1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pattypatty

    pattypatty Membro Junior

    Mi sorge questo problema e vorrei sapere cosa ne pensate.
    Per una serie di motivi (cambio amministratore, mancato utilizzo riscaldamento e acqua calda ecc), lo scorso anno mi sono trovata a pagare delle rate molto alte che alla fine dell'anno di gestione hanno dato luogo a un credito di circa 2000 euro.
    L'amministratore mi ha detto che il credito sarebbe stato recuperato a scalare sulle rate di quest'anno.
    Nel nuovo riparto rate, l'amministratore mi ha addebitato ancora 80 euro come prima rata in scadenza (scaduta da pochi giorni), andando poi a scalare il resto dalle altre rate, che sono tutte pari a zero. Praticamente quest'anno dovrei pagare solo 80 euro ma invece di metterle in scadenza all'ultima rata li ha messi in scadenza nella prima, nonostante tutto il credito residuo.
    Il problema sorge in quanto fra circa 15 giorni venderò l'appartamento.
    C'è modo di farsi restituire qualcosa di tutto il credito residuo o deve trasmettersi tutto a vantaggio dell'acquirente (come dice l'amministratore) che in questo modo per un anno non pagherà niente? Magari mi chiede pure gli 80 euro visto che la rata è appena scaduta...
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Probabilmente l'amministratore i tuoi soldi versati in eccesso li ha già spesi a fronte di mancati versamenti di altri condomini, altrimenti avrebbe dovuto scalarti il credito sin dalle prime rate e lasciare eventuali conguagli all'ultima rata.
    In ogni caso puoi chiedergli di farti (a pagamento) un riparto degli acconti dovuti per la gestione in corso fino alla data del tuo rogito e dopo, in modo che si sappia quanto era dovuto da te e quanto dal nuovo proprietario.
    All'atto del rogito dovrai poi accordarti con il nuovo proprietario per farti rimborsare la quota di acconti a lui spettante (che tu già hai pagato con il tuo credito) meno gli 80 euro che dovrà pagare lui.
    Mi sembra la soluzione più semplice.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  3. pattypatty

    pattypatty Membro Junior

    Sì certo, a parte il fatto che è sempre difficile andare a chiedere soldi in più a chi sta comprando casa e già si sta indebitando...:occhi_al_cielo:
    Se si poteva riaverli dal condominio e non dall'acquirente era meglio.
    Ma io non posso chiedere all'amministratore, una volta fatto il riparto, di restituirmi l'eccedenza?
     
  4. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Si che puoi ma, come diceva Mapeit, bisogna vedere se l'amministratore li ha...
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    L'amministratore li deve avere, questi soldi a disposizione e li deve rimborsare al creditore che a sua volta in assemblea li doveva chiedere, se ci sono dei morosi nel condominio è compito dell'amministratore e non di un condomino creditore. ciao;):daccordo:
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  6. pattypatty

    pattypatty Membro Junior

    bene, grazie, ci proverò...:)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina