1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Joe

    Joe Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve,
    a fine novembre u.s. l’inquilino ha lasciato l’appartamento sottoscrivendo un verbale di riconsegna dove si legge “Il locatore dichiara che il conduttore non ha pagato tutti i canoni e le spese accessorie ad oggi determinate per un totale di Euro 3.467,23 per cui si riserva di compensare l'eventuale conguaglio in tutto o in parte con il deposito cauzionale a suo tempo versato dal conduttore e che ammonta a Euro 1.260,00 compresi interessi legali dal 03/05/2012.
    Il conduttore infine assume l’impegno inderogabile di pagare al locatore le spese accessorie suddette ad oggi determinate e per le quali non sono attualmente disponibili le relative bollette, non appena le stesse gli verranno inviate dal locatore.”

    Ho contattato il conduttore, col quale ci siamo lasciati in buoni rapporti e con la promessa che avrebbe fatto fede appena possibile ai suoi impegni, per consegnargli copia delle bollette gas/acqua relative all’ultimo bimestre di locazione. Gli avevo altresì proposto di versarmi in cinque rate entro luglio p.v. i canoni e le spese suddetti. Alla mia richiesta, mi ha risposto che stante la crisi del settore in cui lavora, non sa né come né quando potrà saldare sia i canoni che le spese accessorie non pagate.


    A questo punto chiedo se stante la situazione di insolvenza, in forza del suddetto verbale sono legittimato ad incamerare la cauzione che il conduttore aveva depositato oltre a notificargli un termine perentorio entro cui versare il saldo.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Direi che avete redatto un documento ambiguo.
    Da un lato si riconoscono qulei eventuali somme sono dovute, si autorizza a trattenre la causzione in compensazione...ma si fissa una scadenza per le sole bollette ancora non ricevute.
    Quindi la cauzione è già trattenuta ma il pagamento immediato è "previsto" solo per le bollette.

    Ora sei tu a dover valutare la convenienza ad intraprendere le vie legali per farti rimborsare il mancante...o quantomeno trovare un accordo scritto (meglio supportato da cambiali "pagherò").
     
  3. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A me sembra che, avendo l'ex conduttore firmato l'accordo riconoscendo il suo debito e acconsentendo alla compensazione col deposito cauzionale maggiorato degli interessi maturati, Joe possa legittimamente trattenere la cauzione.
    Per il debito rimanente il proprietario ora può calcolare l'importo esatto e proporre all'ex inquilino una rateazione con scadenze predeterminate. Se il debitore non può o non vuole pagare e le parti non riescono ad accordarsi bonariamente, il creditore valuterà costo e tempistica di un'eventuale azione legale in base all'effettiva possibilità di recuperare il suo credito.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    di solito la cauzione serve per garantire la conservazione dell'immobile e non per il canone e spese condominiali
     
    A moralista piace questo elemento.
  5. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dovrebbe essere così ma in molti non ti pagano gli ultimi mesi e si autoscontano il deposito, poco gli importa di eventuali danni che hanno cagionato.
     
  6. giovanna1948

    giovanna1948 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ...e quando l' inquilino uscito da casa tua non ha fissa dimora e va ospite di " amici" come fai a recapitargli una raccomandata A.r. di sollecito e interruzione della prescrizione del credito?? Specie se l' ultima residenza conosciuta è casa tua datagli in locazione e da cui non esce con regolare variazione di residenza?!
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La funzione del deposito cauzionale previsto dall'art. 11 della legge n. 392/1978 è di garantire il locatore per l'adempimento di tutti gli obblighi, legali e convenzionali, gravanti sul conduttore. Quindi, non soltanto di quello di risarcimento dei danni per l'omesso ripristino dei locali, ma anche del pagamento del canone e degli oneri accessori rimasti impagati.
     
    A AZALEA piace questo elemento.
  8. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    se questo non è chiaro allora come dovremmo comportarci: la cauzione è fissata in......che a fine locazione (verificata l'assenza di danni diretti e/o indiretti alle singole strutture ed al complesso locato) sarà restituita comprensiva di interessi legali, e non potrà essere mai imputata come canoni
     
    A adimecasa piace questo elemento.
  9. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Forse era meglio se nel verbale veniva scritto qualcosa come: "il conduttore riconosce un debito di euro ... (salvo conguaglio) nei confronti del locatore e lo autorizza a trattenere il deposito cauzionale quale acconto della somma dovuta..."
    Ma ormai è scritto all'altro modo. Io mi considererei autorizzata a tenermeli. In fondo il verbale di riconsegna così formulato lo ha firmato pure lui quindi ne è consapevole.
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    come minino nel verbale si deve attenersi alla situazione attuale al momento della consegna
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina