1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. skatman

    skatman Nuovo Iscritto

    Buogiorno a tutti, vorrei esporvi il mio prolema sperando di ricevere risposta. Mia mamma e le mie zie hanno ereditato, ormai da tanti anni, un piccolo terreno agricolo per il quale ancora non è stata fatta la successione, premetto che su una quota di questo terreno è stata da poco effettuata una cancellazione di pignoramento. Uno dei miei cugini ha coinvolto le mie zie nella vendita di questo terreno facendo firmare a tutte una scrittura privata, ed utilizzando la vecchia divisione fatta dalla banca per la procedura esecutiva, per escludere dalla vendita la parte di mia madre che si è rifiutata. Alla firma di questo compromesso ( chiamiamolo così) le mie zie hanno ricevuto dei soldi versati dal compratore a titolo di caparra.
    Dopo qualche tempo, le mie zie non volendo spendere soldi per la successione hanno firmato un'altra scrittura privata dove vendevano a titolo definitivo il terreno nella totalità, quindi anche la parte di mia madre, e prendendo a saldo dell'importo degli assegni che si scoprirà dopo essere scoperti. Ora io mi chiedo che validità hanno queste scritture private? Se una volta fatta la successione si volesse vendere il terreno ad altro acquirente la caparra del primo compromesso andrebbe restituita raddoppiata?
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Tu dici...........ancora non è stata fatta la successione,
    domanda...............quanto tempo fa si sarebbe dovuta aprire la successione???
    Cioe' quando e' deceduta la persona che ha lasciato in eredita' questo terreno???
    cioe' non e' stata fatta la successione o la divisione???
     
  3. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    I termini per la successione non scadono mai. Pertanto deve essere fatta obbligatoriamente la successione del bene a nome di tutti i legittimi eredi lasciando eventualmente ,dato che volete vendere, tutto come proprietà indivisa. Poi,senza fare le divisioni, la proprietà viene venduta da tutti gli eredi intestatari.
    Penso di avere capito così
    Ciao
     
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Allora ho qualche informazione sbagliata??
    Entro quando deve essere fatta la successione naturale, dalla morte del soggetto????
    Ai sensi dell'art. 456 Codice Civile la successione si apre la momento della morte e qualora il defunto non abbia predisposto un testamento gli eredi sono tenuti a presentare la dichiarazione di successione entro 1 anno dalla data del decesso all'Ufficio del Registro competente in base all'ultima residenza del deceduto.
    Gli articoli citati del Codice Civile sono ricercabili nella sezione La Costituzione e i Codici del sito del Consiglio Nazionale del Notariato a cura dello stesso Consiglio e dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
     
  5. skatman

    skatman Nuovo Iscritto

    La successione si è aperta tantissimi anni fà e nessuno degli eredi, per problemi diversi, si è preoccupato di presentare la dichiarazione di successione. Credo che ancora si possa fare pagando penali varie ma il problema sono le scritture private. Facendo adesso la dichiarazione di successione si può vendere ad altro acquirente o rischiano di incorrere in problemi per la precedente vendita non andata a buon fine?
     
  6. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    sicuramente ci saranno delle sanzioni per l'omessa dichiarazione di successione.
    comunque scusa...................se il terreno era anche di tua madre come hanno fatto le tue zie a venderlo se tua madre non era d'accordo ???..
    Le tue zie hanno preso anche degli assegni scoperti. E' tutta una truffa.
    forse non lo sai ma una proprieta' (che sia un immobile o un terreno) che ha piu' proprietari se non sono tutti d'accordo a vendere NON si puo' vendere.
     
  7. skatman

    skatman Nuovo Iscritto

    Successivamente mia madre è stata favorevole alla vendita avendo ricevuto rassicurazioni sulla regolarità dell'operazione (ha fatto una procura speciale ad una delle sorelle), comunque, non avendo accettato il primo compromesso e non avendo ricevuto soldi a titolo di caparra mia madre resta fuori da tutto, però volendo in futuro vendere questo terreno (con dichiarazione di successione fatta!)la domanda che io mi pongo è sempre quella: i soldi ricevuti a titolo di caparra dalle altre li devono restituire pagando il doppio visto che hanno firmato una scrittura privata per vendere il terreno senza averne il titolo? In conseguenza di ciò l'acquirente (che poi ha saldato con assegni scoperti) registrando la prima carta potrebbe dire che la vendita non è avvenuta proprio in virtù della mancata successione?
     
  8. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    lo capisci da te che e' una situazione difficile.
    adesso dici che anche tua madre era d'accordo alla vendita ed ha fatto una procura alle sorelle.
    bene.
    una proposta-preliminare anche senza versare caparra e' valida.
    E' obbligatorio fare la successione prima di vendere altrimenti non possono farlo.
    l'acquirente ha saldato con assegni risultati scoperti................e' un truffatore.
    qui ci vuole un avvocato.
     
  9. skatman

    skatman Nuovo Iscritto

    Mi sa proprio di sì è una situazione complicata. Non perderemo tempo, grazie a tutti per l'aiuto.
     
  10. Amleto2012

    Amleto2012 Nuovo Iscritto

    Ma quando si accetta un assegno si da quietanza salvo buon fine. Ora se gli assegni erano scoperti è chiaro che l'acquirente è in grave difetto e non credo possa pretendere nulla indietro circa la caparra confirmatoria. Voi potreste trattenere al contrario la caparra, ma visto il gran casino che avete combinato io lascerei perdere restituirei i soldi e punto. Tra l'altro le scritture private di compromesso acquisto beni immobili comunque andrebbero registrate entro un termine di 20 o 30 gg non ricordo bene) presso l'Agenzia delle Entrate. Perciò il compromesso in se è inficiato in partenza da questa mancanza verso l'erario che può rivendicare le mancate imposte versate sulla caparra da parte della parte acquirente, e le imposte di registro da parte di entrambe le parti. HO una curiosità: ma chi cavolo avete scelto come notaio?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina