, per la vendita totale del bene, ma in questo caso volendo vendere una sola quota, presumo che ci sia una comunione ereditaria e quindi osservare il diritto di prelazione sancito dall'art. 732 del Cod. Civ.

    Ciao salves
     
  3. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    si giusto non ci avevo pensato
     
  4. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ma secondo voi di questo alloggio possono usufruirne tutti i proprietari anche se attualmente risiede all'interno uno di questi senza regolare consenso da parte degli altri?cioè può uno dei proprietari andare e appropriarsi di una stanza per esempio?
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Per poterne usufruire tutti quanti, mi sembra un pò...improbabile.
    A meno che non lo affittate e vi dividete il ricavato.
    Per la vendita di una quota ad un terzo è...possibile ma quasi...irrealizzabile!!! Chi la comprerebbe questa quota? A che prò. Sempre tenendo ben presente il diritto di prelazione dei coeredi.
    Se non c'è accordo tra i coeredi per la concessione di uso ad uno solo, potete mettervi d'accordo per la divisione. Però se l'immobile è indivisibile si può chiedere la divisione giudiziale (anche dietro richiesta di un solo coerede, artt. 720, 721 c.c.).
    saluti
    jerry48
     
  6. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    la divisione giudiziale consisterebbe nel vendere la casa obbligatoriamente per via giudiziale all'asta e dividere il ricavato?
     
  7. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    visto che uno dei proprietari ci abita in questa casa può un altro proprietario entrare in questa casa senza avere problemi con la legge?e come si può obbligare questo coerede ad andarsene e a firmare per dare mandato all'agenzia per venderla visto che 6 coeredi su 7 sono daccordo?
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì.


    A mio parere andrei cauto, si può incorrere in qualche cavillo burocratico legale.
    Se non volete intraprendere la divisione giudiziale, potete rivolgervi all'Adiconsum, i cui obiettivi principali sono l'informazione e la tutela dei diritti dei cittadini/consumatori/utenti. Si paga una piccola quota.
    saluti
    jerry48
     
  9. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Se non raggiungete laccordo bonaio tutti e tre non vi resta altro che intraprendere lazione di divisione giudiziaria suggerita da jerry48.

    Ciao salves
     
  10. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    e mettiamo il caso che trovassi qualcuno disposto ad affittare alcune quote?si può fare?
     
  11. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Occorre l'accordo di tutti, altrimenti non si può fare niente.

    Ciao salves
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Maggioranza (di quote) può bastare, dei propritari
    saluti jerry48
     
  13. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Non è un condominio ma una comproprietà, se uno non vuole affittare non può essere obbligato a farlo, l'unica soluzine nei casi di conflitto di intenzioni è la divisione giudiziale come prevedono gli articoli del Cod.Civ. in merito.

    Ciao salves
     
  14. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    chiedo scusa se approfitto ancora della vostra disponibilità.....possiamo chiedere al giudice di mandare via dall'immobile l'attuale proprietario di un settimo di questo appartamento visto che gli altri sei non possono usufruirne?e possiamo chiedere un indennizzo come quota di affitto verso gli altri proprietari e come danno per il motivo che essendo ancora in casa in un certo modo ostacola la vendita sia chiedendo un prezzo maggiore di quanto vale sia per la sua stessa presenza?
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Secondo quanto previsto dall'art. 1102 c.c. ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purchè non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto.

    Ora sarebbe pertanto possibile agire in Tribunale in via d'urgenza per la tutela del possesso, prima di tutto (vedasi probabile usucapione) e far valere i vostri diritti con conseguenti richieste di indennizzi, per il mancato uso della cosa comune e l'ostacolo alla sua vendita.
    In seconda ipotesi, ripeto, chiedete la vendita giudiziale.
    saluti
    jerry48
     
  16. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  18. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Pienamente daccordo con te Jerry, purtroppo non si finisce mai di imparare:ok:
    Ciao salves
     
  19. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ok,grazie mille per le risposte
     
  20. alfonso72

    alfonso72 Membro Junior

    Proprietario di Casa

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina