1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. titticdl

    titticdl Nuovo Iscritto

    Salve, sono in possesso di un appartamento locato, il contratto di locazione scadrà al 31-10-2014, è però mia intenzione vendere l'appartamento, ne ho già parlato con il mio inquilino in maniera verbale, senza nessuna lettera scritta, diciamo così, ufficiale, ma a lui l'acquisto non interessa.
    Potrei vendere l'appartamento "a reddito", cioè con l'inquilino dentro? Ci sono delle limitazioni legislative? Devo avvisare l'inquilino in maniera scritta della mia intenzione?
    Grazie, CDL
     
  2. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sicuramente è possibile vendere un appartamento locato.
    Il fatto che sia occupato dall'inquilino può influire sul prezzo di vendita (inferiore rispetto all'ipotesi di venderlo libero).
    Il contratto di locazione viene ceduto al nuovo proprietario segnalando la cessione all'Agenzia delle Entrate oltre che al conduttore, e prosegue normalmente.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Segnalo che qualora alla prima scadenza contrattuale intendessi vendere l’immobile a terzi, in una situazione in cui non hai la proprietà di altri immobili a uso abitativo oltre a quello eventualmente adibito a tua abitazione, dovrai darne formale comunicazione al conduttore, con atto notificato per mezzo di ufficiale giudiziario (art. 38 della legge n. 392/1978). Nella comunicazione dovranno essere indicati il corrispettivo e le altre condizioni alle quali la compravendita dovrebbe essere conclusa e l’invito a esercitare o meno il diritto di prelazione.
    Se non provvederai alla notificazione di cui sopra, o il corrispettivo indicato sarà superiore a quello risultante dall'atto di trasferimento a titolo oneroso dell'immobile, il conduttore potrà, entro sei mesi dalla trascrizione del contratto, riscattare l'immobile dall'acquirente e da ogni altro successivo avente causa.
     
  4. titticdl

    titticdl Nuovo Iscritto

    Leggendo quello che ha scritto all'inizio, il tutto deve essere fatto se la scadenza da me citata fosse la prima. Mi scuso per non averlo citato nel mio primo messaggio, il contratto è iniziato a novembre 1998, quindi questo è il quarto gruppo dei "4 anni di contratto". Devo a questo punto darne ancora comunicazione scritta con indicato il corrispettivo etc?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina