• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ginore

Membro Attivo
...mi ha proposto ciò che riassumo: non voglio il mandato di esclusiva ma le devo far firmare per la privacy che lei mi autorizza a mostrare il suo immobile ai clienti.

Sono perplesso perché delle tanta agenzie interpellate nessuna mi ha chiesto firme per la privacy...l'agente ha replicato che in caso di controlli da parte dei finanzieri si troverebbe in posizione soggetta a multe, in assenza di questo foglio firmato.....

Ho chiesto di visionare il modulo.
In attesa, che ne dite?
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Che la privacy è applicata ai dati che vengono forniti a colui che viene definito titolare del trattamento. Il foglio mi pare più un'autorizzazione a far svolgere le visite, verifica che non sia un mandato in esclusiva!
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Dico che basta leggere prima di firmare.
Quella dei controlli da parte dei finanzieri , però, mi pare frutto di una mente molto...creativa.

Dico anche che affidare l’immobile a più di un’agenzia potrebbe rivelarsi un pessimo sistema per vendere casa .
I potenziali acquirenti sono sempre gli stessi; vedere tante pubblicità per lo stesso immobile, non giova assolutamente.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
nessuna mi ha chiesto firme per la privacy...l'agente ha replicato che in caso di controlli da parte dei finanzieri si troverebbe in posizione soggetta a multe, in assenza di questo foglio firmato.....
Quando si conferisce un mandato ad un'agenzia immobiliare è normale contenga una clausola relativa alla privacy, con la quale si autorizza l'agente al trattamento dei propri dati personali per l'adempimento dell'incarico. Viene anche specificato come vengono trattati i dati e chi è il responsabile del trattamento.

Quanto ai controlli della Guardia di Finanza, l'agente probabilmente si riferisce alla legge Antiriciclaggio, che è stata aggiornata nel 2017. Riguarda molti professionisti, tra cui anche gli agenti immobiliari.
Consiste nella verifica della clientela: se si tratta di persone fisiche che agiscono per conto proprio o per procura, se il mandato è conferito da una società viene individuato il legale rappresentante , si specifica se le persone hanno incarichi politici oppure no.
Non mi sembra particolarmente strano che quell'agente si premuri di essere in regola anche per l'Antiriciclaggio, per non incorrere in multe e sanzioni in caso di controlli dei finanzieri. Forse compila e fa firmare ai suoi clienti un modulo specifico con tutte quelle informazioni.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Quanto ai controlli della Guardia di Finanza, l'agente probabilmente si riferisce alla legge Antiriciclaggio, che è stata aggiornata nel 2017. Riguarda molti professionisti, tra cui anche gli agenti immobiliari.
L'obbligo di dar corso agli adempimenti antiriciclaggio scatta al momento della conclusione del contratto (proposta-preliminare o, in mancanza dello stesso, dall'atto definitivo) e non già al momento del conferimento dell'incarico.

I dati personali sono necessari per preparare un altro proposta di acquisto, non per mostrare un immobile .

A me le richieste di quell’agenzia sembrano delle bellissime scuse per carpire una firma, che il venditore non è pronto a dare.
Io diffiderei di chi si inventa incombenze inesistenti ai fini di far credere di essere professionale.
Se fosse professionale, non accetterebbe di non avere l’esclusiva.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
L'obbligo di dar corso agli adempimenti antiriciclaggio scatta al momento della conclusione del contratto (proposta-preliminare o, in mancanza dello stesso, dall'atto definitivo) e non già al momento del conferimento dell'incarico.
Siccome l'art. 2, c. 1 lett. a) del Dlgs 90/2017 recita:

Art. 2
Modifiche al Titolo II del decreto legislativo
21 novembre 2007, n. 231
1. Il titolo II del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, e' sostituito dal seguente: «Titolo II (Obblighi) - Capo I (Obblighi di adeguata verifica della clientela) - Sezione I - Art. 17 (Disposizioni generali). - 1. I soggetti obbligati procedono all'adeguata verifica del cliente e del titolare effettivo con riferimento ai rapporti e alle operazioni inerenti allo svolgimento dell'attivita' istituzionale o professionale: a) in occasione dell'instaurazione di un rapporto continuativo o del conferimento dell'incarico per l'esecuzione di una prestazione professionale;


dalla parte che ho evidenziato in grassetto io capisco che nel momento di conferimento del mandato il soggetto obbligato (in questo caso l'agente immobiliare) procede all'adeguata verifica.
Il mio agente immobiliare si regola così.

Tu lo interpreti diversamente o ti riferisci ad un'altra normativa?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
a) in occasione dell'instaurazione di un rapporto continuativo o del conferimento dell'incarico per l'esecuzione di una prestazione professionale;

dalla parte che ho evidenziato in grassetto io capisco che nel momento di conferimento del mandato il soggetto obbligato (in questo caso l'agente immobiliare) procede all'adeguata verifica
Alla fine della fiera dobbiamo metterci d'accordo:
-non vedo alcun rapporto professionale visto che l'agente (anzi gli agenti vista la pluralità) non percepiranno alcun compenso per l'attività svolta.
L'agenzia percepirà una "mediazione" solo se porterà ad una promessa di compravendita (e salvo clausole particolari).

Il "conferimento di incarico" varrebbe solo se vi sarà un compenso a prescindere dall'aver trovato un compratore...ma quella nemmeno la chiamerei "prestazione professionale" visto che per fare "pubblicità" non serve una iscrizione ad un Albo.

A prescindere dalle disquisizioni ...non vedo perché dovrebbe essere la GdF a verificare le questioni della "privacy".
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
L’agente immobiliare non esegue una “prestazione professionale” in senso stretto, tant’è vero che gli viene pagata una provvigione solo a risultato ottenuto (quando le parti messe in contatto stipulano un contratto /contratto preliminare di compravendita).
Mentre il medico, l’avvocato, l'architetto, vengono pagati (salvo eccezioni), a prescindere dal risultato, per la sola prestazione della loro opera.
L’agente è un imprenditore, non un professionista.
 
Ultima modifica:

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
L’agente immobiliare non esegue una “prestazione professionale” in senso stretto, tant’è vero che gli viene pagata una provvigione solo a risultato ottenuto
Evidentemente vi sono agenti immobiliari che interpretano la norma Antiriciclaggio in altro modo, ossia:
l’obbligo principale di adeguata verifica della clientela abbia subìto solo delle lievi precisazioni in ordine al momento in cui deve essere assolto, ovvero prima dell’inizio del rapporto.

In che momento va fatta l’identificazione?
Prima dell’instaurazione del rapporto
Prima del conferimento dell’incarico (in caso di vendita o locazione)
Prima della sottoscrizione della proposta (in caso di vendita o locazione)


specialmente quando trattano immobili di un certo valore per conto di società, e ritengono che l'acquisizione di un mandato instauri un rapporto col soggetto che glielo ha conferito.

Comunque sia, il cliente che non vuole firmare i moduli sottopostigli dall'agente fa bene a non conferirgli l'incarico e rivolgersi altrove.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Evidentemente vi sono agenti immobiliari che interpretano la norma Antiriciclaggio in altro modo, ossia:
l’obbligo principale di adeguata verifica della clientela abbia subìto solo delle lievi precisazioni in ordine al momento in cui deve essere assolto, ovvero prima dell’inizio del rapporto.
Ho letto il decreto del 2017 (che modifica le precedenti disposizioni), e in effetti parla del momento del conferimento dell’incarico.
Peraltro mi pare di capire che l’unico obbligo per l’agente immobiliare sia quello di conservare i documenti necessari ad identificare correttamente il cliente.
Dato che non è pensabile svolgere un incarico per il reperimento di un acquirente senza conoscere i dati del venditore , mi pare un obbligo molto ...”all’acqua di rose”.
Prima del 2017 era necessario tenere il registro apposito, ora mi pare di no.
Quindi basta tenere copia dei documenti d’identità.
Non mi pare che il cliente debba firmare nulla, per quanto riguarda l’antiriciclaggio.
In definitiva, deve solo dare un documento, almeno fino al momento in cui si conclude un’operazione.
 

Elisabetta2

Membro Ordinario
Professionista
Ho letto il decreto del 2017 (che modifica le precedenti disposizioni), e in effetti parla del momento del conferimento dell’incarico.
Peraltro mi pare di capire che l’unico obbligo per l’agente immobiliare sia quello di conservare i documenti necessari ad identificare correttamente il cliente.
Dato che non è pensabile svolgere un incarico per il reperimento di un acquirente senza conoscere i dati del venditore , mi pare un obbligo molto ...”all’acqua di rose”.
Prima del 2017 era necessario tenere il registro apposito, ora mi pare di no.
Quindi basta tenere copia dei documenti d’identità.
Non mi pare che il cliente debba firmare nulla, per quanto riguarda l’antiriciclaggio.
In definitiva, deve solo dare un documento, almeno fino al momento in cui si conclude un’operazione.
deve firmare, al momento dell'incarico anche verbale, che i dati contenuti nel fascicolo siano corretti
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
E x questo deve essere edotto sul trattamento dei suoi dati personali.... Ma finisce qui e non vi è obbligo di firme. Quindi, regola principe su tutte, leggere sempre cosa si firma (e accetta!). Già il fatto che ancora lo scrivente non ne abbia una copia non fa pensare bene....
 

ginore

Membro Attivo
Interessantissime tutte le risposte...apppena avrò copia di questo modulo lo leggerò e vi informerò......
Comunque, non avendo dato la vendita in esclusiva, sono orientato a non firmare nulla: su quell'agente vuole "aiutarmi" a vendere il mio immobile, deve fare come gli altri suoi colleghi, se non gli sta bene io farò a meno dei suoi servigi.
 

Elisabetta2

Membro Ordinario
Professionista
E x questo deve essere edotto sul trattamento dei suoi dati personali.... Ma finisce qui e non vi è obbligo di firme. Quindi, regola principe su tutte, leggere sempre cosa si firma (e accetta!). Già il fatto che ancora lo scrivente non ne abbia una copia non fa pensare bene....
l'antiriciclaggio non prevede che il cliente ne abbia una copia come per la privacy
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
La regola aurea è quella di chiedere copia di tutto ciò che si firma..... Come hai fatto tu!
 

Elisabetta2

Membro Ordinario
Professionista
Interessantissime tutte le risposte...apppena avrò copia di questo modulo lo leggerò e vi informerò......
Comunque, non avendo dato la vendita in esclusiva, sono orientato a non firmare nulla: su quell'agente vuole "aiutarmi" a vendere il mio immobile, deve fare come gli altri suoi colleghi, se non gli sta bene io farò a meno dei suoi servigi
peccato. E' l'unico serio che ottempera obblighi di legge
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non mi pare che il cliente debba firmare nulla, per quanto riguarda l’antiriciclaggio.
In definitiva, deve solo dare un documento, almeno fino al momento in cui si conclude un’operazione.
:stretta_di_mano:
peccato. E' l'unico serio che ottempera obblighi di legge
Gli obblighi di Legge non sono far metter la firma in un modulo per giustificare l'inserimento in un "database" di identità ad uso dell'agente.
 

Elisabetta2

Membro Ordinario
Professionista
:stretta_di_mano:


Gli obblighi di Legge non sono far metter la firma in un modulo per giustificare l'inserimento in un "database" di identità ad uso dell'agente.
può essere, in ogni caso siamo obbligati a farlo e non lo troviamo divertente. Nel momento del conferimento incarico, anche verbale, dobbiamo censire il venditore con i moduli dell'adeguata verifica e con la scheda rischio. Anni fa era sufficiente al momento della proposta, ora al momento dell'incarico. Il cliente deve sottoscrivere la scheda con i suoi dati anagrafici e nient'altro. Se si rifiutasse, abbiamo l'obbligo di segnalarlo agli organi di competenza. Lo scambio di denaro non ha nulla a che vedere con la verifica in questione.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto