1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pasopart

    pasopart Nuovo Iscritto

    salve a tutti,
    vi espongo brevemente il mio problema..
    circa 10 anni fà ho acquistato un terreno al 50% con altre due persone...
    per la costruzione di una bifamiliare.
    dopo innumerevoli peripezie, da architetti presentati da loro che sbagliano regole comunali, che sbagliano percentuali di calcolo sul prezzo del progetto (hanno messo edilizia pubblica), da un mio parente rfiutato perchè il suo progetto non permetteva il recupero di due piani di marmo della cucina però risolveva un problema enorme di accesso alla casa, dal rifiuto sia di vendita che di costruire con un'altra persona da me presentata che oltretutto (essendo ingegnere) avrebbe fatto gratuitamente la direzione cantiere anche a loro, altre due offerte di impresari molto vantaggiose...
    essi dicono che tutte quante non erano finanziariamente soddisfacenti per loro...
    il terreno adesso con tutta la gente interpellata (sta diventando la "favola" del paese e limitrofi), ed anche per la crisi sta calando di valore...
    un mediatore mi ha consigliato la strada della vendita giudiziaria, cioè io vorrei realizzare per necessità e loro me lo stanno impedendo, in più stà calando di valore.
    aggiungo che sul terreno si può presentare una sola concessione edilizia, per cui è praticamente indivisibile, visto che nessuno vorrebbe acquistare la mia quota se gli altri non costruiscono nè hanno intenzione di farlo...
    è una strada percorribile ? o c'è altra strada ?
    mi hanno anche detto che è lunga e si arriva a un'asta, spese di avvocato e perizia etc etc

    grazie mario

    ps...hanno provato a ragionarci una marea di persone con loro e niente, un accordo non si raggiunge
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    e allora solo la vendita giudiziale rimane.
    vedrai che dopo la lettera del tuo avvocato che gli comunica la tua decisione di vendere giudizialmente
    cambieranno idea e saranno piu' malleabili.
    se invece continueranno ad essere irragionevoli..................liberati grazie ad un giudice di persone del genere.
     
  3. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Visto che si parla di una comunione immobiliare la procedura è sempre la solita più volte ripetuta nel forum.
    Nel Far West si usavano altri metodi:^^: oggi superati e quindi si risparmiavano le spese di cui dice ... ora senza accordo vi è l'obbligo:disappunto: della mediazione, per inciso speriamo che la Corte Costituzionale provveda a breve ad eliminare la pessima obbligatorietà, e se non riesce neppure quella c'è la divisione giudiziale ovviamente con l'ausilio dell'avvocato e di una ctu per appurare il valore del bene.... spese quindi inevitabili a partire dalla mediazione obbligatoria !
    Avv. Luigi De Valeri:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina