• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Ho ereditato alcuni beni immobili tramite donazione...
uno di essi vorrei venderlo... posso farlo o ci sono dei problemi ?

il donante ha dato il 50% dei suoi beni a me e il 50% dei suoi beni all'altra parte che ne aveva diritto
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
capito beh si tratta di un piccolo immobile del valore sui 35000/40000 euro quindi il più delle volte credo che nemmeno potrebbero aver bisogno di un mutuo eventuali-potenziali acquirenti
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Dimenticavo: chi acquistasse da te correrebbe il rischio che un legittimario (del tuo donante), se fosse leso dalla donazione, potrebbe recuperare il bene.
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
un tuo parere / consiglio
se i legittimatari sono 2 e io sono uno dei due
ed entrambi abbiamo preso il 50%
si corrono rischi ?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
si corrono rischi ?
Per poter valutare con una certa sicurezza il grado di rischio per l'acquirente, bisognerebbe conoscere molti altri dati: se il donante è in vita o no; se è morto, da quanto è morto; nel caso il donante sia vivo, se il (probabile) patrimonio ereditario sia in grado di soddisfare le quote di legittima di tutti i legittimari... E non si può mai essere certi al 100% sul numero dei legittimari. Un esempio: oggi il donante potrebbe essere vedovo. Domani potrebbe risposarsi. ;)
 
Ultima modifica:

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
il donante è vivo e ha donato tutto cioè che aveva, ormai è nullatenente
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Se è nullatenente ed ha effettuato le donazioni per non avere beni su cui eventuali suoi debitori potessero rivalersi, potrebbe essere un ulteriore problema.
Ogni vendita di immobile frutto di donazione è una storia a se, anche in base alla situazione complessiva del donante ; l’eventuale acquirente (e la banca che erogherà il mutuo, qualora necessario ) farà bene ad analizzare con cura ogni aspetto , per non correre rischi inutili.
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
no ha fatto le donazioni per poter "liberarsi" dei beni immobili nei suoi ultimi anni di vita.

si è lasciato solo il denaro depositato a suo nome per le sue tutele

Non ha debiti verso nessuno.
 

JR1987

Membro Ordinario
Proprietario Casa
ehehe che non c'è
comunque diciamo che quanti anni devono passare per "eliminare" tutti questi diciamo vincoli ? 20 ?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
quanti anni devono passare per "eliminare" tutti questi diciamo vincoli ? 20 ?
L’acquisto del terzo resta efficace (e non soggetto all'azione di restituzione), se l'azione di riduzione da parte di un legittimario del donante è presentata dopo 20 anni dalla trascrizione della donazione. Tuttavia il coniuge e i parenti in linea retta del donante possono opporsi alla donazione entro 20 anni dalla stessa, a mezzo di un atto stragiudiziale notificato e trascritto nei confronti del donatario e dei suoi aventi causa, con lo scopo di sospendere nei loro confronti il normale decorso del ventennio e conservare così l’azione di restituzione contro il terzo acquirente.
In ogni caso, il legittimario leso e vittorioso nell'azione di riduzione dovrà rivolgersi al donatario e soddisfarsi sul suo patrimonio. Solamente nel caso di insolvenza del donatario potrà ottenere la restituzione dell’immobile dal terzo acquirente (che, se paga al legittimario l’equivalente in denaro della lesione accertata dal giudice in sede di riduzione, è liberato dall’obbligo di restituire l’immobile).
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
10 anni è il termine che decorre dalla morte del donante.
Termine oltre il quale gli eredi legittimari lesi non possono più vantare alcun diritto sull'immobile oggetto di donazione.

Nel caso di cui si sta parlando, il donante è ancora in vita.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
ci sono dei problemi ?
Siccome ho seguito un caso analogo (vendita di un immobile proveniente da donazione), sono venuta a sapere che esistono delle assicurazioni per superare il problema.
L'assicurazione si può stipulare anche dopo la donazione, quindi nel momento in cui l'immobile viene messo in vendita.
Garantisce sia il terzo acquirente, sia la banca che eroga il mutuo.

Può interessarti questo link:
Donazione Sicura
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ingegnere - Settore Edile
Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Alto