1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lumesciu

    lumesciu Nuovo Iscritto

    ciao a tutta la platea e auguri di buone feste , ho un quesito da porvi e spero che qualcuno possa aiutarmi.
    Circa 30 anni fa io e mia sorella abbiamo acquistato un appartamento al 50% di proprietà ciascuno , in seguito dopo altri 10 anni ne abbiamo acquistato un altro sempre al 50% ciascuno. Quindi , circa un anno fa ne abbiamo venduto uno e nell'atto di vendita la somma era divisa in proporzione di circa il 13% a lei e l' 87 % a me ,perchè io in quel periodo avevo bisogno di soldi.
    Adesso lei vuole acquistare con regolare atto notarile la mia quota dell'altro appartamento , perchè ci vuole andare a vivere con la sua famiglia e ovviamente darà a me la stessa percentuale 13% del valore dell'immobile che a suo tempo è toccata a lei nell'altra vendita.
    La mia domanda è tutto ciò è regolare ai fini fiscali per evitare controlli ?
    e nel caso io in un futuro dovessi avere problemi di insolvenza con qualche Banca questi ultimi potrebbero chiedere la revocatoria dell'atto di vendita a mia sorella ?
    Conviene mettere questi accordi presi tra noi anche nell'atto che dobbiamo fare? grazie a tutti
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    bella domanda. ma quando avete venduto il rpimo appartamento le percentuali del 13 e dell'87% risultano da qualche parte?
     
  3. lumesciu

    lumesciu Nuovo Iscritto

    no in base all' importo dei 2 assegni circolari messi nell'atto ,io ho ricavato circa il 13 e 87 %
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    allora potreste fare una scrittura privata retrodatata dalla quele risulta che tu dovevi a tua sorella euro x (la differenza tra quanto le spettava e quanto risulta aver avuto grazie all'assegno) e chiedere al notaio di mettere nell'atto che la differenza di valore tra il valore della quota e quanto ti verserà va a saldo del debito pregresso che in questo modo verrà estinto.
     
    A lumesciu e bolognaprogramme piace questo messaggio.
  5. lumesciu

    lumesciu Nuovo Iscritto

    grazie del consiglio arianna e auguri ancora
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina