• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

MariaelenaBG

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#1
Buongiorno,
ho ereditato insieme ai miei 2 fratelli un immobile da nostra madre, in cui io vivo.
Da una prima sentenza, il Giudice ha stabilito che ho un credito nei confronti della massa e che sono proprietario dei 5/9 (i miei fratelli 2/9 ciascuno).

Ho richiesto ai miei fratelli di vendere l'immobile così da dividere il ricavato in merito alle proprie quote diverse volte; inoltre tale proposta è stata verbalizzata in corso di causa anche davanti al Giudice, loro si sono apposti alla vendita.
Dopo vari solleciti di richiesta per la vendita dell'immobile, mi citano nuovamente in tribunale per richiedere la vendita all'incanto. Ma lo possono fare, nonostante siano stati loro a rifiutare di vendere la casa?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#2
Ma se la loro richiesta combacia con la tua e non ci sono opposizioni dovresti essere contento che finalmente loro condividono la tua idea. Verifica eventualmente il discorso del risarcimento per la loro iniziativa, altrimenti non capisco perché precedentemente fossero contrari ed adesso adiscono le vie legali per lo stesso scopo.
 

MariaelenaBG

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#3
Ma se la loro richiesta combacia con la tua e non ci sono opposizioni dovresti essere contento che finalmente loro condividono la tua idea. Verifica eventualmente il discorso del risarcimento per la loro iniziativa, altrimenti non capisco perché precedentemente fossero contrari ed adesso adiscono le vie legali per lo stesso scopo.
Loro non hanno mai accettato di vendere l'immobile perchè vogliono dei soldi che, secondo loro, devo tirare fuori di tasca mia. Io dall'inizio ho detto no, se volete dei soldi vendiamo la casa e loro non hanno mai voluto.
E' arrivata la sentenza il cui è stato detto che non posso essere obbligato a tirar fuori dei soldi di tasca mia; essendoci l'immobile, si può vendere quello.
Ho nuovamente proposto la messa in vendita tramite la loro agenzia, alle loro condizioni, e hanno detto no.
Dopodichè, mi citano chiedendo al giudice di vendere all'incanto, probabilmente ignorando il fatto che di soldi ne prenderanno in questo modo molti meno.
Ma il Giudice può accogliere una domanda del genere (che arriva da loro quindi) quando sono stati proprio loro a non voler vendere fino ad ora, nonostante tutte le prove che io ho in cui l'ho proposto diverse volte??
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#4
Loro non possono chiedere la vendita all'incanto. Quella sarà la scelta, se il giudice al quale una parte si è rivolta per chiedere la divisione giudiziale, verificato che non c'è possibilità si frazionare per soddisfare le parti in causa, procederà per quella opzione.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#5
Innanzitutto dovete chiedere lo scioglimento della comunione ereditaria sull'appartamento. Il giudice incaricherà un suo consulente per vedere se c'è la possibilità di suddividere l'appartamento secondo le quote di proprietà ed in alternativa di valutare l'appartamento per la vendita all'incanto. Data per scontata la impossibilità di suddividere l'appartamento ci si incamminerà verso la vendita all'asta. Se l'appartamento di trova in una zona di pregio il prezzo di vendita sarà minore ma vicino al valore di mercato (circa 25% in meno); se si trova in una zona periferica o degradata rischiate di ricavare il 50% del suo valore. Forse è meglio che la vendiate tramite una agenzia.
Altrimenti...Bal-zac (non Honorè).

E' arrivata la sentenza il cui è stato detto che non posso essere obbligato a tirar fuori dei soldi di tasca mia; essendoci l'immobile, si può vendere quello.
non è chiara questa situazione: perché c'è una sentenza che non ti obbliga a dare dei soldi ai tuoi fratelli e che questi debbano essere tacitati con l'introito della vendita della casa? anzi hai scritto
Da una prima sentenza, il Giudice ha stabilito che ho un credito nei confronti della massa
infine perché ti esprimi al maschile quando sei una donna?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto