1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Giovanni Bertolino

    Giovanni Bertolino Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,
    Sono nuovo nel Forum e magari questo argomento è già stato trattato piu' volte. Mio genero ha messo in vendita l'appartamento sito in località Statale frazione di Nè provincia di Genova .
    La costruzione risale agli anni 60 ,l'impianto elettrico non è a norma. Si puo' comunque vendere l'immobile? L'eventuale compratore ha diritto di richiedere la certificazione di impianto a norma ; oppure puo' acquistarlo pensando di renderlo quest'ultimo in un secondo tempo?
    Grazie e saluti
    Giovanni
     
  2. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    e' il mio stesso caso : ho chiesto lumi al geometra che mi riferisce la possibilita' di mettere a norma l'impianto con una successuva dichiarazione di conformita' ma che non e' obbligatoria la messa anorma poiche il fabbricato e'(il mio) del 1978 anno nel quale l'obbligatorieta' non esisteva : in ogni caso sarebbe consigliabile ,con i sistemi di forniyura energetica odierna,spendere qualche soldino per impiantare almeno la "messa a terra" : per il resto purtroppo i costruttori avevano l'abitudine di fare entrare i fili elettrici nel muro in "tagliola" con guaina per il primo metro poi...muravano letteralmente tutto il resto in modo che oggi i fili,che dovrebbero essere sostituiti sfilandoli,non e' possibile estrarli....bisogna controllare .
    Vendita lecita in assenza di.....: sì ,e' lecita poiche il fabbricato e' del 1960....almeno a quanto ne so'
     
  3. calendulo

    calendulo Nuovo Iscritto

    Secondo quello che so io ,per essere in regola con la legge del 2005 e' necessario dotare la casa di almeno 2 salva vita, disgiuntori di corrente, o piu' in base alla metratura dell'immobile
     
  4. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    la legge riguarda le nuove costruzioni...non quelle del 1960 : comunque i salvavita etutto il resto sono sempre meglio...per la tua salute e quella dei familiari ma non sono obbligatori per la vecchie costruzioni : dove hai acquistato esiste una conduttura di "messa a terra" (cavo giallo verde) ?
     
  5. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Confermo.

    Per vendere un immobile di vecchia costruzione NON è obbligatorio adeguare gli impianti, mentre è obbligatorio adeguarli se l'immobile lo si affitta.

    Silvana
     
  6. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    ...cime di ce silvana !:daccordo:
     
  7. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
  8. diegopadova

    diegopadova Nuovo Iscritto

    In linea generale tutto si può vendere. La cosa importante è dichiarare il fatto, il vizio, il danno ecc. all'eventuale acquirente. Poi nel preliminare è meglio inserire che di ciò si è tenuto conto per la determinazione del prezzo e che la parte acquirente oltre ad esserne a conoscenza accetta l'immobile nelle condizioni in cui si trova, liberandoti allo stesso tempo da ogni obbligo futuro in merito. Mi sembra di ricordare ai fini della legge sulla sicurezza (ma usa questa notizia con le dovute prudenze) che almeno la messa a terra dell'impianto con relativo salvavita dovrebbero essere installati. Un notaio in ogni caso ti darà preventivamente tutti i consigli necessari.
     
    A hanton21 piace questo elemento.
  9. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    diegopadova : approvato
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina