Nuovi messaggi profilo

Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Franci63
Franci63
Non sarà più abitazione principale, quindi tuo marito dovrà pagare l'IMU, e non potrà detrarre gli interessi del mutuo ( nel caso ci fosse).
  • Mi Piace
Reazioni: Signe
Ciao amici, pongo questo quesito:.
Siccome n° 5 condomini su un totale di 8, sono favorevoli che rappresentano 625 millesimi della scala, alla sostituzione del portoncino d'ingresso scala, quindi basta questa maggioranza o il consenso deve essere unanime? Spero di avere risposte a questo quesito al più presto.
Ciao Sammarco M.
Luigi Criscuolo
Luigi Criscuolo
se la sostituzione è necessaria perché il portoncino di ingresso è decrepito, è un intervento di manutenzione straordinaria che va approvato con la maggioranza degli intervenuti che detengano almeno 334/1000. L'assemblea sarà valida se saranno presenti 1/3 dei condomini che detengano almeno 334/1000.
Luigi Criscuolo
Luigi Criscuolo
Se invece si vuole sostituire il portoncino solo per un fatto estetico diventa una innovazione voluttuaria per cui ci vuole l'assemblea dei condomini serviti dalla scala che deliberi con la maggioranza dei presenti che detengano 667/1000. L'assemblea sarà valida se saranno presenti almeno 1/3 dei condomini che detengano 667/1000
Ciao Paradox, ho il tuo stesso identico problema rispetto al recupero sottotetti e vorrei chiederti un chiarimento in merito alla risposta che hai ricevuto dal Comune di Roma. Hai ancora la risposta ricevuta? Se non è un problema possiamo sentirci via mail. Il mio indirizzo è Mtt.landro@yahoo.com

Ti ringrazio anticipatamente se vorrai aiutarmi!
Salve, la mi domanda è se il conduttore chiede di anticipare la sua scadenza di contratto puo chiedermi una buonauscita? Io non gli ho mai manifestato l’intenzione di rescindere il contratto ma la sua richiesta ove io accettassi e di circa 35mila euro. Credo che sia un po spropozionata visto che ha un contratto ancora per 30 mesi per una affitto di 545 euro mensili.
meri56
meri56
Il diritto ad una buonuscita (pari a 18 mensilità del canone). l'hanno solo i conduttori che esercitano attività a diretto contatto con il pubblico nel caso in cui a negare il rinnovo del contratto sia il locatore..
Se il conduttore recede dal contratto non ha diritto ad alcuna buonuscita.
Nella locazione di abitazioni non c'è alcun diritto alla buonuscita.
Gianco
Gianco
Il diritto ad una buonuscita (pari a 18 mensilità del canone). l'hanno solo i conduttori che esercitano attività a diretto contatto con il pubblico nel caso in cui a negare il rinnovo del contratto sia il locatore.
Salvo che non sia per suo uso personale.
meri56
meri56
L'uso personale non esclude il diritto alla indennità di avviamento commerciale quando ne esistono i presupposti, anzi se il locale viene adibito, dal locatore o da altri, alla stessa tipologia di attività, l'indennità dovuta al conduttore uscente è pari a 36 mensilità dell'ultimo canone corrisposto.
scusa ho dimenticato di presentarmi: Vittorio e inoltre manca l'oggetto della discussione che è quella sulla maggioranza per approvare/impugnare …..
Buona sera a tutti, volevo fare una domanda.
Volevo sapere se un bene bcnc può essere donato?
Franci63
Franci63
apri una discussione , spiegando meglio
Luigi Criscuolo
Luigi Criscuolo
se è bcnc è un bene in comune con tutti i proprietari, non è censibile perché non ha reddito; non ha neppure gli identificativi catastali. Per donare bisogna essere proprietari ed il bene donato deve essere identificato catastalmente.
Tempo fa ho creato un arco senza togliere il muro sotto non portante. Quindi non ho variato la metratura della stanza. Ora dovrei vendere l appartamento. Devo ripristinare parte mancante o non avendo modificato planimetria non serve. Grazie
sono proprietaria al 50% di una villetta con il mio ex marito Nell'accordo di separazione , e' stato concordato un assegno di mantenimento di euro 500 che pero' non mi viene erogato sino a quando io continuero ad abitare nella casa in attesa della vendita, come pagamento della mia quota di affitto.
Volevo sapere se, sia come comproprietaria, sia come affittuaria, posso subaffittare una stanza della casa?
Luigi Criscuolo
Luigi Criscuolo
secondo me si ma devi riconoscere al tuo ex il 50% dell'introito.
abito in una colonica in un appartamento sotto i proprietari, con caldaia in comune senza contatori separati. Pago loro il costo del pellet suddiviso in base al nr di termosifoni presenti (!) mi chiedono di pagare metà dei costi di riparazione della caldaia che si guasta ogni poco... io penso mi spetti solo la manutenzione che pero' fa da solo il proprietario pertanto non quantificabile.. cosa rispondo???
Luigi Criscuolo
Luigi Criscuolo
nulla. Paghi la tua parte per le riparazioni che fanno parte della manutenzione ordinaria. Ma dovrai pagare la tua parte anche in caso di sostituzione della caldaia. A questo punto (sostituzione integrale) forse è meglio che ognuno si installi la propria caldaia così finiscono le discussioni.
Buonasera, volevo dirvi che è in dirittura di arrivo l'acquisto dell'appartamentino attiguo a quello in cui abita mia figlia. dovendo procedere alla fusione mi chiedevo se fosse possibile aprire una porta tra i due balconi piuttosto che all'interno degli appartamenti. Grazie a chi mi darà una risposta circostanziata.
Avete steso un verbale della situazione dell'immobile, cosa avete concordato al momento della consegna?
Cosa devo fare x farmi pagare i danni, x il momento ho mandato una raccomandata x avvisare di sistemare i danni prima di uscire, poi se non sistema cosa faccio i danni sono pari a 1000€ tra pulizie (preventivo impresa pulizie di 250€ x un monolocale) x farvi capire le condizioni. Imbiancata come da contratto., frigorifero rovinato ecc..
Ho un problema con l inquilino, mi ha dato la disdetta, nella quale abbiamo concordato che la caparra andava a coprire le spese arratrate con un avanzo da me trattenuto x coprire le ultime bollette dopo la sua uscita. Non avendo effettuato volture. Fino a qui tutto bene e concordato. Oggi ad 1 mese dalla sua uscita, ho effettuato un sopraluogo concordato e mi sono accorto che ho dei danni, ma non ho più la caparra
Lascia perdere, dovresti dichiarare il falso, per permettere all'acquirente di comprare un immobile che non si può permettere, o comunque per avere un mutuo a tassi più favorevoli.
Molto rischioso, soprattutto con il giudice tutelare di mezzo.
Inoltre come glieli restituisci, i soldi in più che riceveresti ?

Ultimi Messaggi sui Profili

Ingegnere - Settore Edile
Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Alto