1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. marica92

    marica92 Ospite

    Salve a tutti. Ho 23 anni e sono qui per chiarirmi le idee. Vi prego ma ho bisogno di aiuto. Mio padre in corso di causa pregiudiziale per non darmi il mantenimento ha venduto le quote societarie ed un immobile( residence) alla madre. Nella sentenza in corte d appello di napoli i giudici lo hanno condannato per questo.. Nel 2005.Dal momento che li aveva "venduti" senza pagare alla madre. Ora dal momento che non ho mai ricevuto un soldo di mantenimento vorrei giustizia. Potrei fare qualcosa? Potrei fare richiesta di vendita fittizia? È inoltre tutto cio cade in prescrizione? Personalmente credo che i giudici avendo già dichiarato vendita fittizia non dovrei avere grossi problemi perché ciò è già stato dimostrato. Per tutto il resto non saprei come muovermi e fino a quando posso farlo. Grazie a tutti in anticipo.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Fare richiesta di "vendita fittizzia"???
    Ma non hai detto che "i giudici lo hanno condannato per questo" ?
    Cosa faccia o non faccia tuo padre, con le sue proprietà , nulla ha a che vedere (direttamente) con gli "eventuali tuoi diritti".

    Ps.
    Hai pure 23 anni...forse è il caso che cominci a "farti su le maniche"
     
    A fanny e Gianco piace questo messaggio.
  3. marica92

    marica92 Ospite

    Io credo che sia un mio diritto dal momento che le ha vendute per non darmi un minimo di mantenimento in questi anni. Non ho bisogno di queste risposte mi dispiace ma le maniche già me le rimbocco fin troppo da sempre.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  4. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    si possono avere gli ultimi 5 anni di mantenimento(prima è prescritto, a meno che la causa è partita più di 5 anni fa)...e questo mantenimento lo deve aver stabilito il giudice...se non lo aveva stabilito, calcolerà una cifra a spanne, in base al reddito di tuo padre
     
  5. marica92

    marica92 Ospite

    Grazie x la risposta franz... Ultimi cinque anni di mantenimento da quando circa? Si il mantenimento l ha stabilito il giudice ma non ho visto nulla .....
     
  6. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    i 5 anni per la prescrizione si contano indietro dalla data di ricorso in tribunale...oltre i 5 anni c'è prescrizione...se il padre mai ha fatto ricorso in tribunale per chiedere di ridurre l'assegno di mantenimento, non conta niente se ha venduto le sue proprietà(e poi i giudici guardano sopratutto il reddito e meno le proprietà)......i soldi stabiliti dal giudice sono dovuti senza storie
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Inizialmente, abiti ancora con i tuoi genitori o vivi fuori casa? Se affermi di lavorare, dovresti essere in grado di essere auto sufficiente ed essendo maggiorenne non dovresti avere diritto ad alcun assegno di mantenimento.
     
  8. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    ok Gianco, ma la perdita al diritto di ricevere l'assegno di mantenimento non avviene in maniera automatica, sopratutto con padri che si disinteressano...occorre nuova sentenza del giudice che revoca o diminuisce l'assegno
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Se sei autosufficiente, in presenza di una disposizione giudiziale, per variarla occorre una richiesta dalla parte interessata alla sua modifica o revoca. In definitiva, se tuo padre riterrà che nulla ti è dovuto come imposizione, dovrà inoltrare apposita istanza.
     
  10. marica92

    marica92 Ospite

    Ciao franz si cmq ha cercato sempre di diminuire il mantenimento perché dichiarava sempre che a lui non era intestato nulla.. Visto che ha intestato tutte le quote societarie e immobile alla madre... Ma il giudice ha sempre annullato la sua richiesta fortunatamente ( di diminuire il mantenimento).. Ma cmq dopo la sentenza in appello in cui si dichiarava di dovermi dare il mantenimento anche arretrato oltretutto non l ha mai fatto. Io sono universitaria e quindi il mantenimento mi spetta ancora. La mia paura è che non so che fare.. Nel caso in cui la madre decede queste proprietà dove vanno? Cosa fare per bloccarle?
     
  11. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    gli assegni di mantenimento non pagati sono titolo esecutivo, che deriva dalla sentenza del giudice...ciò vuol dire che il padre può essere rapidamente pignorato, senza nessuna causa da fargli, mediante precetto, per recuperare le somme dovute

    se il padre, ricevendo il precetto che intima a pagare entro 10 giorni, non paga, può essere pignorato dal creditore(tu), che può scegliere cosa pignorare

    se non si riesce a trovare nulla da pignorargli(soldi in banca, immobili, 1/5 dello stipendio se lavora come dipendente, ecc.), non rimane che di aspettare che eredita da sua madre...perchè il creditore può subentrare al posto dell'erede per recuperare i suoi soldi

    se il padre è figlio unico, eredita almeno il 50 % di ciò che lascia sua madre(se è vedova o divorziata....se non è così, eredita almeno 1/3 del patrimonio lasciato)
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  12. marica92

    marica92 Ospite

    Purtroppo non dichiara niente questo è il problema... Non sappiamo cosa pignorargli perché non c e nulla su carta.... Cmq ha un fratello e una sorella... Quindi in questo caso come hai detto tu le quote e l immobile sarebbe diviso tra fratelli.... Non so a questo punto bisognerebbe aspettare il decesso e il nel frangente prima del trasferimento dei beni bloccarli.. Ma non so se è possibile visto che cmq credo che abbiano già deciso le parti da ereditare a testa....
     
  13. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    ma se anche hanno già deciso le parti da ereditare a testa, nella successione per l'eredità succede che =

    1)o il padre accetta l'eredità, e diventa proprietario di qualcosa da pignorare

    2)o il padre rinuncia all'eredità, e a quel punto subentri tu ad accettarla al posto suo per rappresentazione come figlia
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non avertene...il mio commento era in P.S. appunto per farti capire che andava "distaccato" dalla risposta....e Gianco ne aveva colto il senso.
    Potà anche non piacerti la risposta ...ma non ci sono risposte che possano darti "soddisfazione".
    Non entro su quali possano essere i motivi per cui tu padre ti "neghi i diritti che pretendi"...ma se vuole può trovare tutte i metodi "corretti" per non adempiere.

    Già tu hai ora spiegato come non abbia nulla da poter "aggredire"...e può benissimo fare terra bruciata.

    Esiste una terza alternativa...la madre vende tutto a terza persona e fà "sparire" i soldi.

    Ripeto non sò quali siano i motivi dell' azione del padre...se fosse possibile al posto di Marica vedrei di recuperare il "rapporto" con il genitore piuttosto che citarlo in causa.

    Sarà che sono di una generazione e di una cultura dove per i genitori si aveva altro atteggiamento...ma vedo sempre più gente che parla solo di diritti e nulla di doveri.
     
    Ultima modifica: 24 Aprile 2015
    A rita dedè, Gianco e fanny piace questo elemento.
  15. marica92

    marica92 Ospite

    Se un genitore è disamorato non credo ci siano altre spiegazioni x me già è difficile ogni giorno della mia vita convivere con questa tristezza... Vorrei solo giustizia...
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  16. marica92

    marica92 Ospite

    Si forse li venderà a un terzo a questo punto credo sia l unica via possibile che possa applicare
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  17. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    è vero che la madre può vendere tutto e far sparire i soldi, ma vedo la cosa un po difficoltosa, sia per la presenza di altri 2 figli oltre il padre, che forse preferiscono avere il residence, sia per il mercato immobiliare oggi praticamente fermo

    però, marica dice che suo padre ha venduto alla madre anche delle quote societarie, e bisogna vedere se quelle hanno valore e se sono vendibili
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  18. marica92

    marica92 Ospite

    Ho capito... Si hai ragione... L unica cosa è che questi beni probabilmente non verranno ereditati agli altri due perché spettano solo a lui visto che gli altri due già hanno farmacie e quant altro e quindi già avevano stabilito così probabilmente....
     
  19. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    tre figli di una madre vedova o divorziata hanno diritto di ricevere l'eredità in tre parti uguali se non c'è testamento, o almeno il 22,2 % a testa(2/3 in totale) se c'è un testamento che li esclude

    se gli altri due fratelli '' già hanno farmacie '', ciò non conta, perchè in successione devono dire se accettano o rinunciano all'eredità che gli spetta della madre

    se tuo padre in successione accetta la sua parte di eredità, diventa proprietario e quindi pignorabile...se rinuncia, ci subentri tu per rappresentazione
     
    A rita dedè e marica92 piace questo messaggio.
  20. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    se la vendita e' stata dichiarata fittizia e (quindi nulla sentenza passata in giudicato) con l'aiuto di un avvocato puoi aggredire la proprieta' trasferita.logicamente devi intentare una causa civile,con i relativi costi,e sopratutto il tempo.nel frattempo puoi chiedere un sequestro cautelativo,bloccando di fatto altre vendite.auguri
     
    A marica92 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina