1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tresi

    tresi Nuovo Iscritto

    Buongiorno, vorrei sottoporre a voi una questione che mi è successa.
    Ho una srl di costruzioni dove ho diversi immobili la quale ne voglio vendere uno a mio figlio.
    é possibile che mio figlio chieda un mutuo in banca per acquistare un appartamento di quelli che vendo io, anche se sono il suo genitore?
    Premesso che lui ha un reddito e busta paga per conto suo e voleva investire una parte del suo stipendio per il pagamento della rata.
    Ma le banche non gli concedono il mutuo per motivo che a vendere l'immobile è la mia azienda la quale io genitore sono il legale rappresentante e la busta pagadi euro 1500 € che percepisce deriva appunto dalla mia azienda.
    Chiedo se qualcuno sa qualcosa in proposito e come posso fare a far acquistare a mio figlio una casa da me, anche perchè la pagherebbe inferiore ad altri costruttori, non pagherebbe intermediari e sopratutto sarebbe sicuro di acquistare una casa come si deve.
    Grazie
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me è non dovrebbe fare differenza se la vendita è della società del padre e lo stipendio pure. L'importante è che la rata del mutuo venga pagata, magari con la firma del padre come garante.
    Non penso che tutte le banche facciano storie. Fai una ricerca più ampia fra le banche: ce ne sono che hanno concesso mutui su immobili ancora da costruire, ipotecando appunto la futura costruzione, anche se il periodo attuale è in generale molto negativo per la concessione di mutui. Saluti.
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    per esperienza so che le banche, in generale, sospetterebbero di una procedura del genere anche se basata sulla buona fede di tutti i contraenti, le ragioni sono relative alla generale inaffidabilità delle imprese edili
    dovresti affidarti ad una banca che conosce te e l'azienda, il direttore potrebbe sicuramente avallare la pratica
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Cambia Banca, se è così come dici, forse chi ti ha istruito la pratica del mutuo non ha evidenziato la doppia garanzia, sia per il venditore che l'acquirente :daccordo:
     
  5. tresi

    tresi Nuovo Iscritto

    grazie per le delucidazioni a tutti voi!
     
  6. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro Tresi mi dispiace della tua situazione .
    Innanzitutto la Banca ha dato una risposta corretta perchè ha dovuto seguire le regole che disciplinano la valutazione del rischio da assumere.
    Le ragioni sono semplici:
    Io procedo a caso perchè non conosco nè la tua azienda nè la tua situazione economico - finanziaria nè la eventuale partecipazione di tuo figlio nella società.
    Comunque vista dal lato bancario una operazione del genere assume quasi una forma di autofinanziamento: Tanto varrebbe che avessero aumentato il fido. Una operaxzione del genere assume solo la funzione di acquisire liquidità da riversare a sua volta nella azienda.
    Inoltre c'è la questione che tuo figlio è anche dipendente della Srl dalla quale dipente al 100% perchè percepisce uno stipendio. E se per caso la Srl dovesse fallire il mutuo chi lo paga.?
    Potrebbero poi esserci altre ragioni che purtroppo non conosciamo
    Ciao
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    cè sempre l'immobile che vale almeno il 50% in più, con un ipoteca di primo grado, dovè il pericolo?
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' palese che il fine dell'operazione non è quella di finanziare l'acquisto della casa per permettere al figlio di investire una parte dei risparmi, bensì quella di finanziare l'Impresa.
    Il Genitore potrebbe benissimo "donare" l'appartamento al figlio, il quale in tempi migliori (chissà quando) potrà rivenderlo e guadagnarci.
    Quale investimento migliore di questo ?
    Ma con uno stipendio di 1500 euro al mese dove si pretende di andare ?
    Sono tutti indizi di problemi di liquidità dell'azienda e ciò dimostra le perplessità della Banca nel concedere il mutuo.
     
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    beh...
    questa dovresti raccontarla alla banca che ha appena visto chiudere un'asta di un immobile che ha finanziato per 100, dalla quale, considerate tutte le spese sostenute ha ottenuto il valore di 25 o anche meno
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina