1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. dominik642

    dominik642 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Dato che ho problemi di liquidità sto cercando di vendere un box auto, di pertinenza della abitazione principale. Impresa non facile dati i tempi a dir poco difficili.Poichè mi trovo in ritardo coi pagamenti delle tasse sulla 1a casa debbo provvedere a mettermi in regola per poter procedere alla vendita ed risultare corretto nei confronti dell'acquirente.Vi chiedo se, secondo Voi, debbo sistemare tutti gli arretrati(per circa 2 anni) riguardante la 1a casa più le pertinenze o posso saldare solo la parte che riguarda il box auto.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quali "tasse"?
     
  3. dominik642

    dominik642 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Tasi e tari
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E perché pensi che l'acquirente del tuo box potrebbe essere chiamato a rispondere dei tuoi mancati pagamenti?
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In altri ambiti credo possa succedere...e credo che anche il notaio, con le nuove leggi, per rogitare, chieda ed indaga che il bene sia esente da pesi e gravami di vario genere...La preoccupazione del postante mi sembra non peregrina, salvo ulteriori disposizioni di segno opposte che non mi è dato di conoscere. qpq.
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    "pesi e gravami" s'intendono pesi o limitazioni del godimento del diritto di proprietà. Non certamente TARI e TASI del venditore.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  7. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Martedì scorso (2 dicembre),assistendo mio genero, abbiamo venduto un piccolo alloggio...Il notaio ha preteso una dichiarazione timbrata e firmata dall'amministratore del condominio attestante il pagamento di
    tutte le spese condominiali calcolate per l'appunto fino al 2 dicembre...
    In difetto, non avrebbe rogitato...come non avrebbe rogitato se il creditore fosse stato un altro diverso privato o pubblico
    ( Comune....Stato...o Equitalia per loro rappresentanza...)...Allora chiedo: eccesso di zelo da parte del notaio??? Oppure obbligato???
    In tal caso la preoccupazione espressa dal postante mi sembra scaturisca da una obiettiva difficoltà del suo proposito di vendita e della
    intenzione di correttezza. In altre parole...Trovato il compratore e resolo edotto del debito comunale, la vendita si realizzerà comunque e
    nonostante la permanenza dell'insolvenza??? Ero e resto perplesso.qpq
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A ripensarci Nemesis restringe il significato di "Pesi e Gravami" alla limitazione del diritto di godimento della proprietà.. Può anche darsi...e lo sarà pure...ma non era questo il punto centrale del postante nè della mia prima risposta...nè della successiva...e quindi, more solito, si parte e ci si riduce al significato vero o meno...o presunto...o personale..o analogico...ecc...di "Pesi e Balzelli"...per Nemesis probabilmente nel linguaggio giuridico il significato è quello da lui riportato...e quindi io avrei dovuto sostituire con...omissis....
    Nel momento che io e la maggior parte dei propisti, non provenendo da studi giuridici specifici, usiamo parole e frasi del linguaggio corrente (popolare), queste possono essere facilmente "aggredite" da chi le restringe e pretende il solo linguaggio giuridico. Allora??? Allora ci vorrebbe un traduttore che potrebbe essere lo stesso TIGRONE che ad imitazione di "Google" potrebbe iniziare l'intervento con: Tu con pesi e balzelli intendevi dire questo e quest'altro...invece avresti dovuto preferire queste altre parole ..omissis...Si centrava in tal modo il punto nodale del problema e si realizzava una critica costruttiva...evitando
    l'affollamento dispersivo. Restano ferme le domande del mio secondo intervento e in attesa porgo cordiali saluti a tutti. qpq.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il notaio non pretenderà nessuna dichiarazione da parte del venditore riguardante il pagamento della TASI e della TARI.
    Il punto è, come riferito dall'OP, la TASI e la TARI. Nessuna norma prevede che il pagamento di quei tributi, omesso da parte del venditore dell'immobile, possa essere richiesto all'acquirente.
     
    Ultima modifica: 8 Dicembre 2014
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie per la risposta esauriente e definitiva che non lascia spazi ad ulteriori dubbi...la prima era meno chiara...ora sappiamo che oltre
    alle utenze Gas e luce anche i tributi non sono trasferibili all'acquirente
    terzo. E al di fuori del topic chiedo come mai il riscaldamento pur fatturato all'inquilino viene trasferito al locatore in caso di insolvenza del primo??? Insomma qual è il discrimine che in alcuni casi l'insolvenza di Tizio passa a Caio e in altri no??? Sto pensando ad un altro tema postato come: Il comune che chiede l'ICI dopo 15 anni e dopo 10 dalla morte del nonno debitore??? Lo poteva fare??? Intanto l'ha fatto...qui siamo nella materia ereditaria...nell'altra in oggetto, nella compra vendita e forse non vi sono nessi comuni. Grazie. qpq.
     
    Ultima modifica: 8 Dicembre 2014
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Per stipulare l'atto pubblico il notaio è tenuto a verificare la situazione delle iscrizioni e trascrizione che non devono gravare sull'immobile in oggetto e ne confermino la titolarità del venditore. Le bollette e le tasse sono nominali, mentre le quote condominiali sono ripartite fra i condòmini in rapporto ai rispettivi millesimi. Le quote vanno conferite su richiesta dell'amministratore ed il debitore risulta il proprietario. Nel caso richiamato, il notaio ha voluto evitare che gli oneri dovuti fino al giorno del rogito fossero scaricati sull'acquirente, operando con professionalità.
     
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie Gianco. Questo ci era già noto. Il mio dubbio scaturiva da quanto segue ( con un pò di incompletezza da parte del postante):
    1) Il debito con il comune aveva già due anni;
    2) Se ne evince che fosse già stato iscritto a ruolo;
    3) In virtù di una disposizione legislativa (???) sembra che lo Stato
    creditore, e per estensione(???) anche altre amministrazioni pubbliche fra cui i Comuni, goda di un privilegio speciale sugli immobili...Si parla di "ius sequelae (Diritto di Seguito)" che gli permette
    di intervenire sull'acquirente terzo che successivamente all'iscrizione a ruolo abbia, anche in buona fede, acquistato l'immobile.
    Nemesis è stato molto chiaro e anche tu...tuttavia...tuttavia mi è rimasto un piccolo ronzio che continua a farsi sentire...Non escludo
    un interpello al mio notaio...Grazie se vorrai ancora approfondire sulla base di quanto ho testè aggiunto...L'invito è rivolto anche al postante che non ci ha precisato se vi fossero già dei "memento homo" da parte del Comune. Quiproquo.
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se il riscaldamento è fatturato all'inquilino e cosa impropria dell'amministratore, dovrebbe essere intestato al locatore, che a sua volta ricevera dal locatario il dovuto
     
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione. Io infatti come piccolo locatore da 20 anni ho sempre
    pagato il riscaldamento che veniva fatturato a mio nome. Io credo che più degli amministratori sia sato un andazzo di vari decenni da parte dei proprietari che, per comodità (una fattura in meno...), tendevano a mettere sullo stesso piano le forniture di GAS, LUCE, TELEFONO che essendo veramente individuali tale da renderle
    azzerabili, potevano facilmente essere personalizzate; mentre il riscaldamento è un servizio generale per il condominio che non può essere frazionato almeno per quello centralizzato. Intanto, già si parla che per la raccolta rifiuti non pagata dal conduttore si stiano affilando i coltelli per addebitarla al locatore. E Per quanto iniqua potrà sembrare, è in simbiosi con lo stesso principo del Riscaldamento...Quindi, quando sarà, preparatevi ad aumentare l'acconto spese tenendo conto anche di tale voce. qpq.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina