• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

chiariglione

Membro Attivo
Proprietario Casa
buona sera ho un inquilino sotto sfratto con contratto uso commerciale, dato che per gli inqilini con contratto uso abitativo l'IMU non è dovuto e si può addirittura chiedere la restituzione dell'IMU per il tempo che lo sfratto non si è concluso, è la stessa cosa per il commerciale? grazie per le vostre risposte. saluti Amedeo Chiariglione
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
A me risulta che l'IMU è dovuta comunque (almeno qui a Torino), anche se esistono delle sentenze che affermano il contrario.

Invece per quanto riguarda l'imposta sul reddito da locazione (IRPEF) non percepito a causa della morosità del conduttore, dipende dal tipo di contratto.
In caso di sfratto per morosità convalidato dal Giudice tutti i canoni non incassati dal locatore non sono soggetti a tassazione. Questo in caso di contratto ad uso abitativo.

Nel tuo caso (contratto uso commerciale) i canoni non riscossi sono assoggettati ad IRPEF fino alla data di risoluzione del contratto. Per questo motivo è opportuno avvalersi dalla clausola risolutiva espressa, ovviamente solo se è stata prevista nel contratto di locazione.
 

eleonora buda

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nel tuo caso (contratto uso commerciale) i canoni non riscossi sono assoggettati ad IRPEF fino alla data di risoluzione del contratto
Scrivo da Bologna e per esperienza analoga, confermo l'assoggettamento ad IRPEF fino alla convalida dello sfratto , inoltre se caso vuole che prima della data di convalida scatti l'annualità contrattuale, l'Agenzia delle Entrate ti chiede anche l'imposta di registro per l'anno intero.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
E per quanto riguarda l'IMU?
Sarebbe interessante sapere se in alcuni Comuni è possibile non pagare l'IMU nel caso in cui l'immobile sia occupato da un inquilino sfrattato per morosità.
Temo che se non si paga l'IMU il Comune sanziona il proprietario. Che poi deve presentare ricorso alla Commissione Tributaria, sperando in una sentenza a lui favorevole.
https://www.laleggepertutti.it/188016_niente-IMU-e-tasi-se-nellappartamento-ce-un-inquilino-moroso
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
E per quanto riguarda l'IMU?
Interessante.

Però siamo a Roma: non è per caso siano sentenze "ad personam"?
Con tali ragionamenti mi sa che saremmo esentati da una discreta quota di imposte ....: certo che se chiedi se la cosa interessi, troverai il 100% dei favorevoli.

Da mettere al pari di certi proclami elettorali: giù le tasse per tutti. Sai che bello ...
 

eleonora buda

Membro Attivo
Proprietario Casa
Pagata anche quella, e non solo.
Dopo lo sfratto per morosità ho tentato di riaffittarlo, trascorrono due anni a vuoto ed a quel punto, sfinita, continuando a pagare IRPEF sulla RC/IMU/condominio, l'ho messo in vendita...............meglio dire super svendita, pur di liberarmene.
Bene naturalmente l'Agenzia delle Entrate dopo un anno ha bussato alla porta invitando le controparti ad un contradittorio in quanto il valore di vendita è risultato a loro non congruo.
E' risaputo che quando le imposte di registro vengono pagate su un importo inferiore al valore catastale, l'accertamento parte di default.
Contradittorio con deposito di memorie e perizia, ampiamente motivanti l'impossibilità di vendere quel negozio ad una cifra superiore a quella indicata in rogito ed i loro conteggi basati sulla media dei valori OMI/Borsino Immobiliare etcc.
non hanno, in questo caso, alcun riscontro sulla realtà commerciale storica, del luogo, logistica e dello stato di fatto del locale.
Naturalmente quale venditore sono a livello tributario obbligata in solido con l'acquirente, per cui l'Agenzia delle Entrate pretende comunque il differenziale di imposte, che sia l'acquirente o il venditore a pagarle con tanto di sanzioni ed interessi non importa, salvo la possibilità poi di rivalermi sull'acquirente se fuggitivo.
A breve avremo il responso di quanto deciso dall'Agenzia delle Entrate........
 

eleonora buda

Membro Attivo
Proprietario Casa
Mi auguro sia favorevole per l'acquirente, che al momento risulterebbe una persona seria...............ma mai dire mai.
Ovvio che vi farò sapere come è andata a finire.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.
rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
Alto