1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lorega

    lorega Membro Junior

    Salve a tutti, ed un grazie anticipato per l'attenzione.
    Amministro da meno di un anno il mio condominio, costituito da 83 appartamenti e 13 botteghe.
    Da alcuni anni un amministratore fra quelli che mi hanno preceduto ha istituito, d'intesa con un medico specializzato in medicina del lavoro di sua conoscenza, la visita medica preventiva annuale del portiere, che costa al condominio 250 euro.
    Volendo approfondire circa l'effettiva obbligatorietà di questa pratica mi sono trovato davanti al così detto muro di gomma, nessuno degli Enti interpellati è stato chiaro ( ASL, Sindacato, ecc.). Si sono trincerati davanti alla difficoltà d'interpretazione della normativa, ed all'invito di proseguire come fatto finora per evitare eventuali conseguenze.
    Di contro in tutti i condomini della mia zona che ho interpellato nessuno assolve quest'adempimento della visita medica.
    Mi potete aiutare? Ho pressanti richieste da parte dei condomini che voglio che cessi questo che apparirebbe, a loro, come uno spreco di tempo e denaro, ed un favore al medico.

    Grazie,
    Lorenzo
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo che l'obbligo della detta visita esista solo se previsto dal contratto di portierato firmato dalle parti (condominio e portiere).
     
  3. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Forse la risposta la puoi trovare qui

    D.Lgsl 81/08 - Articolo 41 - Sorveglianza sanitaria

    1. La sorveglianza sanitaria è effettuata dal medico competente:
    a) nei casi previsti dalla normativa vigente, dalle direttive europee nonché dalle indicazioni fornite dalla Commissione consultiva di cui all’articolo 6;
    b) qualora il lavoratore ne faccia richiesta e la stessa sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi lavorativi.

    2. La sorveglianza sanitaria comprende:
    a) visita medica preventiva intesa a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore è destinato al fine di valutare la sua idoneità alla mansione specifica;
    b) visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica. La periodicità di tali accertamenti, qualora non prevista dalla relativa normativa, viene stabilita, di norma, in una volta l’anno. Tale periodicità può assumere cadenza diversa, stabilita dal medico competente in funzione della valutazione del rischio. L’organo di vigilanza, con provvedimento motivato, può disporre contenuti e periodicità della sorveglianza sanitaria differenti rispetto a quelli indicati dal medico competente;
    c) visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica;
    d) visita medica in occasione del cambio della mansione onde verificare l’idoneità alla mansione specifica;
    e) visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente.


    Credo comunque che nulla impedisca di cambiare il medico competente.
     
  4. lorega

    lorega Membro Junior

    per ERGOBBO

    ""1. La sorveglianza sanitaria è effettuata dal medico competente:
    a) nei casi previsti dalla normativa vigente, dalle direttive europee nonché dalle indicazioni fornite dalla Commissione consultiva di cui all’articolo 6;""

    E' proprio quello che finora non ho capito; il portierato rientra nei casi previsti?

    Se poi la visita la si deve fare mi sta bene l'attuale medico.

    Saluti,
    Lorenzo
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Se è un dipendente del condominio, si.
    Se invece, come raramente succede, è dipendente di un'azienda da cui "comprate" il servizio di portierato, il datore di lavoro sarà quell'azienda. Ad essa spetteranno queste incombenze.

    ciao
     
  6. lorega

    lorega Membro Junior

    Non sono convinto che sia proprio così. Come già detto ho fatto una piccola inchiesta nei condomini di amici e conoscenti e nessuna osserva questa disposizione. Negli ultimi tempi ho allargato il campo d'indagine e sempre con esito negativo. E' possibile che nessuno rispetti la legge?

    Saluti,
    Lorenzo
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' possibile sapere che cosa dice al riguardo QUEL contratto di portierato?
     
  8. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Vuoi toglierti il dubbio una volta per tutte senza andare a chiedere alle autorità?

    Prendi il contratto del portiere e portalo alla più vicina sede ANACI.
    Li ti diranno il cosa, il come, il quando e il perché...:ok:
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche l'UPPI potrebbe fornire una risposta esauriente ed esaustiva.
     
  10. lorega

    lorega Membro Junior

    E' quello che farò lunedi e vi darò notizie.

    Lorenzo
     
  11. lorega

    lorega Membro Junior

    Lunedi andrò anche da loro e speriamo di concludere.

    Lorenzo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina