• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Eli83

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti,
Tre anni fa ho lasciato la mia casa in affitto con regolare contratto 3+2, io vivo e lavoro all'estero dunque mio padre, insieme all'affittuario, si sono occupati della voltura. Hanno seguito l'iter e tutto e' andato a buon fine. Dopo tre anni sono stata contattata da un agenzia recupero crediti che mi chiede di pagare più di 1000€ di bollette del gas non pagate dall'affittuario. Facciamo subito présente che e' stata eseguita regolare voltura, mio padre si rivolge a federconsumatori con tutta la documentazione e con una dichiarazione firmata dall'affittuario, in cui dichiara che tutti i consumi effettuati e non pagati sono a suo nome e lui se ne prende la totale responsabilita'.
L'avvocato prende in carico la causa e proprio oggi richiama, dicendo che a causa di un mio vecchio debito, la voltura non e' andata a buon fine e quindi si le bollette erano a nome dell'affittuario ma il contatore e' ancora a mio nome, e cosi le bollette non pagate vanno direttamente a me.
Ora, a parte il fatto che non ho la più pallida idea di quali possano essere queste mie vecchie bollette non pagate (non avendo avuto nessun dettaglio), mi chiedo perché al momento della voltura non mi sia stato comunicato che non e' andata a buon fine.
Ovviamente senza i 6 mesi d'anticipo ho chiesto all'affittuario di lasciarmi casa entro la fine del contratto dei 3 anni, Che scade il 31 agosto.Lui ha acconsentito. Tra l'altro sembrerebbe che il gas Che sta continuando a consumare (senza probabilmente pagare) saro' io a doverlo pagare.
Come mi consigliate di procedere? Posso chiudere le utenze, visto Che sono a mio nome? Tra una settimana torno in italia e mi piacerebbe capire se c'e la speranza, andando da un altro avvocato, di pagare eventualmente solo la mia vecchia morosita' (Che a me non risulta e devo approfondire) e non quella dell'inquilino.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Bisogna distinguere la voltura con accollo dalla voltura senza accollo.
Nella voltura con accollo, il nuovo inquilino rimane con lo stesso fornitore di luce e/o gas del vecchio intestatario, con le stesse condizioni contrattuali ed economiche: è praticamente un subentro nel contratto ed il nuovo intestatario si dovrà fare carico anche di eventuali debiti lasciati dalla persona a cui era intestato il contratto in precedenza. La voltura con accollo è gratuita ed il cambio del nominativo avviene nel giro di 10/15 dalla presentazione della domanda con i relativi documenti.
Nella voltura senza accollo il nuovo cliente sottoscrive un nuovo contratto, anche con un altro fornitore, con condizioni contrattuali ed economiche che possono differire dal contratto del precedente intestatario del contratto di fornitura. La voltura senza accollo non è gratuita, praticamente i costi sono paragonabili a quello di un nuovo contratto di fornitura (contributo fisso, costi di gestione della pratica e deposito cauzionale; rispetto alla nuova fornitura manca solo le spese di allaccio alla rete e di installazione del contatore) e variano a secondo del gestore.
In questo caso il vecchio utente chiude il contratto di fornitura, il gestore deve fare la chiusura di saldo delle competenze a carico del vecchio utente e deve restituire il deposito cauzionale. Se ciò non è avvenuto io sono propenso a pensare che sia stata fatta una voltura con accollo, quindi il gestore doveva chiedere i debiti pregressi tuoi al subentrante, come si deve rivolgere a lui per la riscossione dei consumi avvenuti nel periodo in cui risulta lui l'intestatario del contratto. Quindi, nel caso di voltura con accollo, non ti consiglio di rivolturare con accollo; anzi approfitta per cambiare il gestore.

quindi si le bollette erano a nome dell'affittuario ma il contatore e' ancora a mio nome,
Anche qui bisogna fare chiarezza il contatore non è del gestore del servizio ma è di una società terza proprio per consentire il cambio del fornitore senza dover cambiare il contatore. Se il contatore è rimasto con la tua intestazione è un problema della società terza che non ha aggiornato la scheda di quel contatore.

Comunque cambia avvocato ma scegline uno del settore non un matrimonialista oppure una che segue gli incidenti automobilistici.
 

Eli83

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per la risposta! Purtroppo non avendo seguito da lì la vicenda non è troppo chiara nemmeno per me. La voltura è sicuramente con accollo ma non andata a buon fine per questa mia vecchia bolletta non pagata.
Adesso sembra che questo debito sia sicuramente mio. Immagino che sia arrivata un ultima bolletta a casa mia e a mio nome quando ero partita e l'affittuario era già dentro, che non mi è mai stata data. Immagino anche siano arrivati dei solleciti, che anche in questo caso presumo siano stati cestinati, e così in 3 anni la somma da pagare sia aumentata.
Ora, lui in questi 2 anni ha già cambiato gestore di sua iniziativa, intestando a lui le bollette. Mi chiedo, da ignorante, se a questo punto il pdr sia a mio nome e se l'affittuario dovesse non pagare delle bollette, il debito possa passare a me.
Una volta chiuso il contatore non farei altre volture, chiudo casa e la metto in vendita.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Bisogna distinguere la voltura con accollo dalla voltura senza accollo.
Uno si chiama "subentro" l'altra "voltura"... il problema è che spesso vengono invertiti i significati da parte delle società stesse.

Anche qui bisogna fare chiarezza il contatore non è del gestore del servizio
Non esattamente o quantomeno le variabili sono molteplici.
Se si è utenti da prima che inventassero il "mercato libero" il contatore è del fornitore "licenziatario" di zona.
Possono anche esserci casi dove vi siano stati "cambi/subentri" del fornitore licenziatario senza che gli utenti fossero ceduti al nuovo (ed in tal caso il contatore non appartiene a chi manda la bolletta).

Tre anni fa ho lasciato la mia casa in affitto
Servirebbe verifica di tutti i documenti del caso specifico ma posso anticiparti quanto segue:

1- se le fatture sono a nome del tuo inquilino non possono chiederti nulla

2-se avevi una tua fattura insoluta si possono avere 2 casi:
A)il debito si è trasferito a chi ti è "subentrato" e nulla possono chiederti
B)se sono decorsi anni (mi pare 2... o di sicuro 5) dal mancato pagamento il debito si è prescritto.

Chiedi prova documentale e poi sei sempre libero di cambiare fornitore aprendo un nuovo contratto.
 
Ultima modifica:

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Se si è utenti da prima che inventassero il "mercato libero" il contatore è del fornitore "licenziatario" di zona.
Possono anche esserci casi dove vi siano stati "cambi/subentri" del fornitore licenziatario senza che gli utenti fossero ceduti al nuovo (ed in tal caso il contatore non appartiene a chi manda la bolletta).
prima della liberalizzazione del mercato del gas, c'erano tre soggetti a secondo delle fasi della filiera (parola molto di moda): la generazione (o importazione)/trasmissione a grande distanza come ad esempio Snam (che lavorava in regime di monopolio), la distribuzione a livello locale come ad esempio Italgas e la vendita all'utente finale come le varie aziende municipalizzate del gas.
Oggi con la liberalizzazione del mercato ci sono il Gestore che si occupa del trasporto a grande distanza del gas; il Distributore locale assegnatario che porta con le sue tubazioni il gas a livello locale ed è anche il proprietario del contatore, effettuala la lettura dei consumi, che comunica al fornitore, e la manutenzione sulla rete di distribuzione: in ogni zona in cui è stata suddivisa l'Italia c'é solo un distributore che non può essere scelto dall'utente finale ma può essere contattato da quest'ultimo in caso di perdite, anomalie ecc... ecc... ; il Fornitore che vende il gas all'utente e che stipula i contratti secondo le condizioni che gli fanno più comodo. Il fornitore può essere scelto dall'utente finale.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Scusate l'ignoranza , ma a seguito di una richiesta mutuo e di attesa delibera, oggi il direttore mi ha detto che il mutuo è in delibera ... sapete esattamente cosa significa
Claudia85 ha scritto sul profilo di Gianco.
Scusi Gianco, cosi siamo in privato? Non vorrei allegare pubblicamente per privacy
Alto