1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Lira75

    Lira75 Membro Attivo

    Ho una casa con un cortile in comune e a fianco della casa c'e' un sentiero che porta ad un altra casa dietro. Vorrei fare una recinzione ma il mio vicino ha chiamato i vigili impedendomi di fare la recinzione perche dice che lui ha diritto di passaggio su quel sentiero.ora..la casa l ho acquistata 3 anni fa e non so gli accordi con il vecchio proprietario. Sull atto di acquisto della casa non c e nessun riferimento a servitu di passaggio su quel sentiero. Credosia un capriccio comodo del mio vicino poiche per raggiungere la casa dietro la mia puo accedere a vie un po piu lunghe. Mi sono rivolta ad un geometra e mi ha detto di accordarmi con questo vicino firmando con lui un accordo valido solo per luifinche' e' in vita..(ha 80 anni)
    La mia paura pero' e' che questo accordo possa essere ereditato o acquisito da altri...
    Perche devo concedere una cosa che non risulta neanche a catasto...
    Purtroppo io non abito li...
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    l’art. 1063 c.c., pone il suo contenuto come fonte preminente ai fini dell’individuazione tanto dell’estensione quanto delle modalità di esercizio della servitù. La validità del titolo, del resto, è l’unica condizione da rispettare per la regolare costituzione del diritto. La trascrizione dello stesso, invero, è la forma di pubblicità che il codice prescrive ai soli fini dell’opponibilità ai terzi, nel senso che se il concedente aliena il fondo servente senza che il “peso” sia né menzionato nell'atto di trasferimento né trascritto, il terzo acquirente non sarà tenuto a rispettare la servitù. Poiché, però, è sul titolare del fondo gravato che incombe l’onere di provvedere alla trascrizione, costui, se risulta inadempiente rispetto a siffatto obbligo, sarà tenuto a risarcire al titolare del fondo servito il danno arrecato dalla perdita della servitù.
    Fonte: Modi di costituzione della servitù
    (www.StudioCataldi.it)


    Le servitù si estinguono per una delle cause di seguito elencate:

    termine finale: il diritto si può estinguere anzitutto con la scadenza del termine per cui fu costituito;
    1. in seguito a rinuncia da parte del titolare;
    2. per confusione, che si verifica quando il proprietario del fondo dominante acquista la proprietà del fondo servente o a causa dell'evento specularmente opposto;
    3. per prescrizione estintiva ventennale (non uso);
    4. in esito ad espropriazione (del fondo servente) per pubblico interesse;
    5. causa di estinzione del diritto in esame concernente le sole servitù passive costituite dall'enfiteuta è la cessazione dell'enfiteusi per decorso del termine, prescrizione, o devoluzione, ipotesi in cui cioè il fondo ritorna al proprietario (cfr. art. 1077 cod.civ.) nota1art.1070 cod.civ.).
     
  3. Lira75

    Lira75 Membro Attivo

    Credo che se c' e una servitu sul mio sentiero, il vicino me lo debba dimostrare per iscritto!altrimenti chicchessia puo rivendicare qualsiasi cosa sul mio....
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' vero che, spesso, le servitù sovente non vengono menzionate negli atti pubblici. Al loro posto viene scritto: "l'immobile viene trasferito nello stato di fatto e di diritto in cui si trova etc. etc.". Pertanto se la servitù viene goduta da chi la rivendica da oltre un anno, sarai tu a dover dimostrare che negli ultimi vent'anni lui non ne ha mai usufruito. Ed il fatto che lui possa accedere da un'altra strada non vuol dire che debba rinunciare a quella più comoda. Dovresti fare una ricerca storica con le aerofotogrammetrie del sito. Ma se da quando tu hai acquistato la casa, lui passa regolarmente o anche saltuariamente, credo che avrai difficoltà ad accorpare nel recinto la sua sede.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  5. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Deve dimostrare con testimonianze che lo ha fatto.
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se il sentiero esiste è perchè qualcuno lo percorre, altrimenti non esisterebbe più, ritengo quindi che sia facile dimostrare che il sentiero è usato dal vicino, la questione sta nel dimostrare che questo uso sia una servitù
     
  7. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    come già affermato da gianco, i rogiti spesso non riportano i diritti acquisiti, per cui bisogna risalire all'atto iniziale.
    una visitina all'ufficio del registro chiarirebbe ogni cosa.
     
  8. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    O all'archivio notarile.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Sovente le servitù non vengono menzionate negli atti. Esse possono essere istituite ed eliminate per usucapione o anche per scrittura privata. L'onere della prova entro l'anno dalla sua istituzione spetta a chi ne usufruisce, superato l'anno spetta a chi rivendica. Il solo passaggio equivale a godere della servitù.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  10. Lira75

    Lira75 Membro Attivo

    ma a me sembra troppo facile acquisire un diritto in questo modo..senza che ci sia nulla di scritto. Quindi io dovrei dimostrare che cosa per far valere il mio diritto di recintare?[DOUBLEPOST=1398164965,1398164860][/DOUBLEPOST]E SOPRATUTTO...morto chi lo rivendica questo diritto...passerebbe a chi?al figlio?
     
  11. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai la possibilità di creare anche piccolo un solco che porta a un serbatoio interrato che interrompe il sentiero? Il solco servirebbe a raccogliere eventuali acque e il serbatoio interrato a contenerle, a cosa serve? A creare un limite, il limite cosi creato diciamo è sempre esistito NON HA NESSUN PASSETTO ( scritto in maiuscolo perché è il nocciolo della questione ) pertanto chi attraversa la tua proprietà lo fa abusivamente in quanto il solco delimita la tua proprietà, una eventuale passerella FISSA invece autorizza il passaggio intrinsecamente. Spero di essere stato chiaro in pratica è una discussione di lana caprina, forse Gianco conosce il sistema e può spiegarlo meglio
     
  12. Lira75

    Lira75 Membro Attivo

    mi pare di aver capito...purtroppo il sentiero e'
    cementato...
     
  13. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    diciamo che tu puoi chiudere la tua proprietà, può essere che il vicino ti chami in giudizio perchè ritiene di avere il diritto di passaggio, lui dovrà dimostrare di averlo e se questo diritto non è dimostrabile avrai ragione, altrimenti avrà ragione lui, una cosa a tuo favore è l'accesso alla sua proprietà che avviene anche da altro percorso, a suo favore c'è il sentiero tracciato e l'uso, fai una ricerca ma è molto probabile che non troverai nulla. Ai posteri l'ardua sentenza
     
  14. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    questo cambia le cose. Quanto sopra non può più valere
     
  15. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ecco che sorgono particolari importanti, e se fai la recinzione e gli dai le chiavi del cancello? a te stà bene? vedi lui cosa dice
     
  16. Lira75

    Lira75 Membro Attivo

    è una cosa che ho pensato..pero' come posso fare una volta che non c'è piu' lui e la moglie..fare in modo che la cosa non sia richiesta da altri?
     
  17. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Occorre motivare la necessità della recinzione. E' facile trovarla: occorre impedire l'accesso alla tua proprietà a cani e ad altri animali.
     
  18. Lira75

    Lira75 Membro Attivo

    ma è possibile fare una scrittura che la servitu' puo' decadere scompare chi la usa attualmente?
     
  19. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il diritto in esame si trasmette con l'eredità o con il passaggio di proprietà con atto pubblico anche se non viene menzionato in esso.
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @Lira75 vuole recintare un cortile in comune. Questo cortile è attraversato da un sentiero cementato che conduce alla casa del vicino. Il problema è: Il cortile in comune è con questo vicino? Non rimane a tue spese che recintare tutto il cortile comune che diventa condominiale (lo è già, così lo si chiarisce). Il cancello di entrata, comune alle proprietà, sarà da queste utilizzate. La conoscenza del passaggio, ormai è assodato, è di dominio pubblico, la decisione che rimane da fare è quindi conglobare definitivamente il tutto alle due proprietà.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina