1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    Salve ancora a tutti del forum,

    ho da porre altro quesito; sempre nel mio condominio, sembra il condominio piu' pazzo del mondo, c'e un cancello automatico montato da un condomino stesso ancora piu' di 15 anni fa' , quindi senza alcun collaudo da chi l'ha messo ne' alcuna verifica annulae come invece richiede la normativa sulle macchine.Non esiste un libretto che attesti la regolarita' del cancello. NULLA!!!!L'amm.re d'accordo con i condomini stessi ha fatto si' , nonostante la sua richiesta di regolizzare la cosa, che non venga fatto nulla a tal riguardo, ma ha fatto mettere per iscritto a verbale che non e' responsabile ne' a livello penale ne civili nel caso succede qualcosa.Vi chiedo a chi mi devo rivolgere a far chiedere un controllo della cosa?vediamo che succede di bello? i miei condomini impareranno a rispettare i regolamenti? grazie a tutti
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
  3. emass

    emass Membro Junior

    Ciao, tra tutte le cose che ho letto, la presunzione di togliersi da eventuali responsabilità penali è tra le più gustose; quasi come le promesse da campagna elettorale. Nutro anche dubbi sulla eventuale non corresponsabilità dei condomini che, una volta resi edotti di eventuali pericoli derivanti dall'uso del cancello, pensano di nascondersi dietro l'amministratore, ma questa è materia da legale. Purtroppo se la data di installazione è quella che dici, un qualche problema di inquadramento normativo c'è. Le varie Direttive Comunitarie sono state recepite solo dopo la presunta data di installazione e, l'assenza (almeno credo) della marcatura CE, non individua in modo certo il costruttore di quella che oggi sarebba una "macchina". Ciò detto resta sempre vigente il concetto di costruzione a regola d'arte che, in caso di incidente, sarebbe subito messa in discussione. Sempre in caso di incidente è assai probabile che al Giudice tutte queste problematiche interesserebbero poco. Una qualche testa dovrà cadere. Una cosa non mi è chiara, quando dici: nonostante la sua richiesta ecc.., richiesta di chi? Saluti
     
  4. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    Richiesta dell ' ammistratore a regolarizzare il cancello secondo la normativa .ma alcuni condomini (tra i quali anche chi lo ha fatto )non vogliono ...o non possonovisto che mancano di tutto.?e se capita qualcosa anche a me?chi mi risponde?????l' amm.re si e' tolto da ogni responsabilita' e lo ha messo a verbale!!grazie
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai provato a parlearne con i vigili del fuoco?
     
  6. emass

    emass Membro Junior

    Salve arianna26, prima di continuare a parlare del cancello di diabolikki, sarebbe opportuno che lo stesso ci inquadri meglio la situazione. Gli pongo allora quesiti solo apparentemente banali che ci aiuteranno ad inquadrare meglio il problema. 1) oltre al cancello motorizzato esiste altro accesso solo pedonale? 2)il cancello da su pubblica via?
    Infine per te: perchè vedi competenza dei vigli del fuoco? l'edificio è attività soggetta e quindi necessita di facile avvicinamento degli automezzi? magari diabolikky ci può aiutare a capire, saluti
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    parlavo dei vigili del fuoco perchè so che sono loro ad effettuare i sopralluoghi riguardanti la sicurezza degli edifici.
     
  8. emass

    emass Membro Junior

    Capito, tuttavia il D.P.R. 151/2011 disciplina le attività soggette. Se l'edificio di diabolikky non rientra tra quelli descritti come attività 77 dal citato DPR, non vi è competenza specifica, come attività soggetta a controlli da parte del Corpo Naz. dei VV.F. Che poi ogni qualvolta si verifica un "incidente" a cominciare dai gatti sui cornicioni si chiamino i Vigili, è altra cosa. Se invece l'edificio sdovesse superare i 24/32 m di altezza ( attività 77) allora potrebbe essere necessario garantire l'accesso agli automezzi. Aspettiamo chirimenti dal ns comune amico.
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Se il cancello è stato eseguito 15 anni fa fine anni 90 quindi....esisteva già la legge sulla conformità degli impianti, la veccia legge n°46/90, dove veniva già imposto che tutti gli impianti di una casa, elettrico (compreso eventuali cancelli elettrici) idraulico radiotelevisivo fossero già considerati. ora la nuova legge (Il D.M 37/2008) sostanzialmente si è aggiunto alla scheda tecnica anche la richiesta di foto e schede materiali, ma sostanzialmente (pur avendo abrogato la vecchia legge) non introduce novità così significative.

    Ci sarebbe da chiedersi perchè il cancello fosse stato fatto ai tempi da un condomino senza nessuna dichiarazione pur essendoci già in quel momento dei doveri precisi. le motivazioni sono sempre da ricondurre a scarsa conoscenza della materia legale, oltre che del risparmio iniziale senza rendersi conto che poi per mettere le cose "in regola" il costo è superiore che non fare le cose subito in regola.

    Il problema più grande è che se in caso di incidente occasionale (tipico del bambino che viene schiacciato dalla battuta del cancello) il condominio finisce in guai penali mica da ridere.

    poi anche a livelli di assicurazione (in caso d'incidente) ci potrebbero essere problemi rilevanti, in quanto tutte le assicurazioni (per erogore il loro servizio) in caso d'incidente chiedono anche tutti i permessi e tutte le conformità degli impianti.

    Avere un cancello senza conformità per un condominio, potrebbe causare la NON erogazione della somma richiesta in caso d'infortunio.
     
  10. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    Alloragrazie a tutti rispondo il condominio hs il cancello su strada pubblica.il condomino ha 3 piani
    quindi. Oltre 15 mt. Altezza.il cancello e' stato installato da un condomino ancora anni fa' verso gli anni 90 e non esiste nulla ne' un libretto di idoneita' ne' una verifica.ribadisco il concetto che ho letto da verbale: messun adeguamento alla legge perche' non vogliono spendete soldi e l'm.re ha agginto che non e' esente da ogni responsabilita' civile e penale.quindi se sgnalo se la prendono con me!!!ch
     
  11. gilbertoi

    gilbertoi Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Per me la cosa è semplicissima. Prima di tutto il condominio deve assolutamente regolarizzare dal punto di vista dei certificati il cancello. Se non esiste il nome della ditta installatrice (sarebbe più semplice ed economico), può chiamarne una qualsiasi e chiedere il suo intervente per mettere a norma l'impianto con la dovuta certificazione, indispensabile per legge.
    Non sono spese ingenti; inoltre è necessario provvedere immediatamente, perchè la Responsabilità Civile dell'assicurazione non copre per la responsabilità penale. Attenzione che si può perdere l'appartamento inesorabilmente. Perquanto riguarda quell'amministratore è meglio che lo cambiate al più presto.Auguri
     
  12. emass

    emass Membro Junior

    Due brevi note:
    1 - nella sostanza concordo con gilbertoi, o si inibisce l'uso del cancello motorizzato o lo si adegua. Nella seconda ipotesi, il soggetto che interverrà per la messa a norma, diventerà, di fatto, il nuovo "costruttore" del manufatto "cancello motorizzato. Dovrà rilasciare, tra le altre cose, il manuale, la dichiarazione di conformità (del cancello), la targa e quanto altro previsto dalla UNI EN 13241-1 nella versione vigente al momento dell'adeguamento (vedere sito UNI);
    2 - dichiarazione di conformità ex legge 46/90.
    Oggi, il DM 37/2008 prevede esplicitamente come ambito di applicazione, anche i cancelli motorizzati (Art. 1 comma 2 lettera a). La vecchia legge 46/90 no ragion per cui la dichiarazione resa ai sensi della suddetta non era dovuta se non per la parte di alimentazione fino al quadro di macchina.
    Quanto al comportamento dei condomini, fossi in diabolikky, provvederei a mettere in mora l'amministratore con lettera raccomandata AR diffidandolo esplicitamente dal permettere l'uso improprio di manufatti ritenuti pericolosi. Questo è l'inizio certo, per il dopo .... tanti auguri
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Sbagli emass la vecchia legge parlava di" certificazione d'impianti" e quello del cancello è un impianto,esattamente come quello radiotelefonico..Da quello che sono in possesso io mettere a norma un cancello anche con le vecchie normative...(di esempi ne ho nel condominio a fianco a noi) e nelle case che ho realizzato prima del 2008.

    1) Già allora erano obbligatorie le fotocellule sia all'esterno che all'interno della battuta, questo per impedi re lo schiacciamento

    2) erano obbligatorie (nei cancelli scorrevoli) oltre alle fotocellule, le "coste pneumatiche" in modo da impedire di infilare accidentalmente le mani durate la battuta del cancello.

    3)nei cancelli scorrevoli erano già obbligatorie (nel senso dell'apertura) una micromaglia di acciaio (intorno ai 10 mm per 10 mm) in modo da evitare che il dito di un bambino potesse attraversare la recinzione e toccare un cancello in chiusura con il risultato di amputargli il dito.

    Pur non dovendo rispondere con allegati di materiali e foto, comunque già allora dovevi "garantire la sicurezza degli impianti" e garantire che fossero fatti a regola d'arte da persone qualificate.

    Purtroppo, come avviene nella maggior parte dei casi ci si ravvede dopo anni, di mancata applicazione della norma esistente.

    Questo è il caso della legge 10/91 (risparmio energetico) mai effetivamente entrata in funzione causa dei D.P:R incompleti...o come la legge sull'abbatimento delle barriere architettoniche (entrata come le gge nel 89) e dimenticata per anni.

    Purtroppo la nostra normativa è assurda, leggi che non entrano mai in funzione perchè per i decreti applicativi (essendo norme tecniche ) aspetti per anni, leggi che vengono abrogate da nuove leggi( che vengono pubblicizzate come un qualcosa di nuovo e mai fatto), senza aver fatto rispettare quelle esistenti. (mi viene in mente il testo unico della sicurezza dlgs. 81/2008) che cancellò altre leggi tra cui la 626/94 salvo poi essere riscritta allo stesso modo con dei cambiamenti, ma senza variarne la sostanza.

    Il D.M 37/2008 ha si abrogato la legge precedente, ma di fatto ha aggiunto degli allegati alla stessa, e nella sostanza, nulla è cambiato.
    Per saperlo mi sono informato con chi questo lavoro lo fa, mi sono informato anche con l'associazione degli artigiani (confartigianato) e di fatto il risultato era questo.
     
  14. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    grazie daniele 78 e grazie a tutti ..molto gentili ed esaurienti...grazie a tutti almeno ho qualcuno che mi spiega le cose visto che il mio amm.re mi dice che io non lo devo disturbare!!!!...figuriamoci nel sapere le cose...mah...grazie davvero
     
  15. gilbertoi

    gilbertoi Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Se vuoi un consiglio Diabolikky, non disturbare più il tuo pseudo amministratore. Ogni volta inviagli una RR ritenendolo resposabile a tutti gli effetti se non provvede immediatamente a mettere in regola il condominio. Poi fa di tutto per liberartene perchè è perioloso come un cobra.
     
  16. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    L'ho capito da sbito quando lo hanno eletto.purtroppo da solo non ppsso fare nulla! Mi avvalgo del sostegno dell' uppi igni volta e ho un bravissimo avv.che mi segue e cinsiglia!!grazie ancora..purtroopoo non posso piu' andare alla assblee li ho tutti contro anche perche' li ho prtati in cause gia'
    Volte e sempre vinto!!!!mah......purttoppo mi hanno creato una brutta situazione....grazie ancora e scusatemi
     
  17. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Mi pare di capire che nelle cause hai sempre vinto tu, o sbaglio?
    Se è come penso, perchè non hai mai chiesto al Giudice la revoca di questo amministratore e la nomina di uno Giudiziale?
     
  18. emass

    emass Membro Junior

    Salve a tutti, stasera solo alcune precisazioni, è tardi ma domani conto di tornare sull'argomento.
    a) accesso da strada pubblica: non mi hai detto se c'è o meno altro accesso pedonale. Se si ok ma, come a volte capita, il pedonale viene ricavato all'interno dell'anta scorrevole del cancello, potrebbero esserci problemi di "accessibilità" alle aree comuni della proprietà. Il termine "accessibilità" va letto nel contesto della legge 13/89 ovverio abbattimento delle barriere architettoniche. Problemino serio.
    b) altezza 15 m: ci siamo tolti di mezzo i VV.F., non rientra tra kle attività soggette a meno che non siano presente più di autorimesse o, meglio, 9 posti macchina;
    Legge 46/90
    Potre sbagliare ma non sbaglio.
    Daliele 78: la Circolare del MI.S.E. 68402 del 2012 ben evidenzia, addirittura, che le imprese che avevavo i requisiti ex lettera a) con la 46/90, non avevano neanche il riconoscimento d'ufficio per l'automazione dei cancelli. Motivo? la 46/)0 non si applicava ai cancelli i cui impianti di collegamento dei vari componenti, sono l'equivalente del cablaggio di "macchina" come, appunto, il cancello è. a quanto pare c'era e ancora c'è un pò di confusione. Quanto agli impianti "certificati", se scorri l'intero testo normativo, vedrai che di certificazione non si parla proprio. Non confondiamo i termini, forse volevi riferirti alla Dichiarazione di Conformità? Fotocellule e quantaltro. Trattasi di sensori che comandano attuatori: ci sono anche nelle macchine del caffè ma non per questo serve la dichiarazione dell'impiantista.
    La normativa di riferimento: vero che esisteva una norma UNI anche prima dell'entrata in vigore della più recente che ho già citato ma non era ancora stata recepita con pubblicazione sulla G.U. per cui niente cogenza ma utile riferimento per la regola dell'arte.
    Su una cosa concordo, cioè sul desolante quadro di reale osservanza dell'insieme di leggi che hai richiamato (hai idea di quanti contenziosi ci sono per inosservanza della legge 10 e successive mod. e integrazioni? Vogliamo aggiungere l'acustica? l'inosservanza specie nei cantieri edili della ex 494 ora Dlgs 81? potremmo andare avanti per parecchio ma serve a poco.
    Torno un attimo a Diabolikky che saluto e con cui mi scuso se abbiamo fatto una qualche digressione accademica.
    Fai mettere aposto 'sto maledetto cancello prima che qualcuno si faccia male, non vorrei che tu scoprissi che i Giudici, legge alla mano (dura lex sed lex), quando c'è di mezzo un incidente specie se a danno di minori come spesso capita, ci vanno giù pesanti e i pezzi di carta (leggasi amministrato e tuoi co-condomini) faranno solo più agiati gli avocti e i tecnici di parte.
    cordilaità a tutti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina