1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. emilia carla

    emilia carla Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno e grazie per le esaurienti risposte che riuscite sempre a dare.
    ecco il quesito :
    Ho dato in affitto , circa due anni fa, un negozio in uno stabile degli anni '60.
    E' adibito a esercizio di esposizione e vendita moto e riparazione di motocicli.
    Il contratto di affitto recita : " il conduttore dichiara che prima della sottoscrizione del presente contratto ha richiesto ed ottenuto dagli enti preposti i nulla osta per esercitare la propria attività " ed ancora "il conduttore dichiara che l'immobile con tutti i suoi componenti è in perfetto stato di agibilità, adatto al proprio uso ed esente da difetti che possano influire sulla salute di chi vi svolge attività...."
    Ora il conduttore richiede la sostituzione dei vetri delle vetrine sostenendo che non sono a norma per lo spessore del vetro : la spesa è notevole e non ho visto in Milano la corsa alla sostituzione dei vetri nelle migliaia di negozi che ci sono.
    Potete illuminarmi ?
    Grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    So che esistono delle norme UNI le quali indicano le caratteristiche delle vetrate, ma non essendo esperto in questo, ti consiglierei di chiedere al conduttore cosa ha rilevato di anormale e magari con questi dati vai da un vetraio specializzato e verifica che e se la vetrina è a norma.
     
  3. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    anch'io sono di milano e anch'io sono incappato nello stesso problema, come locatore...posso dirti che =

    1)la richiesta del conduttore è legittima, se i vetri non corrispondono alle norme della sicurezza sul lavoro(non mi ricordo l'articolo, forse 626)

    2)la sostituizione dei vetri non è l'unica possibilità....esistono ditte che applicano ai vetri delle pellicole plastiche trasparenti adesive, per poi rilasciare attestati di conformità...lo scopo di tutto ciò è di evitare che i vetri vadano in frantumi, se succede per un urto, creando schegge taglienti pericolose per le persone
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    In tema di locazione di immobili urbani, infatti, in una pronuncia della Cassazione civile del 14/03/2006, n. 5459, si legge che "nella categoria delle riparazioni di piccola manutenzione, a carico del conduttore ex art. 1609 del c.c., non rientrano quelle relative agli impianti interni alla struttura dell'immobile (elettrico, idrico, termico) per l'erogazione dei servizi indispensabili al suo godimento. (Nella specie, la S.C. ha confermato la sentenza di merito, che aveva definito di straordinaria manutenzione - e quindi a carico del locatore - gli interventi necessari per ricondurre l'immobile locato in buono stato locativo, da eseguirsi sugli impianti elettrico ed idrico, nonché la levigatura del pavimento e gli interventi sugli infissi esterni, tutti attribuibili al normale deterioramento del bene per uso e vetustà)".

    Se il rifacimento globale delle vetrine del negozio si fa rientrare nella definizione di "intervento sugli infissi", che non è una riparazione dipendente da deterioramenti prodotti dall'uso, ma da alterazioni causate da vetustà, sembra potersi configurare una manutenzione di carattere straordinario, a carico del locatore, ai sensi del combinato disposto dell’art. 1576 del c.c. e dell’art. 1609 del c.c..
    (fonte Brocardi.it)
     
  5. emilia carla

    emilia carla Membro Junior

    Proprietario di Casa
    quello che non è a norma è lo spessore del vetro.
    qualcuno sa dirmi qual è la normativa cui si riferisce ?
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
  7. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    non è tanto lo spessore minimo(mi sembra è 8 mm) che conta, ma è più importante che sia vetro che contiene lastre di plastica trasparente(come quello delle banche)...serve ad evitare che il vetro vada in mille pericolosi pezzi, se una persona ci finisce contro
     
  8. emilia carla

    emilia carla Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ok ma mi rimane ancora il dubbio:
    qual è la normativa ( legge, disposizione....) cui fare riferimento?
    grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina