1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. martamelillo

    martamelillo Nuovo Iscritto

    Buongiorno,vorrei cortesemente sapere se ci sarebbe legalmente la possibilità//diritto per l'acquirente e per il venditore di versare la provvigione per l'agenzia immobiliare,in parte al preliminare ed in parte al rogito o è obbligatorio versarla al preliminare,come preteso nel mio caso,nella misura del 4%?Devo vendere ed acquistare casa e mi sono sembrate percentuali esagerate,soprattutto considerando che,come venditrice,ho già provveduto a visure catastali,ipotecarie,foto e non ho intenzione di concedere esclusiva.Vi ringrazio per la vostra attenzione.Cordialmemente.Marta Melillo:)
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sicuramente è possibile trovare un accordo ragionevole per spezzare il saldo provvigioni, metà subito e metà al saldo e conclusione trattativa -atto notarile- Puoi motivare che, al fine di essere sicuro che sino alla fine vada tutto bene, che vuoi tutelarti che l'agenzia faccia il possibile sino alla fine del percorso, ovvero l'atto notarile, puoi chiedere di fare il saldo allora.
    La Legge prevede il saldo al preliminare ma con un po' di buon senso in genere si ottiene questa deroga. Diverso è l'ammontare delle provvigioni, sicuramente alte, dai dati che ci passi, ma come tutte le cose vanno contrattate prima e non a posteriori.
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La provvigione è di libera determinazione sia come entità che come epoca di versamento; in caso di mancato accordo scattano gli usi locali; motivo per cui concordare preventivamente la provvigione e stabilirne l'epoca della corresponsione (in maniera scritta ovviamnete) è sicuramente consigliabile; 1|2 al preliminare e 1/2 al rogito pare accordo equilibrato.

    Aggiunto dopo 8 minuti :

    Inoltre dovrà prestare attenzione all' ipotesi che si verifica alquanto spesso e che vede il venditore non ben assistito contrattualmente trovarsi stretto a tenaglia fra l'impegno a "monte" a consegnare e rogitare la sua ex- casa entro una data certa , incassare ed saldare a "valle" per rogitare ed entrare nella neo-casa .
    Le cose infatti non vanno mai così lisce come previsto a tavolino, perchè a "valle" la nuova casa non è mai pronta entro la data promessa a causa dei " consueti scioperi e maltemo" e pertanto il venditore della ex-casa se la consegna al compratore non sà dove andare ad allogiare finchè non è disponibile la neo-casa , motivo per cui chiede di permanere ancora qualche tempo dopo il rogito, rogito che s'ha da fare per incassare la provvista utile per comperare ed avere accesso alla nuova casa ; ed a tal cosa il compratore della ex casa è poco disponibile.

    Solo calandosi in pratica nel problema e facendo contratti flessibili, nel rispetto delle reciproche esigenze e garanzie effettive si potranno prevenire litigi ed incomprensioni.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    L'importo e la modalità di pagamento sono liberamente concordate dalle parti come in ogni contratto.
    Il codice civile prevede che il mediatore abbia diritto alla provvigione a seguito del perfezionamento dell'accordo tra le parti acquirente/venditore del bene.
    La provvigione al 4% è plausibile solo per contratti di compravendita del valore non superiore ai 200.000,00= euro, per importi superiori può concordare tra il 2 e il 3% ma le consiglio di pattuire il saldo solo al buon esito del rogito.
    Faccia attenzione comunque alle clausole del modello prestampato che le verrà proposto dal mediatore e lo sottoscriva eliminando le condizioni se diverse da quelle suggerite.
    Ad ogni modo è il caso di augurarle buona fortuna.
    Se però ha già sottoscritto l'incarico al mediatore è obbligata a rispettare i patti e quanto detto sopra può servire a chi ancora non si è impegnato e vuole conferire l'incarico ad una agenzia immobiliare.
    Avv. Luigi De Valeri :daccordo:
     
    A Adriano Giacomelli e alex1956 piace questo messaggio.
  5. martamelillo

    martamelillo Nuovo Iscritto

    :)Buongiorno a tutti e tanti ringraziamenti per le vostre risposte ed il vostro sostegno.Non ho ancora sottoscritto un mandato ed appunto ero diffidente riguardo alle percentuali richiestemi ed al momento in cui saldare:naturalmente vendere e comprare sarà un'impresa.I proprietari della nuova casa ci abitano e non hanno ancora acquistato.Saranno da concordare i tempi con attenzione.Credevo che ci sarebbero voluti mesi per cercare e trovare un piccolo villino,intanto ce ne hanno indicato uno in vendita presso un'agenzia che potrebbe essere idoneo,siamo in difficoltà perchè dobbiamo vendere con una certa velocità.La caparra potremmo versarla tra alcuni mesi,complicato è il resto da pagare durante il rogito,che da quanto ho capito,i proprietari vorrebbero fare non aspettando per esempio un anno.Vi ringrazio.Cordialmente.Marta Melillo
     
  6. alex1956

    alex1956 Nuovo Iscritto

    Vorrei sapere se Lei è disposto a contrattare la sua parcella. Grazie
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    un'agenzia seria non dovrebbe avere problemi, specie in tempi di magra, ad accettare un pagamento frazionato della parcella. specie se si tratta di un esosissimo 4%. persino a Roma sono più basse. 2% da chi acquista e altrettanto da chi vende. in provincia poi la gente concede il mandato avendere solo in forma orale per non pagare la provvigione che. ovviamente, l'agenzia ottiene per intero dallo sventurato acquirente...
     
  8. alex1956

    alex1956 Nuovo Iscritto

    Cara Arianna26, in provincia e non solo la gente preferisce il mandato verbale perché si crede che così facendo non sia dovuta la provvigione, cosa che così non è, come tu sai, e allo "sventurato" acquirente si chiede solamente la provvigione a lui spettante 2 o 3% massimo senza ulteriori costi.
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    le posso assicurare che a me, è stato chiesto il doppio. infatti ho girato sui tacchi e sono.. sparita!
     
    A alex1956 piace questo elemento.
  10. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Attenti a quanto leggo del "2 o 3% per l'acquirente" e soprattutto occhio a chi pur di ottenere l'incarico a vendere vi promette, a parole, che non vi chiederà alcuna provvigione.
    Meglio contrattare prima di dare l'incarico e poi mettere sempre nero su bianco gli accordi per il compenso del mediatore.
    Luigi De Valeri:daccordo:
     
  11. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gentile avvocato lei ha sicuramente ragione, meglio mettere tutto nero su bianco, ma mi è venuta una curiosotà; il mediatore può impegnarsi, per accaparrarsi il cliente,a lavorare gratis per lui, accontentandosi della provvigione di chi acquista?
     
  12. alex1956

    alex1956 Nuovo Iscritto

    Certo, non è molto professionale come comportamento, perchè verrebbe a mancare l'equidistanza dalle parti (legge 39/89) ma, come diceva qualcuno, in tempi di magra!!!!!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina