1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lobarbarossa

    lobarbarossa Nuovo Iscritto

    Cari amici, oggi vi voglio parlare di una cosa davvero importante.
    i miei genitori un po vecchietti vogliono vendere questo terreno con rudere sul quale grava solo il vincolo idrogeologico.
    come detto sono vecchietti e mi hanno chiesto di interessarmi alla cosa. ora ho ricevuto una proposta di acquisto da un cliente(attraverso agenzia) il quale dopo l'acquisto ha intenzione di abbattere e ricostruire.
    fino qui niente di male, ma vorrei sapere cosa far scrivere o no sulla richiesta di acquisto perchè il soggetto dell'agenzia mi sembra che faccia tutto un po alla carlona.
    sulla richiesta x esempio ha fatto scrivere esplicitamente che dopo l'acquisto abbatterà x poi ricostruire.
    ho parlato con un avvocato e mi ha detto che questa frase o passaggio è del tutto irrilevante e inutile. è vero?
    e poi ancora , dopo la vendita rischi di qualche genere?

    p.s. ogni consiglio è ben accetto anche perchè sono ignorante della materia
     
  2. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'acquirente lo sa? Secondo me è meglio citare questo fatto anche nel preliminare di vendita (nell'atto di vendita il notaio certamente lo riporterà), specificando anche se il rudere è servito o meno di acqua potabile ed energia elettrica.
    Dopo l'acquisto potrà fare tutto ciò che le leggi e le norme urbanistiche gli consentiranno. Voi non gli garantirete certo la fattibilità del suo progetto di demolizione e ricostruzione.
    Penso solo in caso di vizi occulti, ma se non ce ne sono .... direi che potete stare tranquilli.
     
    A possessore, lobarbarossa e fiorello64 piace questo elemento.
  3. lobarbarossa

    lobarbarossa Nuovo Iscritto

    ti ringrazio x la pronta risposta;).
    quindi mi stai dicendo che riportare tale passaggio è comunque utile?
    giusto?
    x quanto riguarda il vincolo hai ragione. il notaio certamente lo mensionerà cosi come altri se ce ne fossero.
    x quanto riguarda casi di vizi occulti non capisco a cosa ti riferisci.
    cmq grazie

    ah!!!
    dimenticavo...Ovada è molto carina(vacanze 2006)
     
  4. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sono difetti che possono diminuire il valore di un bene o renderlo inservibile e che, pur conosciuti dal venditore, non sono visibili.
    Se intendi riportare il fatto del vincolo e della eventuale assenza di allacciamento idrico ed elettrico nel preliminare sì, se dovessi vendere io lo farei.
    Non mi sembra utile che il compratore scriva che intenda demolire e ricostruire, a meno che non voglia da voi una garanzia di fattibilità e non voglia vincolare il perfezionamento dell'atto a tale fattibilità. Chiarite bene questo punto.
     
  5. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    dopo di te dall'avvocato, di cui poco ti fidi, dovrà andarci l'acquirente per cautelarsi con un buon preliminare dalla situazione di cui parli.:^^:
     
  6. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Se è un rudere molto probabilmente non è accatastato e se lo è dovrebbe essere una unità collabente.

    Dal notaio normalmente viene riportata l'esistenza di servitù, non di vincoli urbanistici.

    Dal CDU (certificato di destinazione urbanistica) che dovrai richiedere, visto che si tratta di un terreno, il comune ti certificherà tutti i vincoli urbanistici a cui il terreno è soggetto.

    La vendita riguarda un terreno, non un fabbricato.
    Ha ragione il tuo avvocato. E' del tutto irrilevante.

    Io non andrei a scrivere nulla, ne sul preliminare, ne tanto meno sul rogito
     
  7. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    come già rilevato chi si deve proccupare è l'acquirente
    se lui vuole demolire e ricostruire evidentemente avrà incaricato un professionista per capire cosa può farci
    oltre al certificato di destinazione urbanistica e vincolo idrogeologico metterei che l'acquirente prima dell'acquisto è a conoscenza della legislazione urbanistica ed edilizia vigente al momento del rogito che disciplina quella particella
    in modo che un domani nessuno possa contestarti alcunchè questo perchè chi si occupa della materia sa che le normative possono cambiare con molta rapidità
     
    A lobarbarossa e meri56 piace questo messaggio.
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ho visto un notaio che in queste situazioni sul rogito scriveva così:" l'acquirente è consapevole che trattasi di terreno agricolo -come da CDU ecc.ecc.- e che dopo aver preso visione dello stato di fatto in cui si trova l'immobile (terreno) oggetto della compravendita, dichiara che il medesimo è di suo completo gradimento liberando con ciò il venditore bla bla bla....."
     
    A lobarbarossa piace questo elemento.
  9. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    non tutti i rogiti sono uguali e prima del rogito viene il preliminare come già ricordato... comunque attenzione ai blablablabla:disappunto:
     
  10. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    è ovvio che i "bla bla bla" sono le frasi di rito che vengono scritte sui rogiti. Certo che prima esistono i preliminari, ma se nei medesimi ci si para le ......spalle :^^:nel modo suddetto, credo che anche il notaio potrà essere d'accordo. O no?
     
  11. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    il mio intervento era finalizzato alla delicatezza della fattispecie
    possiamo immaginare che l'acquirente voglia trasformare il rudere ma la normativa a cui le regioni devono far riferimento ad esempio nelle zone rurali ha subito repentine modifiche per cui sarebbe bene per entrambi fare prima chiarezza
    conosco persone che hanno acquistato terreni agricoli per fare la casetta e che poi non l'hanno potuta fare...
    quindi se fossi chi acquista lo farei solo con legge regionale PRG NTA e RE alla mano nonchè R.D.L. 3267/23 per il vincolo con tanto di parere di un geologo
     
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perfettamente d'accordo. Ma non sono io venditore a dovermi preoccupare di tutte queste cose. Io ti vendo un terreno agricolo. Ciò che ne farai dopo il rogito, sono affari tuoi.:ok:?
     
  13. lobarbarossa

    lobarbarossa Nuovo Iscritto

    mi fa piacere che ci sia confronto tra di noi e ci reciproco scambio di informazioni.
    ringrazio tutti x la partecipazione, questo vuol dire che il forum è vivo e che è seguito con attenzione.

    ora credo di dovervi chiedere un ultima cosa. come mi conviene essere pagato???
    con assegno circolare? bonifico bancario???
    accetto ogni soluzione

    vi ringrazio tutti
     
  14. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il bonifico è la forma migliore. Anche e più dell'AC.
     
    A lobarbarossa piace questo elemento.
  15. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    assegno circolare non trasferibile
     
  16. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie a nome di Ovada. Torna presto!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina