1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Al rogito notarile per la vendita di un terreno, l'acquirente ha richiesto al venditore l'atto di acquisto in possesso di quest'ultimo. Mi chiedo, è lecita questa richiesta o il venditore si può rifiutare trattenendo il documento agli atti insieme all'atto di vendita del bene medesimo che gli consegnerà il notaio?
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    diciamo che nel momento in cui il bene viene ceduto, il venditore non ha più ragione per trattenersi il titolo del suo acquisto, mentre invece il compratore potrebbe un giorno avere necessità di consultare un atto di trasferimanto precedente al proprio per dedurne particolari inerenti i vari diritti sulla proprietà che nel suo atto potrebbero non essere specificati.
    Nelle dispute sui diritti relativi ai terreni capita di dover richiedere all'Agenzia delle Entrate copia di atti superati allo scopo di chiarire alcuni particolari, il questo modo almeno l'atto precedente sarebbe già in possesso
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Che problema c'è a fare una fotocopia? Poiché l'atto una volta trascritto è pubblico, chiunque può ottenerne copia, rivolgendosi allo studio del notaio rogante o, se non più operante, all'archivio notarile. In alternativa chiunque può andare a leggere, sia il titolo, che la trascrizione al Servizio di Pubblicità Immobiliare Provinciale, ex Conservatoria dei RR.II.
     
    A Avvocato Luigi Polidoro piace questo elemento.
  4. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Concordo con @Gianco e aggiungo: il compratore avrebbe dovuto richiederlo prima l'atto di provenienza, è buona regola farlo prima di formulare la proposta.
     
  5. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma infatti il compratore era già in possesso di una scansione dell'atto, ma ha voluto ugualmente l'atto originale del venditore.
     
  6. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Bene, adesso è tutto più chiaro.
    La richiesta dell'acquirente è comunque lecita, anzi risponde alla normale prassi della negoziazione immobiliare.
     
  7. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Avvocato.
     
    A Avvocato Luigi Polidoro piace questo elemento.
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il fatto che venga fornito l'atto di provenienza non garantisce la regolarità dell'atto. Tant'è che il venditore, qualora avesse voluto, avrebbe nel frattempo stipulato un altro atto senza che l'acquirente ne venisse a conoscenza.
     
  9. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Nessuno ha detto il contrario. Ciò non toglie che sia prassi consolidata chiederla ed ottenerla.
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La mia è una considerazione che non va in contrasto ad alcuna affermazione. Secondo me, era importante che si prendesse atto di questa circostanza. Perché sovente si da molto credito all'atto d'acquisto come se fosse la garanzia della proprietà. Purtroppo, gli addetti ai lavori sanno che così non è.
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina